Muscolo tensore della fascia lata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Tensore della fascia lata
Anterior Hip Muscles 2.PNG
Il muscolo tensore della fascia lata e muscoli circostanti
Gray549.png
Triangolo femorale di sinistra
Sistema Sistema muscolare
Inserzione tratto ileotibiale
Nervo nervo gluteo superiore

Il muscolo tensore della fascia lata (Musculus tensor fasciae latae) è un muscolo appiattito e allungato, situato nella parte laterale dell'osso iliaco. Insieme al muscolo grande gluteo costituisce lo strato superficiale dei muscoli esterni dell'anca.

Origine ed inserzione[modifica | modifica wikitesto]

Origina dalla spina iliaca antero-superiore e dall'estremità anteriore della cresta iliaca. I suoi fasci muscolari, che decorrono lateralmente rispetto allo scheletro della coscia, si inseriscono in un lungo tendine che si fonde con la fascia lata formando un ispessimento, detto tratto ileotibiale. Quest'ultimo prosegue in basso inserendosi al condilo laterale della tibia, più precisamente alla prominenza palpabile nota come "tubercolo del Gerdy".

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Il tensore è un muscolo flessore, abduttore e rotatore interno dell'anca; tendendo la porzione laterale della fascia lata, flette la coscia sul bacino, la abduce e la ruota internamente.

È anche uno stabilizzatore del ginocchio quando questo è esteso, a ginocchio piegato esso è in grado di fletterlo e ruotarlo esternamente. Quando prende punto fisso sulla fascia e sul condilo tibiale, inclina il bacino dal proprio lato.

Inoltre stabilizza il corpo quando, nella deambulazione e nelle corse, poggia su un solo arto, quindi è importante nella stazione eretta asimmetrica, poiché è un potente stabilizzatore del bacino insieme alla muscolatura glutea.

Innervazione[modifica | modifica wikitesto]

Il muscolo tensore della fascia lata è innervato dal nervo gluteo superiore (L4, L5, S1).