Progressione del record mondiale della maratona maschile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I record mondiali nella maratona sono riconosciuti ufficialmente dalla International Association of Athletics Federations (IAAF) solo dal 1º gennaio 2004; in precedenza si parlava invece di "miglior prestazione mondiale".

Affinché un record possa essere omologato il tracciato deve rispettare gli standard stabiliti dalla stessa IAAF, lunghezza Km.42,195, dislivello non superiore allo 0,1 %. La misurazione e l'omologazione del percorso avviene ad opera di Misuratori Ufficiali. Questi effettuano la misura rispettando The Measurement of Road Race Courses edito nel 2004 dalla IAAF, utilizzando il calibrated bicycle method[1]. In caso di record mondiale (e/o continentale, e/o nazionale) la misura viene ripetuta a conferma della distanza corsa che non deve essere inferiore a quella ufficiale.

Esiste anche un'altra associazione, la Association of Road Racing Statisticians (ARRS), che compila statistiche relative a corse su strada, e che mantiene una diversa progressione dei record.[2][3]

Progressione del record[modifica | modifica wikitesto]

Key:
      Classificati dalla IAAF come Miglior Prestazione Mondiale[4]
      Ratificati dalla IAAF come “World Best” (dal 1º gennaio 2003) o record mondiale (dal 1º gennaio 2004)[4]
      Riconosciuti dalla ARRS[5]

Tempo Nome Nazionalità Data Evento/luogo Fonte Note
2:55:18.4 Johnny Hayes Stati Uniti Stati Uniti 24 luglio 1908 Olimpiadi di Londra, Gran Bretagna IAAF[4] Tempo ufficiale: 2:55:18 2/5.[6] Dorando Pietri finì la gara in 2:54:46.4, ma venne squalificato per essere stato sostenuto nel finale.[7] Note.[8]
2:52:45.4 Bob Fowler Stati Uniti Stati Uniti 1º gennaio 1909 Yonkers[9][10] USA IAAF[4] Note.[8]
2:46:52.8 James Clark Stati Uniti Stati Uniti 12 febbraio 1909 New York City, USA IAAF[4] Note.[8]
2:46:04.6 Albert Raines Stati Uniti Stati Uniti 8 maggio 1909 New York City, USA IAAF[4] Note.[8]
2:42:31.0 Henry Barrett Gran Bretagna Gran Bretagna 26 maggio 1909 Polytechnic Marathon Londra IAAF[4] Note.[8]
2:40:34.2 Thure Johansson Svezia Svezia 31 agosto 1909 Stoccolma, Svezia IAAF[4] Note.[8]
2:38:16.2 Harry Green Gran Bretagna Gran Bretagna Maggio 12, 1913 Polytechnic Marathon IAAF[4] Note.[11]
2:36:06.6 Alexis Ahlgren Svezia Svezia 31 maggio 1913 Polytechnic Marathon IAAF[4] Articolo sul The Times annunciava il record mondiale.[12] Note.[11]
2:38:00.8 Umberto Blasi Italia Italia 29 novembre 1914 Legnano, Italia ARRS[5]
2:32:35.8 Hannes Kolehmainen Finlandia Finlandia 22 agosto 1920 Olimpiadi di Anversa, Belgio IAAF,[4] ARRS[5] La distanza della gara era ufficialmente di 42.750 metri[13] ma la Association of Road Racing Statisticians ha valutato la distanza in 40 km.
2:29:01.8 Albert Michelsen Stati Uniti Stati Uniti 12 ottobre 1925 Port Chester, USA IAAF[4] Note.[14]
2:30:57.6 Harry Payne Gran Bretagna Gran Bretagna 5 luglio 1929 Londra ARRS[5]
2:26:14 Sohn Kee-chung Giappone[15] 21 marzo 1935 Tokyo, Giappone ARRS[5]
2:27:49.0 Fusashige Suzuki Giappone Giappone 31 marzo 1935 Tokyo, Giappone IAAF[4] Secondo l’Association of Road Racing Statisticians, Suzuki segnò il tempo a Tokyo durante una gara in cui finì secondo dietro Sohn Kee-chung.[16]
2:26:44.0 Yasuo Ikenaka Giappone Giappone 3 aprile 1935 Tokyo, Giappone IAAF[4] Note.[17]
2:26:42 Sohn Kee-chung Giappone[15] 3 novembre 1935 Tokyo, Giappone IAAF[4] Note.[17]
2:25:39 Suh Yun-bok Corea del Sud Corea del Sud 12 aprile 1947 Boston Marathon IAAF[4] Disputata sulla distanza di Km. 41,1.[18]
2:20:42.2 Jim Peters Gran Bretagna Gran Bretagna 14 giugno 1952 Polytechnic Marathon IAAF,[4] ARRS[5] MarathonGuide.com riporta che la gara aveva una lunghezza inferiore alla norma.[19] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[20]
2:18:40.4 Jim Peters Gran Bretagna Gran Bretagna 13 giugno 1953 Polytechnic Marathon IAAF,[4] ARRS[5] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[20]
2:18:34.8 Jim Peters Gran Bretagna Gran Bretagna 4 ottobre 1953 Turku Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:17:39.4 Jim Peters Gran Bretagna Gran Bretagna 26 giugno 1954 Polytechnic Marathon IAAF[4] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[21]
2:18:04.8 Paavo Kotila Finlandia Finlandia 12 agosto 1956 Campionati finlandesi Pieksämäki, Finlandia ARRS[5]
2:15:17.0 Sergei Popov Unione Sovietica Unione Sovietica 24 agosto 1958 Campionati europei di atletica leggera Stoccolma, Svezia IAAF,[4] ARRS[5] La ARRS riporta il tempo di Popov come 2:15:17.6[5]
2:15:16.2 Abebe Bikila Etiopia Etiopia 10 settembre 1960 Olimpiadi di Roma, Italia IAAF,[4] ARRS[5]
2:15:15.8 Toru Terasawa Giappone Giappone 17 febbraio 1963 Beppu-Ōita Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:14:28 Leonard Edelen Stati Uniti Stati Uniti 15 giugno 1963 Polytechnic Marathon IAAF[4] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[22]
2:14:43 Brian Kilby Gran Bretagna Gran Bretagna 6 luglio 1963 Campionati del Galles, Port Talbot[23] ARRS
2:13:55 Basil Heatley Gran Bretagna Gran Bretagna 13 giugno 1964 Polytechnic Marathon IAAF[4] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[24]
2:12:12.2 Abebe Bikila Etiopia Etiopia 21 ottobre 1964 Olimpiadi di Tokyo, Giappone IAAF,[4] ARRS[5]
2:12:00 Morio Shigematsu Giappone Giappone 12 giugno 1965 Polytechnic Marathon IAAF[4] Un articolo del The Times annunciava il record mondiale.[25]
2:09:36.4 Derek Clayton Australia Australia 3 dicembre 1967 Maratona di Fukuoka IAAF,[4] ARRS[5]
2:08:33.6 Derek Clayton Australia Australia 30 maggio 1969 Campionati del Belgio[26] Anversa, Belgio IAAF[4] La lunghezza della gara era circa 500 m. meno della norma.[27]
2:09:28.8 Ron Hill Gran Bretagna Gran Bretagna 23 luglio 1970 Giochi del Commonwealth Edimburgo, Scozia ARRS[5]
2:09:12 Ian Thompson Gran Bretagna Gran Bretagna 31 gennaio 1974 Giochi del Commonwealth Christchurch Nuova Zelanda ARRS[5]
2:09:05.6 Shigeru So Giappone Giappone 5 febbraio 1978 Beppu-Ōita Marathon ARRS[5]
2:09:01 Gerard Nijboer Paesi Bassi Paesi Bassi 26 aprile 1980 Amsterdam Marathon ARRS[5]
2:08:18 Robert De Castella Australia Australia 6 dicembre 1981 Maratona di Fukuoka IAAF,[4] ARRS[5]
2:08:05 Steve Jones Gran Bretagna Gran Bretagna 21 ottobre 1984 Chicago Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:07:12 Carlos Lopes Portogallo Portogallo 20 aprile 1985 Rotterdam Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:06:50 Belayneh Dinsamo Etiopia Etiopia 17 aprile 1988 Rotterdam Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:06:05 Ronaldo da Costa Brasile Brasile 20 settembre 1998 Berlin Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:05:42 Khalid Khannouchi Marocco Marocco 24 ottobre 1999 Chicago Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:05:38 Khalid Khannouchi Stati Uniti Stati Uniti 14 aprile 2002 Maratona di Londra IAAF,[4] ARRS[5] Primo "World's Best" riconosciuto dalla International Association of Athletics Federations.[28] La ARRS riporta il tempo di 2:05:37.8[5]
2:04:55 Paul Tergat Kenya Kenya 28 settembre 2003 Berlin Marathon IAAF,[4] ARRS[5] Primo record mondiale maschile ratificato dalla International Association of Athletics Federations.[29]
2:04:26 Haile Gebrselassie Etiopia Etiopia 30 settembre 2007 Berlin Marathon IAAF,[4] ARRS[5]
2:03:59 Haile Gebrselassie Etiopia Etiopia 28 settembre 2008 Berlin Marathon IAAF,[4] ARRS[5] La ARRS riporta il tempo di 2:03:58.2[5]
2:03:38 Patrick Makau Kenya Kenya 25 settembre 2011 Berlin Marathon IAAF,[30] IAAF[31]
2:03:23 Wilson Kipsang Kenya Kenya 29 settembre 2013 Berlin Marathon IAAF[32] IAAF[33]
2:02:57 Dennis Kipruto Kimetto Kenya Kenya 28 settembre 2014 Berlin Marathon IAAF[34] IAAF[35]
2:01:39 Eliud Kipchoge Kenya Kenya 16 settembre 2018 Berlin Marathon IAAF[36]

Geoffrey Mutai, il 18 aprile 2011 alla Maratona di Boston, ha fatto segnare il tempo di 2 h 03 min 02 sec. Tale tempo non è però stato omologato, in quanto la suddetta maratona non rispetta i requisiti della IAAF, infatti, il dislivello totale tra il punto di partenza e quello di arrivo è di 136 m. (ammessi al max 42), inoltre, quel giorno, un forte vento spirava alle spalle degli atleti. Per la IAAF, nel caso una maratona si svolga su un percorso che preveda un traguardo differente dal punto di partenza, bisogna tener conto del vento, come accade per le gare di velocità.

Evoluzione del record mondiali 1965-2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IAAF Publication, "The Measurement of Road Race Courses", Second Edition, 2004, Updated 2008. (PDF), su aimsworldrunning.org. URL consultato il 17 marzo 2010.
  2. ^ http://www.arrs.net/RecProg/RP_wwR.htm
  3. ^ Association of Road Racing Statisticians, ARRS, 1º gennaio 2003. URL consultato il 26 settembre 2011.
  4. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae af ag ah ai aj ak al am (EN) Mark Butler (a cura di), 13th IAAF World Championships In Athletics: IAAF Statistics Handbook. Daegu 2011 (PDF), Monaco, IAAF Media & Public Relations Department, 2011, pp. 595, 612, 614–615, 705, 707. URL consultato il 28 settembre 2011.
  5. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u v w x y z aa ab ac ad ae Ian Hill, Andy Millroy, World Best Progressions- Road, Association of Road Racing Statisticians, 2 settembre 2011. URL consultato il 25 settembre 2011.
  6. ^ Theodore Andrea Cook, The Fourth Olympiad being The Official Report The Olympic Games of 1908 (PDF), The British Olympic Association, Londra, (1909?). URL consultato il 16 ottobre 2008.
  7. ^ Athletes | Olympic Medalist | Olympians | Gold Medalists | Medal Count, Olympic.org, 19 luglio 1996. URL consultato il 26 settembre 2011.
  8. ^ a b c d e f Men's World Record Times - 1905 to 1911, Marathonguide.com. URL consultato il 17 marzo 2010.
  9. ^ Association of Road Racing Statisticians. Yonkers Marathon Archiviato il 14 maggio 2011 in Internet Archive.. Retrieved May 15, 2010
  10. ^ J.F. CROWLEY WINS YONKERS MARATHON; Irish-American Runner Leads Big Field Over Westchester County Roads., in New York Times, 27 novembre 1908, p. 7. URL consultato il 15 maggio 2010.
  11. ^ a b Men's World Record Times - 1910 to 1916, Marathonguide.com. URL consultato il 17 marzo 2010.
  12. ^ http://www.ianridpath.com/polymarathon/1913Timesreport.jpg
  13. ^ Olympic Games Official Report 1920 (PDF), su la84foundation.org. URL consultato il 17 marzo 2010.
  14. ^ Men's World Record Times - 1922 to 1928, Marathonguide.com, 12/10/19252. URL consultato il 13 luglio 2010.
  15. ^ a b Pur essendo coreano, gareggiava per I colori giapponesi, in quanto, in quell period la Corea era occupata dal Giappone
  16. ^ World Marathon Rankings for 1935, Arrs.net. URL consultato il 17 marzo 2010 (archiviato dall'url originale il 15 gennaio 2011).
  17. ^ a b Men's World Record Times - 1932 to 1938, Marathonguide.com. URL consultato il 17 marzo 2010.
  18. ^ World Marathon Rankings for 1947, su Association of Road Racing Statisticians. URL consultato il 29 luglio 2009.
  19. ^ Men's World Record Times - 1949 to 1955, Marathonguide.com. URL consultato il 17 marzo 2010.
  20. ^ a b http://www.ianridpath.com/polymarathon/1952Timesreport.jpg
  21. ^ http://www.ianridpath.com/polymarathon/1954Timesreport.jpg
  22. ^ http://www.ianridpath.com/polymarathon/1963Timesreport.jpg
  23. ^ ML_1963
  24. ^ http://www.ianridpath.com/polymarathon/1964Timesreport.jpg
  25. ^ http://www.ianridpath.com/polymarathon/1965Timesreport.jpg
  26. ^ ML_1969
  27. ^ World Marathon Rankings for 1969, su Association of Road Racing Statisticians. URL consultato il 29 luglio 2009.
  28. ^ "Stat Corner: First World Road Records," Track and Field News, Volume 56, No. 2, Febbraio 2003, Page 50
  29. ^ Del's Athletics Almanac Olympics Commonwealth European World Championship Results [Event Information], Athletics.hitsites.de. URL consultato il 17 marzo 2010.
  30. ^ Makau stuns with 2:03:38 Marathon World record in Berlin!, IAAF, 25 settembre 2011. URL consultato il 25 settembre 2011.
  31. ^ World records ratified, IAAF, 20 dicembre 2011. URL consultato il 23 dicembre 2011.
  32. ^ WILSON KIPSANG SETS WORLD RECORD OF 2:03:23 IN BERLIN MARATHON, IAAF, 29 settembre 2013. URL consultato il 29 settembre 2013.
  33. ^ World Record Ratified, IAAF, 12 novembre 2013. URL consultato il 25 novembre 2013.
  34. ^ Kimetto breaks marathon world record in Berlin with 2:02:57, IAAF, 28 settembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  35. ^ World Record Ratified, IAAF, 24 novembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2015.
  36. ^ iaaf.org, https://www.iaaf.org/news/amp/report/berlin-marathon-2018-eliud-kipchoge-world-rec.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Atletica leggera Portale Atletica leggera: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di atletica leggera