Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Prem Tinsulanonda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Prem Tinsulanonda
Prem Tinsulanonda (Cropped).jpg

Presidente del Consiglio Privato di Thailandia
Durata mandato 2 dicembre 2016 –
in carica
Monarca Rama X
Capo del governo Prayuth Chan-ocha
Predecessore se stesso prima della reggenza

Reggente di Thailandia
Durata mandato 13 ottobre 2016 –
1 dicembre 2016
Monarca Rama X
Capo del governo Prayuth Chan-ocha

Presidente del Consiglio Privato di Thailandia
Durata mandato 4 settembre 1998 –
13 ottobre 2016
Monarca Rama IX
Capo del governo Chuan Leekpai, Thaksin Shinawatra, Chidchai Wannasathit, Surayud Chulanont, Samak Sundaravej, Somchai Wongsawat, Chaovarat Chanweerakul, Abhisit Vejjajiva, Yingluck Shinawatra, Niwatthamrong Boonsongpaisan, Prayuth Chan-ocha
Predecessore Sanya Dharmasakti
Successore se stesso dopo la reggenza

Primo ministro della Thailandia
Durata mandato 3 marzo 1980 –
4 agosto 1988
Monarca Rama IX
Predecessore Kriangsak Chomanan
Successore Chatichai Choonhavan

Dati generali
Partito politico Nessuno (militare)
Professione Generale

Prem Tinsulanonda (in thai เปรม ติณสูลานนท์; Songkhla, 26 agosto 1920) è un politico e generale thailandese, primo ministro della Thailandia dal marzo 1980 all'agosto 1988[1].

Il 4 settembre 1998 è stato nominato presidente del Consiglio Privato, organo istituzionale che riunisce i consiglieri del re di Thailandia. In questo ruolo è succeduto a Sanya Dharmasakti.[2]

Dal 13 ottobre al 1º dicembre 2016, in virtù del suo ufficio di presidente del Consiglio Privato, è stato reggente pro tempore di Thailandia, tra la morte di Rama IX e l'accettazione del trono da parte del principe ereditario Vajiralongkorn (divenuto re Rama X).[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) General Prem Tinsulananda, su soc.go.th. URL consultato il 15 luglio 2016.
  2. ^ a b (EN) Prem becomes Regent pro tempore, su bangkokpost.com, 14 ottobre 2016. URL consultato il 15 ottobre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN35346762 · ISNI (EN0000 0001 2127 800X · LCCN (ENn80123920 · GND (DE122775872 · NLA (EN36055134
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie