Perdita (astronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Perdita
(Urano XXV)
Satellite Perdita di Urano.JPG
Satellite di Urano
Scoperta 18 gennaio 1986
Scopritore Erich Karkoschka
Parametri orbitali
Semiasse maggiore 76 400 km
Periodo orbitale 0,638 giorni (15 ore 18,72 minuti)
Inclinazione rispetto
all'equat. di Urano
0,03°
Eccentricità 0,003
Dati fisici
Diametro medio ~26 km
Massa
~1,3 × 1016 kg
Densità media ~1,5 × 103 kg/m³
Acceleraz. di gravità in superficie ~0,0016 m/s²
Velocità di fuga ~0,011 km/s
Periodo di rotazione sincrona
Temperatura
superficiale
~64÷89 K1 (media)
Albedo ~0,07

Perdita (AFI: /ˈpɛrdita/[1]) o Urano XXV è un satellite naturale del pianeta Urano, fu scoperto durante una comparazione di immagini fatte dalla sonda spaziale Voyager 2 e quelle effettuate tramite il telescopio spaziale Hubble.

Porta il nome della figlia di Leonte ed Ermione protagonisti della commedia Il racconto d'inverno di William Shakespeare.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Le prime riprese furono fatte dalla sonda Voyager 2 nel 1986, ma non è stato riconosciuto nelle fotografie; è dovuta passare più di una decade, fino al 1999 prima che il satellite fosse riconosciuto e segnalato da Erich Karkoschka. Tuttavia solo nel 2003 grazie al contributo del telescopio Hubble la sua scoperta fu definitivamente confermata.

Al satellite venne data la designazione provvisoria S/1986 U 10.

Parametri orbitali[modifica | modifica wikitesto]

Le misure fatte con l'Hubble misero in risalto che Perdita non segue un movimento diretto Kepleriano intorno ad Urano, perché c'è un'interferenza di risonanza orbitale di 43:44 con il vicino satellite Belinda; inoltre è vicino alla risonanza 8:7 con Rosalinda.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare