Parco del Fiume Tormo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Parco del Tormo)
Jump to navigation Jump to search
Parco interprovinciale
del Fiume Tormo
Tipo di areaParco locale di interesse sovracomunale
Codice EUAPnon attribuita
StatiItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvinceBergamo Bergamo, Cremona Cremona, Lodi Lodi
ComuniArzago d'Adda, Agnadello, Dovera, Monte Cremasco, Pandino, Palazzo Pignano, Abbadia Cerreto, Corte Palasio, Crespiatica.
Superficie a terra4 406 ha
GestoreConvenzione tra i comuni coinvolti
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 45°23′17.53″N 9°33′00.13″E / 45.388203°N 9.550037°E45.388203; 9.550037

Il parco interprovinciale del Fiume Tormo è un parco di 4.406 ettari che si estende lungo le rive del fiume Tormo. La Provincia di Cremona ha riconosciuto il parco con delibera di Giunta n* 375 del 28 giugno 2004 e n° 405 dell'8 agosto 2006. La Provincia di Lodi ha riconosciuto il parco con delibere di Giunta n° 254 del 9 dicembre 2004 e n° 184 del 12 ottobre 2005. La Provincia di Bergamo ha riconosciuto l'area protetta con delibera di Giunta n° 338 del 16 maggio 2005.

Morfologia[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di un'area di pianura caratterizzata dalle antiche scarpate del fiume Adda. Il Tormo, infatti, è un fiume di origine risorgiva lungo oltre 30 km che scorre interamente nella piana alluvionale dell'Adda.

Idrografia[modifica | modifica wikitesto]

Rappresenta la caratteristica primaria del parco: all'asta del fiume si somma una fitta rete idrografica con rogge e canali, taluni artificiali, altri di origine risorgiva.

Suddivisione per comune[modifica | modifica wikitesto]

Usi antropici[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del parco ha una forte valenza agricola, soprattutto per la produzione di foraggio e per la presenza di numerosi allevamenti bovini.

Luoghi[modifica | modifica wikitesto]

Elementi di interesse storico, artistico e religioso nei comuni del parco sono: la Madonna della Vittoria e l'oratorio di san Bernardino ad Agnadello, il castello visconteo a Pandino, la pieve di Palazzo Pignano e il sito archeologico della villa romana nel medesimo comune, il santuario della Beata Vergine del Pilastrello a Dovera, villa Barni a Roncadello, l'ex chiesa abbaziale (ora parrocchiale) di Abbadia Cerreto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]