Péter Boross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Péter Boross
Péter Boross 2014.JPG

Primo ministro dell'Ungheria
Durata mandato 12 dicembre 1993 –
15 luglio 1994
Presidente Árpád Göncz
Predecessore József Antall
Successore Gyula Horn
Collegio Lista della contea di Pest

Ministro degli Interni
Durata mandato 21 dicembre 1990 –
21 dicembre 1993
Capo del governo József Antall
Predecessore József Antall
Successore Imre Kónya

Ministro dei servizi segreti
Durata mandato 19 luglio 1990 –
21 dicembre 1990
Capo del governo József Antall
Predecessore 𝘤𝘢𝘳𝘪𝘤𝘢 𝘤𝘳𝘦𝘢𝘵𝘢
Successore Adrás gálszécsy

Membro dell'Assemblea nazionale ungherese
Durata mandato 16 maggio 2006 –
31 gennaio 2009

Durata mandato 28 giugno 1994 –
17 giugno 1998

Dati generali
Partito politico MDF

Péter Boross (Nagybajom, 27 agosto 1928) è un politico ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Con origini umilissime, si è laureato alla facoltà di giurisprudenza; negli anni cinquanta, mentre l'Ungheria era satellite dell'Unione Sovietica, partecipò e fu membro portante di numerose rivoluzioni contro l'oppressivo governo comunista. Venne però arrestato e per lunghi periodi tenuto d'occhio dalla polizia. Nel dicembre del 1971 fu proclamato direttore dell'agenzia rivoluzionaria di Budapest, che si sciolse nel 1989, due anni prima del crollo dell'URSS e quindi del Patto di Varsavia. Anche se le attività rivoluzionarie non furono fiorenti, Boross acquisì un ruolo rilevante in politica: divenne supervisore dei servizi segreti e ministro degli interni. Ricoprì la carica di primo ministro dell'Ungheria dopo la morte del premier József Antall.

È sposato dal 1952 con Papp Llona, da cui ha avuto due figlie femmine e un maschio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN68460535 · LCCN: (ENnb2008003446 · ISNI: (EN0000 0000 7860 8121 · GND: (DE119403668