Olivier Milloud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Olivier Milloud
CS Bourgoin-Jallieu E.jpg
Milloud con la maglia del Bourgoin-Jallieu
Dati biografici
Paese Francia Francia
Altezza 185 cm
Peso 111 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Ruolo Pilone
Ritirato 2012
Carriera
Attività di club¹
1995-2011 Bourgoin-Jallieu Bourgoin-Jallieu
2011-2012 Stade français Stade français 5 (0)
Attività da giocatore internazionale
2000- Francia Francia 50 (5)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 22 giugno 2013

Olivier Milloud (Saint-Vallier, 9 dicembre 1975) è un ex rugbista a 15 francese, già pilone per 16 stagioni del Bourgoin-Jallieu.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nativo di Saint-Vallier (Drôme), si formò rugbisticamente nel Valloire-Galaure (St. Sorlin) e successivamente, fino a 20 anni, giocò a Beaurepaire (Isère).

Dal 1995 al Bourgoin-Jallieu, ha vinto con tale club l’European Challenge Cup nel 1997. Esordiente in Nazionale nel 2000 (subentrato contro la Romania), disputò il suo primo incontro da titolare, e secondo assoluto, più di un anno dopo il debutto, nel giugno 2001 contro la Nuova Zelanda.

Presente in tutte le edizioni del Sei Nazioni dal 2002 al 2007 con eccezione di quella del 2004, vanta tre vittorie nel torneo, una delle quali con il Grande Slam.

Fu anche presente (con 5 incontri) alla Coppa del Mondo di rugby 2003 in Australia, dove raggiunse il 4º posto finale, e a quella del 2007 in Francia, ottenendo lo stesso piazzamento finale di quattro anni prima.

Dopo la retrocessione in Pro D2 del Bourgoin-Jallieu alla fine della stagione 2010-11, Milloud, al pari di altri giocatori, lasciò il club per trasferirsi altrove: la destinazione fu lo Stade français, formazione parigina[1], in cui terminò la carriera alla fine della stagione successiva[2].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) Olivier Milloud quitte Bourgoin in Le Dauphine, 3 maggio 2011. URL consultato il 23 giugno 2013.
  2. ^ (FR) Les adieux de Marconnet, Roncero et Milloud in Sports France, 12 maggio 2012. URL consultato il 23 giugno 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]