Niente da capire/Bene

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'album dal vivo di Francesco De Gregori del 1990, vedi Niente da capire.
Niente da capire/Bene
ArtistaFrancesco De Gregori
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1974
Album di provenienzaFrancesco De Gregori
Dischi1
Tracce2
GenereMusica d'autore
EtichettaRCA Italiana (TPBO 1008)
ProduttoreDelta Italiana ed Edoardo De Angelis
Francesco De Gregori - cronologia
Singolo precedente
(1973)
Singolo successivo
(1975)

Niente da capire/Bene è un singolo del cantautore italiano Francesco De Gregori, pubblicato all'inizio del 1974 dalla RCA Italiana.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Le due canzoni fanno parte dell'album Francesco De Gregori; registrate negli studi della RCA di Roma, i tecnici della registrazione sono Giorgio Lovisheck e Paolo Venditti, mentre il tecnico del missaggio è Sergio Patucchi. L'album presenta in copertina la celebre pecora dipinta da Gordon Fagetter.

Il 45 giri fu stampato con la copertina forata rossa standard della RCA Italiana.

De Gregori presentò le due canzoni durante la trasmissione televisiva del primo canale Adesso musica! (che andava in onda tutti i venerdì sera), presentata da Nino Fuscagni e Vanna Brosio, cantando dal vivo ed accompagnandosi con la sola chitarra acustica.

Le canzoni[modifica | modifica wikitesto]

Niente da capire[modifica | modifica wikitesto]

La canzone, una delle più celebri del cantautore romano, contiene alcuni riferimenti alla cantautrice Giovanna Marinuzzi, con cui De Gregori aveva avuto un flirt; il testo venne censurato dalla RCA nella prima versione, e quindi i versi della seconda strofa Giovanna è stata la migliore, faceva dei giochetti da impazzire vennero cambiati in Giovanna è stata la migliore, ma è un ricordo che vale dieci lire; la versione con il testo originale venne poi incisa dal cantautore in vari dischi dal vivo.

Nonostante ciò, il titolo è anche un modo di rispondere a coloro che accusavano De Gregori di ermetismo, perché, nonostante le critiche ricevute da Alice, la canzone veniva passata in radio, mentre ai concerti il pubblico voleva sentire solo quella.

I versi iniziali, Le stelle sono tante, milioni di milioni, sono una citazione dello slogan pubblicitario creato da Pier Emilio Bassi per i Salami Negroni.

Nel corso degli anni la canzone è stata reincisa da De Gregori in molti dischi dal vivo in un arrangiamento più rock e suonata con gli altri musicisti; i dischi in cui è contenuta sono i seguenti:

Bene[modifica | modifica wikitesto]

Canzone acustica, che ricorda musicalmente lo stile di Leonard Cohen; il testo racconta una vicenda d'amore.

Bene non è mai stata ricantata live nei concerti negli anni a seguire.

I musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato A

  • Niente da capire

Lato B

  • Bene

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Riccardo Piferi (a cura di), Francesco De Gregori: un mito, edizioni Lato Side Roma, 1980
  • Giorgio Lo Cascio, De Gregori, Franco Muzzio Editore, Padova, 1990
  • Ultima modifica di questo testo effettuata da Francesco Roccaro in data 19.01.20114 -ore 19,20

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica