NASCAR Whelen Euro Series

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
NASCAR Whelen Euro Series
NASCAR Whelen Euroseries logo.png
CategoriaAutomobilismo
NazioneEuropa
Prima edizione2009
CostruttoriChevrolet
Ford
Toyota
FJ
Shadow
MotoriChevrolet
PneumaticiMichelin (2012-2017)
BF Goodrich (2018)
General Tire (2019-2020)
Hoosier Racing Tire (2021- )
Pilota campione
(2021)
Elite 1:  Loris Hezemans
Elite 2:  Martin Doubek
Squadra campione
(2021)
  Hendricks Motorsports
Sito web ufficialewww.euronascar.com/

La NASCAR Whelen Euro Series (conosciuta anche come Euro-Racecar NASCAR Touring Series o semplicemente Euro NASCAR) è una serie ufficiale NASCAR per vetture stock-car che si disputa su tracciati europei. Prima di essere patrocinata dalla NASCAR era conosciuta come Racecar Euro-Series.

L'auto di Ander Vilariño nel 2013

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La serie è stata originariamente creata nel 2008 dal Team FJ Group con la denominazione di Racecar Euro-Series. La prima stagione si è tenuta nel 2009 e così come nella successiva, la maggior parte delle gare si sono svolte su circuiti francesi. A fine 2010 la serie riceve l'approvazione della Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA) come serie internazionale[1]; per la stagione 2011 il calendario viene quindi ampliato andando ad includere gare su vari circuiti europei.

A inizio 2012 l' FJ Group stringe un accordo con la NASCAR che permette al campionato di entrare a far parte del circuito NASCAR e di diventarne la serie ufficiale europea, rimanendo comunque però una serie internazionale riconosciuta dalla Federazione[2]. In virtù di questo accordo il vincitore del campionato viene invitato alla NASCAR Nights of Champions Gala che si svolge al NASCAR Hall of Fame a Charlotte nel Nord Carolina. Il primo pilota a partecipare fu lo spagnolo Ander Vilariño, vincitore della serie nel 2012[3].

Il 1º luglio 2013 viene annunciata la partnership con Whelen Engineering, che porta la serie ad essere rinominata in NASCAR Whelen Euro Series[4]. Nel dicembre 2017 viene annunciato il rinnovo della partnership e della titolazione almeno fino al 2024[5].

Auto[modifica | modifica wikitesto]

Le auto utilizzate sono di tipo silhouette, ovvero hanno telaio unico in tubolari saldati con carrozzerie che richiamo auto stradali, in particolare Chevrolet SS, Ford Mustang, Chevrolet Camaro, Toyota Camry e Dodge Challenger.

A partire dal 2016 le auto adottano uno spoiler posteriore da 8 pollici (20,32 cm).

  • Motore: 5 700 cc V8
  • Potenza: 400 HP (298 kW)
  • Peso: 1 210 kg (2 650 lbs)
  • Velocità massima: 250 km/h

Campionato[modifica | modifica wikitesto]

Nicola Larini sulla Ford Mustang del team Alex Caffi Motorsport

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Campione EuroNASCAR PRO Campione EuroNASCAR 2 Campione Club Challenge Team vincitore
Racecar Euro Series
2009   Wilfried Boucenna
2010   Lucas Lasserre   Emmanuel Brigand
2011   Éric Hélary   Romain Fournillier   Hélary Racing Team
Euro-Racecar NASCAR Touring Series
2012   Ander Vilariño   Simon Escallier   Exotics Racing - Still Racing
NASCAR Whelen Euro Series
2013   Ander Vilariño   Anthony Gandon   TFT - Banco Santander
2014   Anthony Kumpen   Maxime Dumarey   PK Carsport
2015   Ander Vilariño   Gianmarco Ercoli   GDL Racing
2016   Anthony Kumpen   Stienes Longin   PK Carsport
2017   Alon Day   Thomas Ferrando   Knauf Racing
2018   Alon Day   Ulysse Delsaux   RDV Compétition
2019   Loris Hezemans   Lasse Sørensen   Alain Mosqueron   Hendricks Motorsports
2020   Alon Day   Vittorio Ghirelli   Alain Mosqueron   Hendricks Motorsports
2021   Loris Hezemans   Martin Doubek   Gordon Barnes   Hendricks Motorsports

Circuiti[modifica | modifica wikitesto]

Circuiti dove si è svolta la manifestazione (dalla partnership con NASCAR in poi):

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Racecar euro-series - nouvelle serie internationale FIA (PDF), su racecar-series.com. URL consultato il 9 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2018).
  2. ^ (EN) RACECAR Euro Series enters NASCAR family (PDF), su racecar-series.com. URL consultato il 9 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 12 aprile 2019).
  3. ^ (ES) El coche de Ander Vilariño en el NASCAR Hall Of Fame en Charlotte, su vilarinomotor.com, 7 novembre 2012. URL consultato il 18 febbraio 2018 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2018).
  4. ^ (EN) Whelen named NASCAR Euro Series title sponsor, su nascar.com, 1º luglio 2013. URL consultato il 9 giugno 2018.
  5. ^ (EN) Tim Southers, NASCAR, Whelen continue partnership with Euro Series, in Motorsport.com, 8 dicembre 2017. URL consultato il 9 giugno 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo