Myrtaceae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Myrtaceae
Melaleuca thymifolia2.jpg
Melaleuca thymifolia
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi II
Ordine Myrtales
Famiglia Myrtaceae
Juss., 1789
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Myrtales
Famiglia Myrtaceae
Sinonimi

Heteropyxidaceae
Engl. & Gilg

Generi

Myrtaceae (Juss., 1789), note anche come Myrtacee, è una famiglia di piante sia arboree che arbustive appartenente all'ordine Myrtales[1]. Secondo recenti stime[2] la famiglia comprende 132 generi con 5950 specie diffuse soprattutto nelle regioni tropicali e subtropicali[3].

Le Myrtacee comprendono piante di grande importanza ecologica ed economica (mirto, chiodi di garofano, Feijoa), in particolare il genere Eucalyptus. Diverse specie sono coltivate anche a scopo ornamentale come, ad esempio, il comune callistemo.

Gli scienziati ipotizzano che la famiglia Myrtaceae sia nata tra sessanta e cinquantasei milioni di anni fa durante l'era paleocenica. Polline fossile è stato rinvenuto in sedimenti dall'antico supercontinente Gondwana[4].

La separazione di Gondwana durante il Cretaceo (145-66 milioni di anni fa ) ha isolato geograficamente i taxa permettendo una rapida speciazione: in particolare, i generi un tempo considerati membri dell'alleanza Leptospermoideae sono ora isolati all'interno dell'Oceania[5].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I membri di questa famiglia sono piante legnose sempreverdi, ricche di oli aromatici.

Le foglie sono persistenti, semplici, a margine intero.

I fiori hanno quattro-cinque pezzi fiorali (sepali e petali) e moltissimi stami. Molto il calice e la corolla sono di ridotte dimensioni e la funzione vessillare è assegnata, quasi del tutto o del tutto, ai soli stami, che assumono una vistosità dominante (per colori numero e dimensioni) rispetto al resto del fiore.

I frutti sono capsule, noci o bacche.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

All'interno della famiglia Myrtaceae sono inclusi i seguenti 132 generi[1]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Myrtaceae Juss. | Plants of the World Online | Kew Science, su Plants of the World Online. URL consultato il 18 febbraio 2021.
  2. ^ Maarten J.M. Christenhusz e James W. Byng, The number of known plants species in the world and its annual increase, in Phytotaxa, vol. 261, n. 3, 20 maggio 2016, p. 201, DOI:10.11646/phytotaxa.261.3.1. URL consultato il 28 aprile 2020.
  3. ^ (EN) Myrtaceae Juss. | Plants of the World Online | Kew Science, su Plants of the World Online. URL consultato il 18 febbraio 2021.
  4. ^ (EN) Andrew H. Thornhill, Simon Y.W. Ho e Carsten Külheim, Interpreting the modern distribution of Myrtaceae using a dated molecular phylogeny, in Molecular Phylogenetics and Evolution, vol. 93, 2015-12, pp. 29-43, DOI:10.1016/j.ympev.2015.07.007. URL consultato il 28 aprile 2020.
  5. ^ (EN) Kenneth J. Sytsma, Amy Litt e Michelle L. Zjhra, Clades, Clocks, and Continents: Historical and Biogeographical Analysis of Myrtaceae, Vochysiaceae, and Relatives in the Southern Hemisphere, in International Journal of Plant Sciences, vol. 165, S4, 2004-07, pp. S85–S105, DOI:10.1086/421066. URL consultato il 28 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 2859 · LCCN (ENsh85089317 · GND (DE4136344-9 · BNF (FRcb12292759q (data) · BNE (ESXX557793 (data)
Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica