Mount & Blade II: Bannerlord

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Mount and Blade II: Bannerlord)
Jump to navigation Jump to search
Mount & Blade II: Bannerlord
videogioco
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazioneMondo/non specificato TBA
GenereAction RPG, strategia, Sandbox, Open world[1]
OrigineTurchia
SviluppoTaleWorlds Entertainment
PubblicazioneTaleWorlds Entertainment
MusicheFinn Seliger
SerieMount & Blade
Modalità di giocoGiocatore singolo, multigiocatore
Periferiche di inputGamepad, tastiera, DualShock 4
Requisiti di sistemaRequisiti minimi (PC):
Preceduto daMount & Blade

Mount & Blade II: Bannerlord è un videogioco di ruolo in fase di sviluppo, sviluppato da TaleWorlds. Il gioco è stato annunciato nel 2012.[2] Si tratta di un prequel di Mount & Blade: Warband. La data di uscita del gioco non è ancora stata annunciata [3]; nel frattempo, sulla piattaforma Steam, dal 19 ottobre 2016, è stata resa visibile la pagina dedicata al gioco. Nell'estate del 2019 è stata annunciata una closed beta per il multiplayer.[4] È anche confermato che vi sarà un accesso anticipato nel mese di marzo 2020. È comunque noto che il gioco sarà disponibile per Microsoft Windows.

Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Ambientazione[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è ambientato 200 anni prima di Mount & Blade: Warband. Si svolge durante il declino dell'Impero di Calradia e la formazione dei regni che appaiono nei giochi precedenti. L'impero di Calradia e la sua caduta sono analoghi alla caduta dell'Impero Romano e la formazione dei regni indipendenti nel Medio Oriente, nel Nord Africa e in Europa. Le armature, le armi e l'architettura prendono ispirazione da quelle del 600-1100 d.C. Inoltre, sono presenti molti vassalli differenti che servono il Regno nel loro modo di fare.[5]

Fazioni[modifica | modifica wikitesto]

Mount & Blade II: Bannerlord comprenderà almeno sei principali fazioni, ciascuna composta da clan in competizione con altri, ciascuno con i suoi obiettivi, così come le fazioni minori come i mercenari.

  • L'Impero Calradico (ispirato agli imperi romano e bizantino) è dove i giocatori si trovano coinvolti all'inizio del gioco. È coinvolto in una triplice guerra civile, a causa delle varie fazioni che si combattono tra di loro, tre in particolare: la prima, del Nord, è sostenuta da un senato, che intende eleggere da sé l'imperatore; la seconda, del Sud, sostiene la figlia dell'ultimo imperatore, che dovrà dunque diventare imperatrice; la terza e ultima, dell'Ovest, è principalmente militaristica, e ritiene che è l'esercito che dovrebbe scegliere l'imperatore. Il potere militare dell'Impero, tuttavia, è stato comunque affinato attraverso le generazioni ed è ancora una forza da non sottovalutare, impiegando catafratti, lancieri e arcieri con effetti devastanti sul campo di battaglia.[6]
  • I Vlandians, regno feudale specializzato in cavalleria pesante, sono ispirati ai Normanni.[7]
  • Gli Sturgians, letali guerrieri con ascia e con spada ad una mano, sono simili ai Rus di Kiev.[8]
  • Gli Aserai, popolo che abita le terre desertiche di Calradia, e anche per questo ispirati ai popoli arabi pre-islamici, usano un insieme di fanteria e cavalleria.[9]
  • Gli Khuzaits usano pesantemente la cavalleria a lungo raggio, ovvero gli arcieri montati a cavallo, ragion per cui sono ispirati ai popoli di tipo mongolo.[10]
  • I Battanians sono un popolo famoso per l'abilità e la precisione dei suoi arcieri, e si affidano anche a tattiche di imboscata e guerriglia.[11]

Battaglie[modifica | modifica wikitesto]

Le battaglie sono caratterizzate dalle stesse funzioni innovative del precedente titolo: sarà infatti possibile guidare un esercito in battaglia con la prospettiva in prima persona, impartendo gli ordini sul campo e combattendo al fianco dei propri uomini. Inoltre, sono presenti nuove caratteristiche come la possibilità di lanciare pietre e olio incendiario sui nemici dalle mura, o utilizzare macchine d'assedio quali scale, arieti e catapulte, con le ultime delle quali è possibile distruggere parti delle mura e delle torri. Infine è presente una migliorata gestione degli ordini sul campo con meccaniche e interfacce del tutto inedite.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Genere (fonte da pagina ufficiale Steam), su store.steampowered.com.
  2. ^ Annuncio di Mount & Blade II: Bannerlord, su taleworlds.com.
  3. ^ Mount&Blade II Bannerlord - TaleWorlds Entertainment, su www.taleworlds.com. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  4. ^ Mount & Blade II: Bannerlord su Steam, su store.steampowered.com. URL consultato il 18 novembre 2016.
  5. ^ Ambientazione di gioco, su taleworlds.com.
  6. ^ (EN) Vic Hood, Mount & Blade 2’s Calradic Empire bring the might of heavy cavalry and combined arms, su pcgamesn.com, 9 febbraio 2018. URL consultato il 4 aprile 2019.
  7. ^ (EN) Vikki Blake, Find out more about Mount & Blade 2: Bannerlord's faction, the Vlandians, su pcgamer.com, 3 dicembre 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  8. ^ (EN) Dev Blog 14/12/17, su TaleWorlds, 12 dicembre 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  9. ^ (EN) Tanner Dedmon, Mount & Blade II: Bannerlord Names Aserai as Next Faction, su comicbook.com, 14 gennaio 2018. URL consultato il 4 aprile 2019.
  10. ^ (EN) Dev Blog 09/11/17, su taleworlds.com, 11 novembre 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  11. ^ (EN) Dev Blog 19/10/17, su taleworlds.com, 19 ottobre 2017. URL consultato il 4 aprile 2019.
  12. ^ TaleWorlds Entertainment, Mount & Blade II: Bannerlord Gamescom 2016 Siege Defence Gameplay, 17 agosto 2016. URL consultato il 18 novembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi