Miracolo nella 34ª strada

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 1947, vedi Il miracolo della 34ª strada.
Miracolo nella 34ª strada
Miracolo nella 34 strada.png
Kris Kringle, il Babbo Natale (Richard Attenborough) in una scena del film
Titolo originale Miracle on 34th Street
Paese di produzione USA
Anno 1994
Durata 110 min
Genere fantastico, drammatico, sentimentale, avventura
Regia Les Mayfield
Soggetto Valentine Davies
Sceneggiatura George Seaton, John Hughes
Casa di produzione 20th Century Fox, Hughes Entertainment
Fotografia Julio Macat
Montaggio Raja Gosnell
Musiche Bruce Broughton
Scenografia Doug Kraner
Costumi Kathy O'Rear
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Miracolo nella 34ª strada (Miracle on 34th Street) è un film diretto da Les Mayfield e come protagonista Richard Attenborough, nei panni di Babbo Natale. È un remake del celebre film Il miracolo della 34ª strada del 1947 diretto da George Seaton.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia il 24 Novembre, giorno del ringraziamento Tony, il Babbo Natale dei grandi magazzini Cole dovrebbe chiudere sulla slitta tirata da delle finte renne la grande sfilata per le strade di New York tuttavia viene sorpreso ubriaco durante lo svolgimento del suo lavoro dal signor Kris Kringle. Dato il suo aspetto molto somigliante a Babbo Natale, quest'ultimo viene assunto al posto di Tony dalla signora Dorey Walker.

Kris si immedesima nei panni di Babbo Natale e sostiene di esserlo veramente. Tutti i bambini credono che lui sia il vero Babbo Natale, tranne Susan, la dolce figlia di Dorey, mentre un amico di Dorey, Bryan Bedford cerca di convincere la piccola a credere. Alla fine anche Susan inizia ad affezionarsi a Kris, che una sera, mentre gli fa da babysitter, gli confessa cosa vorrebbe per Natale: un papà, una casa e un fratellino. Kris convince la piccola che se inizierà a credere in Babbo Natale, avrebbe ottenuto quelle cose e Susan inizia a credere.

Nel frattempo i concorrenti dei magazzini Cole ordiscono un piano per screditare il Babbo Natale di Cole Kris Kringle. Riescono a farlo arrestare e a rinchiuderlo in una clinica psichiatrica. Con l'aiuto di Bryan che è un avvocato, Dorey prende il caso di Kris in tribunale e si batte affinché la gente si convinca che Babbo Natale esista. Quando tutto sembra ormai compromesso per Kris Kringle poiché non sì è riusciti a dimostrare la vera esistenza di Babbo Natale la piccola Susan si avvicina mostrando al giudice una cartolina di Natale con una banconota da un dollaro. Sul retro è stata cerchiata la scritta "In God we trust" ("In Dio noi confidiamo"), perciò il giudice emette la sua sentenza sullo stesso principio di fiducia in Babbo Natale e Kris viene scagionato.

A seguito del caso giudiziario, Dorey e Bryan sono manovrati da Kris nel realizzare i loro veri sentimenti per l'altro, e si sposano in una piccola cerimonia subito dopo la messa di mezzanotte della vigilia di Natale. La mattina di Natale, Susan si sveglia scoprendo il matrimonio rendendosi conto che il suo desiderio di avere un papà per Natale si è esaudito; si avvera anche il suo desiderio di avere una casa, e per questo ne comprano un'altra in campagna. Quando Dorey e Bryan chiedono a Susan che cosa avesse chiesto per Natale, lei confessa di volere un fratellino, e i due coniugi abbassano lo sguardo verso il grembo di Dorey e si baciano. Finalmente, Susan è riuscita ad ottenere quello che ha chiesto.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema