Maria Letizia Bonaparte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Letizia Bonaparte
Maria Letícia Bonaparte, Duquesa de Aosta.jpg
Maria Letizia Bonaparte nel 1898 circa
Duchessa d'Aosta
Coat of arms Bonaparte (Losange).svg Arms of the House of Savoy-Aosta.svg
In carica 11 settembre 1888 -
18 gennaio 1890
Predecessore Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna
Successore Elena d'Orléans
Nome completo francese: Marie Laetitia Eugénie Catherine Adélaïde Bonaparte
italiano: Maria Letizia Eugenia Caterina Adelaide Bonaparte
Nascita Parigi, Francia, 20 dicembre 1866
Morte Moncalieri, Italia, 25 ottobre 1926
Dinastia Bonaparte per nascita
Savoia-Aosta per matrimonio
Padre Napoleone Giuseppe Carlo Paolo Bonaparte
Madre Maria Clotilde di Savoia
Consorte di Amedeo di Savoia
Figli Umberto
Religione Cattolicesimo

Maria Letizia Bonaparte (nome completo Marie Letitia Eugenie Catherine Adelaide Bonaparte[1]; Parigi, 20 dicembre 1866Moncalieri, 25 ottobre 1926) fu una principessa francese della famiglia Bonaparte[1], consorte di Amedeo di Savoia (1845-1890).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

La principessa Maria Letizia nacque a Parigi durante gli ultimi anni del secondo impero francese. Nella sua infanzia e nella sua gioventù visse tra la Francia e l'Italia, dove sua madre si era ritirata per dedicarsi alla religione e alle opere pie. Suo padre era il principe Napoleone Giuseppe Carlo Paolo Bonaparte (1822-1891)[1], figlio di Girolamo Bonaparte (1784-1860), fratello minore di Napoleone Bonaparte, e della principessa Caterina di Württemberg (1783-1835); sua madre era la principessa Maria Clotilde di Savoia (1843-1911)[1], figlia del re Vittorio Emanuele II di Savoia (1820-1878) e dell'arciduchessa Maria Adelaide d'Asburgo-Lorena (1822-1855). L'imperatore Napoleone III era cugino di primo grado di suo padre.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Giunta a Firenze, dove doveva conoscere il suo futuro marito, Emanuele Filiberto di Savoia-Aosta, ci fu un cambiamento di programmi e il matrimonio venne combinato invece con il padre del suo promesso sposo, Amedeo di Savoia, che aveva regnato qualche tempo prima in Spagna come Amedeo I di Spagna. Lo sposo era vedovo della prima moglie Maria Vittoria dal Pozzo della Cisterna.

Il matrimonio diede grande scandalo nella corte italiana per la differenza di età tra i coniugi, che era di ventidue anni, e per il fatto che Amedeo era fratello della madre di Letizia, essendo figlio di Vittorio Emanuele II e di Maria Adelaide d'Asburgo-Lorena. Nel 1888 i fidanzati ottennero la necessaria dispensa papale e si sposarono a Torino l'11 settembre[1] dello stesso anno.

Maria Letizia venne descritta dai contemporanei come una donna ribelle e poco osservante del protocollo, di personalità vivace e allegra. Particolarmente curiosa delle novità tecniche dell'epoca, era una assidua frequentatrice delle corse automobilistiche, spesso in veste di madrina dei circuiti, dove metteva in palio la Coppa Salemi per il pilota che avesse dimostrato la migliore regolarità in gara.

Ultimi anni[modifica | modifica wikitesto]

Rimasta vedova dopo un anno e mezzo di matrimonio, Maria Letizia ebbe, a partire dal 1907, una aperta e scandalosa relazione con un ufficiale di ventuno anni più giovane di lei, il quale, alla morte della principessa, avvenuta nel castello di Moncalieri il 25 ottobre 1926, risultò essere erede universale di tutti i suoi beni.

Venne sepolta nella Cripta Reale, Basilica di Superga, Torino

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Dalle nozze tra Maria Letizia e Amedeo di Savoia nacque un unico figlio:[1]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Carlo Maria Buonaparte Giuseppe Maria Buonaparte  
 
Maria Saveria Paravicini  
Girolamo Bonaparte, Re di Vestfalia  
Maria Letizia Ramolino Giovanni Geronimo Ramolino  
 
Angela Maria Pietrasanta  
Napoleone Giuseppe Bonaparte  
Federico I del Württemberg Federico II Eugenio di Württemberg  
 
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt  
Caterina di Württemberg  
Augusta di Brunswick-Wolfenbüttel Carlo Guglielmo Ferdinando di Brunswick-Wolfenbüttel  
 
Augusta di Hannover  
Maria Letizia Bonaparte  
Carlo Alberto di Savoia Carlo Emanuele di Savoia-Carignano  
 
Maria Cristina di Sassonia  
Vittorio Emanuele II di Savoia  
Maria Teresa d'Asburgo-Lorena Ferdinando III di Toscana  
 
Luisa Maria Amalia di Borbone-Napoli  
Maria Clotilde di Savoia  
Ranieri Giuseppe d'Asburgo-Lorena Leopoldo II d'Asburgo-Lorena  
 
Maria Luisa di Borbone-Spagna  
Maria Adelaide d'Asburgo-Lorena  
Maria Elisabetta di Savoia-Carignano Carlo Emanuele di Savoia-Carignano  
 
Maria Cristina di Sassonia  
 

Titoli e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Darryl Lundy, Genealogia della principessa Maria Letizia Bonaparte, su thepeerage.com, thePeerage.com, 10 maggio 2003. URL consultato il 9 novembre 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • VILA-SAN-JUAN, José Luis (1997 y 1999), Amadeo I: el rey caballero. Planeta.
  • SPERONI, Gigi (1989), Amadeo de Saboya, rey de España. Instituto de la Juventud D.L.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN310598513 · SBN IT\ICCU\MUSV\046945 · GND (DE1057769940 · BNF (FRcb126515840 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-310598513