Lucas Veríssimo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lucas Veríssimo
Lance da partida Santos 0 x 1 Sport Recife, válida pela 10ª rodada do Brasileirão 2017 (35128884340) (cropped).jpg
Veríssimo con la maglia del Santos nel 2017
Nazionalità Brasile Brasile
Altezza 189 cm
Peso 75 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Benfica
Carriera
Giovanili
2011José Bonifácio
2012-2013Linense
2013-2015Santos
Squadre di club1
2015-2021Santos100 (3)[1]
2021-Benfica6 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 3 febbraio 2021

Lucas Veríssimo da Silva (Jundiaí, 2 luglio 1995) è un calciatore brasiliano, difensore del Benfica.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore dalla discreta prestanza fisica, è impiegato prevalentemente come centrale di difesa.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Jundiaí, inizia la propria carriera tra le giovanili del José Bonifácio da dove successivamente passa al Linense, venendo poi promosso in prima squadra nel gennaio 2013.[2]

Nel 2013 passa alle giovanili del Santos.[3] Il 28 novembre 2015, vista la squalifica rimediata da Paulo Ricardo, è chiamato in prima squadra dall'allenatore Dorival Júnior in occasione della sfida di campionato contro il Vasco da Gama.[4] Una serie di infortuni all'interno della rosa del Santos lo porta ad ottenere un posto fisso in prima squadra.[5]

Debutta coi bianconeri il 30 gennaio 2016, partendo titolare in un pareggio di Campeonato Paulista contro il São Bernardo (1-1).[6] Il ritorno di David Braz e l'acquisto di Luiz Felipe gli fanno tuttavia perdere il posto tra le gerarchie di Dorival Júnior. Compie il suo esordio in Série A il 14 settembre 2016, subentrando a Lucas Lima in una vittoria in trasferta contro il Botafogo.[7]

Dopo quasi un decennio con la formazione bianconera, il 4 gennaio 2021 viene acquistato per 6,5 milioni di euro dal Benfica,[8] che lo lascia contestualmente al Santos fino alla fine di gennaio, per riuscire a disputare con il club la finale di Coppa Libertadores 2020, poi persa contro il Palmeiras.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 44 (4) considerando le presenze nel Campionato Paulista.
  2. ^ (PT) Linense sobe três atletas da base e contrata mais dois para o Paulistão [Linense promotes three youth players and signs two more for the Paulistão], Globo Esporte, 22 gennaio 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  3. ^ (PT) Zagueiro da base do Santos abriu mão de dinheiro e viveu sufoco antes de despontar [Stopper from Santos' youth setup let go of money and had a bad time before emerging], Quem Não Sonhou?, 13 novembre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  4. ^ (PT) Sem titulares, Dorival deve relacionar zagueiro da base para jogo no Rio [Without starters, Dorival may call up youth setup's stopper for the match in Rio], Globo Esporte, 28 novembre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  5. ^ (PT) Além de subir jovem da base, Santos quer "zagueiro cascudo" para 2016 [Aside from promoting youth graduate, Santos wants "tough stopper" for 2016], Globo Esporte, 30 dicembre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  6. ^ (PT) Santos joga mal, irrita torcida na Vila, mas busca o empate contra o São Bernardo [Santos plays poorly, irritates crowd at Vila, but pursues a draw against São Bernardo], Globo Esporte, 30 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  7. ^ (PT) Com gol no início, Santos vence o Botafogo, que pressiona e reclama [With goal at the start, Santos defeat Botafogo, which put pressure and complain], Globo Esporte, 14 settembre 2016. URL consultato il 14 settembre 2016.
  8. ^ (pr) Amanda Bernard, Lucas Verissimo novo jogador do Benfica, su sambafoot.com, 6 gennaio 2021. URL consultato il 31 gennaio 2021. Lingua sconosciuta: pr (aiuto)
  9. ^ (PT) Alex Sabino, Cuca opta pela cautela no Maracanã, e Santos perde chance do tetra, su www1.folha.uol.com.br, 30 gennaio 2021. URL consultato il 31 gennaio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]