Linea 10 (metropolitana di Parigi)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Linea 10 Metro-M.svgParis m 10 jms.svg
Linea della metropolitana di Parigi
Inaugurazione 1923
Ultima estensione 1981
Gestore RATP
Materiale rotabile MP 67
Stazioni 23
Lunghezza 11,7 km
Distanza media
tra stazioni
532 m
Passeggeri
al giorno
all'anno
Fonte: [1]
-
41,5 milioni (2004)
Pianta della linea

La linea 10 è una delle 16 linee della metropolitana di Parigi. La linea collega Pont de Saint Cloud (Boulogne-Billancourt) a ovest con Gare d'Austerlitz. La linea è la meno trafficata delle 14 principali linee di metropolitana (escluse le linee 3bis e 7bis).

Vi è una stazione fantasma chiamata Croix Rouge tra Sèvres Babylone e Mabillon, che è stata chiusa nel 1939.

La linea[modifica | modifica sorgente]

La linea 10 si separa in due sezioni a senso unico tra Boulogne - Jean Jaurès (ovest) e Javel - André Citroën (est). Con lo scambio con la linea 9, è possibile passare da una sezione all' altra.

Sezione est:

da Javel - André Citroën

  • Église d'Auteuil
  • Michel-Ange — Auteuil (incrocio linea 9)
  • Porte d'Auteuil

a Boulogne - Jean Jaurès


Sezione est:

da Javel - André Citroën

  • Mirabeau
  • Chardon Lagache
  • Michel-Ange — Molitor (incrocio linea 9)

a Boulogne - Jean Jaurès

Cronologia[modifica | modifica sorgente]

  • 30 dicembre 1923: la prima sezione della linea 10 è stata aperta tra Invalides e Croix Rouge (oggi, la maggior parte di questa sezione è servita dalla linea 13).
  • 10 marzo 1925: la linea è stata estesa a est da Croix Rouge a Mabillon.
  • 14 febbraio 1926: la linea è stata prorogata da Mabillon a Odéon.
  • 15 febbraio 1930: la linea è stata temporaneamente estesa da Odéon a Place d'Italie.
  • 7 marzo 1930: la linea è stata estesa da Place d'Italie a Porte de Choisy.
  • 26 aprile 1931: la sezione da Place Monge a Porte de Choisy è stata trasferita alla linea 7 (dopo l'apertura del tunnel sotto la Senna della linea 7). La linea 10 è stata inoltre estesa da Maubert-Mutualité a Jussieu.
  • 27 luglio 1937: la sezione da Duroc a Invalides è stata trasferita alla ex linea 14 (ora parte della linea 13).
  • 29 luglio 1937: la linea è stata estesa a ovest da Duroc a La Motte-Picquet. La sezione La Motte-Picquet - Porte d'Auteuil è stata trasferita dalla linea 8 alla linea 10.
  • 12 luglio 1939: la linea è stata estesa a est da Jussieu a Gare d'Austerlitz-Orléans, oggi Gare d'Austerlitz.
  • 2 settembre 1939: all'inizio della seconda guerra mondiale, come per molte altre stazioni, il servizio nelle stazioni di Croix-Rouge e Cluny-La Sorbonne venne cessato. Entrambe le stazioni sono state infine chiuse definitivamente.
  • 3 ottobre 1980: la linea è stata estesa a ovest da Porte d'Auteuil a Boulogne-Jean Jaurès.
  • 2 ottobre 1981: la linea è stata estesa da Boulogne-Jean Jaurès a Pont de Saint-Cloud.
  • 17 febbraio 1988: con l'apertura di St-Michel sulla linea RER B, Cluny-La Sorbonne è stata riaperta per consentire un collegamento tra le linee.

Stazioni che hanno cambiato nome[modifica | modifica sorgente]

  • 15 maggio 1921: Wilhem (allora sulla linea 8) viene rinominata Église d'Auteuil.
  • 1923: Sèvres - Croix Rouge viene rinominata Sèvres - Babylone.
  • 14 luglio 1945: Beaugrenelle viene rinominata Charles Michels.
  • 1979: Gare d'Orléans-Austerlitz viene rinominata Gare d'Austerlitz.

Mappa[modifica | modifica sorgente]

Mappa accurata della linea 10.

Turismo[modifica | modifica sorgente]

La linea 10 passa vicino a diversi luoghi di interesse:

  • stadio di calcio "Parc des Princes" (casa della società Saint-Germain Football Club)
  • Invalides, che ospita la tomba di Napoleone Bonaparte
  • Saint-Germain-des-Prés, famosa per la sua storia legata alla nascita di esistenzialismo, il suo amore per il jazz nelle vecchie grotte, le sue antiche chiese e i suoi monasteri e alcuni famosi caffè
  • Saint-Michel e il quartiere latino
  • l'Institut du Monde Arabe (Istituto del mondo arabo)
  • la Gare d'Austerlitz

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]