Lega Balcanica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La lega balcanica era un'alleanza fra il regno di Serbia, il regno del Montenegro, regno di Grecia e regno di Bulgaria contro l'impero ottomano durante le guerre balcaniche.

Al termine della guerra italo-turca del 1911 (durante la quale l'impero ottomano aveva dovuto cedere la Cirenaica, la Tripolitania, Rodi ed il Dodecanneso), gli stati balcanici compresero la necessità di un'alleanza per affrontare la Turchia. Questo si tradusse, dopo pressioni diplomatiche russe, nella firma di un accordo segreto bilaterale e di un'alleanza difensiva fra Serbia e Bulgaria il 13 marzo; successivamente si passò ad un'alleanza militare il 12 maggio. La Grecia, non volendo essere esclusa da un'alleanza anti-turca e da un'eventuale spartizione territoriale, avviò le trattative con la Bulgaria che portarono alla firma di un'alleanza difensiva con il trattato greco-bulgaro firmato a Sofia il 29 maggio 1912. A questo trattato seguì un analogo accordo fra Bulgaria e Montenegro, formando una rete di alleanze in chiave anti-turca.

Questi sviluppi non passarono inosservati, provocando le reazioni delle grandi potenze. La Francia, sospettando un piano russo per imporre la propria influenza sui Balcani, si ritrovò alleata con l'impero asburgico, che a sua volta non desiderava un forte stato serbo ai suoi confini meridionali; in questo modo anche le altre potenze furono obbligate a prendere posizione contro le mire della lega balcanica.

Tuttavia la debolezza interna dell'impero ottomano rappresentava un'opportunità troppo buona per la lega balcanica, i cui governi continuarono i preparativi bellici. Il primo Stato a dichiarare guerra all'impero ottomano fu il Montenegro, l'8 ottobre 1912, segnando l'inizio della prima guerra balcanica. Gli altri tre stati dichiararono guerra alla Turchia il 17 ottobre dopo aver inviato un ultimatum il 13 ottobre.

La guerra si concluse con la vittoria della lega balcanica; tuttavia i dissensi fra gli Stati della lega sfociarono in ulteriori tensioni causate dalla spartizione della Macedonia. Tali tensioni portarono alla seconda guerra balcanica, che vide la Bulgaria contrapporsi a Serbia e Grecia, successivamente appoggiate da impero ottomano e Romania.

Controllo di autoritàVIAF (EN316592987
Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia