La profezia di Kaena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La profezia di Kaena
Titolo originale Kaena: La prophétie
Lingua originale Francese, inglese
Paese di produzione Francia, Canada
Anno 2003
Durata 85 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85 : 1
Genere animazione, avventura, fantascienza
Regia Chris Delaporte, Pascal Pinon
Soggetto Patrick Daher, Chris Delaporte, Tarik Hamdine, Benjamin Legrand, Kenneth Oppel
Sceneggiatura Patrick Daher, Chris Delaporte, Tarik Hamdine, Benjamin Legrand, Kenneth Oppel
Casa di produzione Chaman Productions, Studio Canal, TVA International
Animatori Michael Brunet, Frédéric Côté, Marco Foglia, Benoît Gagné, Emilio Ghorayeb, Jean Marc Ky, Andrew Ogawa
Montaggio Bénédicte Brunet
Effetti speciali Gamiette Rémi
Musiche Farid Russlan
Doppiatori originali

La profezia di Kaena (Kaena: La prophétie) è un film d'animazione del 2003, diretto da Chris Delaporte e Pascal Pinon.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un'astronave aliena precipita su un pianeta apparentemente deserto e inabitato. I pochi alieni che sopravvivono al violento impatto, noti come Vecariani, vengono rapidamente uccisi da alcuni feroci predatori, i Seleniti. Dal nucleo dell'astronave, Vecanoi, sopravvissuto anch'esso, si erige un imponente albero, Axis, che arriva ai confini dell'atmosfera, nello spazio.

600 anni dopo. Axi è diventato l'habitat di una razza semiumana, le cui origini vegetali sono ben visibili, verosimilmente a degli "uomini-albero". Uno di questi esseri, Kaena, una giovane ragazza bramosa di avventure, annuncia pubblicamente l'intenzione di viaggiare oltre i confini del suo villaggio, ma viene marchiata come eretica dall'anziano saggio, che invece le consiglia di fare come tutti i tuoi simili: lavorare e produrre per gli dei adorati, che altro non sono che i Seleniti.

Guidata da alcuni sogni profetici, nei quali intravede acqua e paesaggi paradisiaci, Kaena inizia il suo viaggio, dapprima arrivando alla cima di Axis, dove qui fa la conoscenza di Opaz, che si scopre essere l'ultimo dei Vecariani approdati sul pianeta secoli prima. Qui, Opaz ha creato, grazie alle proprie facoltà intellettive, una speciale famiglia di vermi che lo hanno aiutato a fuggire dal pianeta sottostante. Venuto a conoscenza delle visioni di Kaena, Opaz si convince della realtà d'esse, e con lei si convince a raggiungere Vecanoi, dove è racchiusa la memoria remota collettiva del suo popolo.

Ma l'impresa non è facile come sembra, Opaz ricorda ancora il tragico incontro coi Seleniti e, proprio nel punto in cui si trova Vecanoi, si trova ora il principale raccordo dei predatori, guidati dalla loro Regina, da sempre con un conto in sospeso verso il nucleo straniero, accusato d'aver rovinato il suo pianeta e il suo popolo.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995, insieme alla sua compagine, l'artista di grafica al computer Chris Delaporte realizzò un video di 25 minuti in CG per il videogioco Heart of Darkness, approcciandogli uno stile molto rassomigliante ad un'opera cinematografica, poi presentato a Los Angeles. Proprio qui, Steven Spielberg, George Lucas, Michael Eisner e altre persone, ebbero l'occasione di vedere il demo e spiegarono a Delaporte come se ne potesse trarre un film. Spielberg affiancò all'artista una squadra di cinque uomini per iniziare a dedicarsi al progetto ma, dal momento che più parti si espressero per completare prima il videogioco, il lavoro fu presto abbandonato.[1]

Delaporte era estasiato dall'idea di produrre per sé un lungometraggio in grafica al computer, perciò si tirò fuori dalla compagnia per la quale lavorava, trasferendo il soggetto cui aveva messo mano da videogioco a film alla fine del 1995. All'epoca non era ancora uscito nessun film del genere, ma pochi mesi dopo lo sviluppo embrionale di La profezia di Kaena, uscì nei cinema internazionali Toy Story, che portò l'artista ad affermare in maniera concreta la propria idea. Dopo sette anni e mezzo di sviluppo, si concretizzò in un lungometraggio La profezia di Kaena, il primo film in animazione al computer di produzione francese.[1]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il film originale è stato girato in lingua inglese, avvalendosi di volti noti del cinema hollywoodiano per dare le voci ai personaggi, poiché Delaporte e i produttori volevano che il prodotto fosse visibile per il mercato internazionale. In seguito, è stato doppiato anche in francese.[1] Doppiatori della versione francese:

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La profezia di Kaena ha debuttato nelle sale cinematografiche francesi il 4 giugno 2003, seguito da alcune uscite limitate in Thailandia e Stati Uniti d'America rispettivamente il 25 giugno e il 9 luglio 2004.[2]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Delaporte ha dichiarato d'aver pensato a Kaena come il punto di partenza ideale per lo sviluppo di seguiti per il futuro, anche in relazione all'universo immaginario al suo interno. Nel 2004, l'artista aveva scritto un trattamento, sottolineando come prima avesse intenzione di dedicarsi ad altro, salvo poi tornare sul materiale abbozzato ed espandere la storia in film.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Ed Douglas. An Interview with Kaena Director Chris Delaporte. FilmJerk, 18-06-2004 (ultimo accesso il 25-09-2010).
  2. ^ La profezia di Kaena: Release Dates. Imdb (ultimo accesso il 25-09-2010),

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema