Kōnstantinos Kōnstantinidīs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Kostas Konstantinidis)
Kōstas Kōnstantinidīs
Nome Kōnstantinos Kōnstantinidīs
Nazionalità Grecia Grecia
Altezza 175 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2008
Carriera
Giovanili
1990-1994 Arīs Salonicco
Squadre di club1
1994-1996 OFI Creta 60 (7)
1996-1999 Panathīnaïkos 47 (2)
1999-2001 Hertha Berlino 60 (7)
2001-2002 Bolton 3 (0)
2002-2004 Hannover 96 43 (3)
2004-2005 Colonia 43 (3)
2005-2007 OFI Creta 14 (1)
2007-2008 Nea Salamis 35 (1)
Nazionale
1995-2003 Grecia Grecia 38 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 29 ottobre 2009

Kōnstantinos Kōnstantinidīs, detto Kōstas (in greco: Κωνσταντίνος "Κώστας" Κωσταντινίδης; Schorndorf, 31 agosto 1972), è un ex calciatore greco.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Cresce nelle giovanili dell'Aris Salonicco tra il 1990 e il 1994, per poi essere ingaggiato come professionista dall' Omilos Filathlon Irakleiou, squadra con sede a Heraklion, nell'isola di Creta. In due stagioni, grazie al buon rendimento conquista anche la nazionale, realizza 7 gol in 60 presenze nel campionato ellenico e quindi passa alla più blasonata Panathinaikos, neo campione di Grecia per la stagione 1996-1997.

Nella squadra di Atene arriva nel periodo di secca del club, sovrastato in quegli anni da Olympiakos ed AEK Atene. Nelle 3 stagione con i verde-bianco trova meno spazio del previsto, a causa anche dello scarso rendimento rispetto alle attese. La società quindi lo mette sul mercato e per 1 milione e 300 mila euro arriva l'accordo con i tedeschi dell'Hertha Berlino, in Bundesliga. Nella capitale tedesca torna quello di una volta e gioca con più costanza. Esordisce il 15 agosto 1999 nella vittoria contro l'Hansa Rostock per 5-2. La prima realizzazione verrà rinviata solo a dicembre nel match casalingo pareggiato in rimonta, grazie al suo gol, contro il Monaco 1860.

Nell'estate del 2001 arriva anche l'esperienza inglese nelle fila del Bolton. Si chiuderà tutto con 3 presenze in campionato e un ruolo da emarginato. Torna così in Germania, terra che l'aveva accolto e fatto rinascere. Così arriva prima l'esperienza nell'Hannover 96 e poi quella nel Colonia.

Per la fine della sua carriera decide di tornare all'Omilos Filathlon Irakleiou per un paio di stagione e concludere nel Nea Salamis.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1995 al 2003 è nel giro della nazionale. Ottiene 38 presenze e realizza 1 rete.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]