Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kim Jong-hyun (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kim Jong-hyun
Jonghyun at 2016 Korean Popular Culture And Arts Awards.jpg
Kim Jong-hyun nel 2016
NazionalitàCorea del Sud Corea del Sud
GenereK-pop
Elettropop
Dance pop
Rhythm and blues
Periodo di attività musicale2008 – 2017
Strumentovoce
EtichettaSM Entertainment
GruppiSHINee
Album pubblicati4
Studio2
Raccolte2
Logo ufficiale
Sito ufficiale

Kim Jong-hyun[3] (Seul, 8 aprile 1990[1]Seul, 18 dicembre 2017[2]) è stato un cantante, ballerino, modello, compositore e conduttore radiofonico sudcoreano.

Cantante principale della boy band SHINee, partecipò anche al gruppo-progetto della sua agenzia S.M. The Ballad. Debuttò come solista il 12 gennaio 2015, con il suo primo EP, intitolato Base. Nello stesso anno, il 17 settembre, pubblicò l'album compilation Story Op.1, mentre il 24 maggio 2016 il suo primo album esteso, intitolato She Is. Il 24 aprile 2017 pubblicò il suo secondo album compilation Story Op.2. Il suo ultimo disco, l'opera postuma Poet / Artist, uscì il 23 gennaio 2018[4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Prima del debutto, al liceo suona come bassista di un gruppo e successivamente duetta con la cantante Zhang Liyin nella canzone Wrongly Given Love. Viene scoperto ai casting della S.M. Entertainment nel 2005, e in seguito lascia la scuola per dedicarsi alla musica[5]. Nel 2008, viene scelto come membro del quintetto degli SHINee, con i quali debutta il 25 maggio 2008 eseguendo la canzone "Replay" al programma Inkigayo[6].

Oltre ad essere la voce principale della band, nel 2009 inizia a contribuire alle attività del gruppo come autore, scrivendo il testo del quarto singolo coreano "Juliette"[7][8]. Negli anni successivi produce altri testi per gli SHINee, tra cui "Obsession", parte di "Up & Down", "Honesty" e "Alarm Clock", quest'ultima con l'aiuto dell'altro componente della band Minho. Nel 2010 entra in un complesso chiamato SM The Ballad, che canta canzoni melodiche e ballate[9]. Nel 2011 canta "So Goodbye" per il drama City Hunter.

Nell'ottobre 2013, debutta come compositore del brano "A Gloomy Clock", incluso nel terzo album della cantante IU, Modern Times[10]. Due mesi dopo, esce "Red Candle" di Son Dam-bi, anch'essa composta e scritta da Kim[11]. Dopo quattro anni di pausa, il 4 febbraio 2014 tornano gli SM the Ballad, con una nuova formazione; soltanto lui rimane del gruppo originale. Partecipa anche ad un duetto con Kim Tae-yeon delle Girls' Generation intitolato "Breath", mentre a luglio diventa conduttore radiofonico del programma "Blue Night" della MBC, sostituendo Ahn Jung-yeop dei Brown Eyed Soul[12]. L'avrebbe lasciato il 9 marzo 2017 per concentrarsi sul tour in Giappone e Nord America degli SHINee[13].

Il 12 gennaio 2015, fa il suo debutto solista con l'EP Base[14]. L'album incontra il consenso della critica e attira l'attenzione per la sua partecipazione al processo di creazione e alle molteplici collaborazioni con artisti al di fuori della S.M. Entertainment, tra cui Younha, Wheesung e Zion.T. Il disco si piazza primo nelle classifiche fisiche Billboard World Album Chart e Gaon Album Chart[15][16]. Intanto canta "She" per Minyeo-ui tansaeng.

Nell'agosto 2015, Kim tiene il suo primo concerto solista, "The Story by Jonghyun"[17] (dodici concerti sold-out che si concludono ad ottobre[18]) e pubblica una raccolta delle sue canzoni registrate al programma radiofonico "Blue Night". Il disco, Story Op.1, esce il 17 settembre 2015[19]; in seguito pubblica il libro "Skeleton Flower: Things That Have Been Released and Set Free", nel quale racconta l'esperienza come compositore e le sue fonti di ispirazione[20]. Ad ottobre viene indicato come uno dei cinque migliori cantanti k-pop in un'indagine svolta su quaranta anonimi appartenenti al mondo discografico[21].

Il 24 maggio 2016, la S.M. Entertainment fa uscire il suo primo album in studio, She Is, che contiene nove tracce, principalmente scritte dall'artista stesso[22]. Il 24 aprile 2017 viene invece pubblicata la seconda raccolta, Story Op.2[23], e tra maggio e luglio viene organizzata una serie di venti concerti, intitolata "The Agit (The Letter)"[24][25]. Il 9 e il 10 dicembre 2017, Kim tiene un concerto dal titolo "Inspired" al South Korea Olympic Handball Gymnasium[26]. Nel frattempo si prepara al proprio ritorno solista sulla scena musicale il gennaio successivo, registrando il video musicale per il suo nuovo singolo[27]. Il disco, intitolato Poet / Artist, viene pubblicato postumo il 23 gennaio 2018 in formato fisico e il giorno successivo in formato digitale; i profitti vengono consegnati alla madre del cantante e utilizzati per l'istituzione di un'organizzazione che aiuti coloro che vivono in circostanze difficili[4].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

I fan compiangono Kim presso la camera ardente, 20 dicembre 2017.

Il 18 dicembre 2017, Jonghyun affittò un appartamento a Cheongdam-dong, Gangnam, per due giorni e fece il check in alle 12 (ora coreana)[28][29]. Alle 16:42 sua sorella maggiore Kim So-dam effettuò una chiamata d'emergenza al pronto intervento, denunciando che il fratello si stava probabilmente suicidando, avendole inviato vari messaggi di testo su KakaoTalk contenenti la frase "questo è il mio ultimo addio"[30][2][31]. Secondo quanto riportato, era stato visto per l'ultima volta ad un convenience store vicino all'appartamento[32][33][34].

Dopo aver rintracciato la sua posizione dal cellulare della sorella[35], intorno alle 18:10 la polizia e il pronto intervento lo rinvennero privo di sensi sul pavimento nell'appartamento; la stanza era piena di fumo e sul pavimento c'era del vomito[29]. Fu portato immediatamente all'ospedale dell'università Konkuk in arresto cardiaco[2] e gli fu praticata la rianimazione d'emergenza, tuttavia non riprese conoscenza e fu dichiarato morto alle 18:32, all'età di 27 anni[31][36][37][38][39][40]. Gli investigatori ritennero che la causa del decesso fosse l'inalazione di vapori tossici o fumo, avendo rinvenuto delle bricchette di carbone bruciate in una padella[36], tuttavia la famiglia richiese di non procedere con l'autopsia e il caso fu archiviato come suicidio[41][42].

Vari media collegarono la sua morte alla depressione, avendo ammesso in un'intervista a maggio di fare i conti con "sentimenti deprimenti" da quando era piccolo[5][43]. Inoltre, durante i concerti di dicembre, aveva ignorato il gobbo con l'annuncio del suo ritorno sulla scena musicale nel gennaio 2018[44] ed eseguito un nuovo pezzo intitolato "Phantom Pain (Only One You Need)", sul consolare gli altri dopo la perdita di una persona cara[45][46].

In seguito al suo decesso, la cantante e amica Nine9 del gruppo Dear Cloud pubblicò su Instagram l'ultima lettera che le aveva scritto, tre o quattro giorni prima del suo concerto del 9 dicembre[47][48]; il messaggio faceva riferimento ad una depressione "divorante" e diceva "ero spezzato dall'interno"[49][50]. La camera ardente fu aperta al pubblico presso l'Asan Medical Center a Songpa-gu, Seul[42], e le esequie vennero celebrate il 21 dicembre alla presenza di familiari e amici intimi[51][52][53]. Il feretro fu sepolto in una località segreta[54].

La sua apparizione nel varietà Bam dokkaebi, che sarebbe dovuta andare il onda il 24 dicembre su JTBC, non fu trasmessa[55]. Delle sue foto e scritte di cordoglio furono incluse nel video della canzone "Dear My Family", pubblicato il 29 dicembre 2017, da lui incisa insieme agli altri membri della SM Entertainment[56].

Immagine pubblica[modifica | modifica wikitesto]

Kim Jong-hyun è stato il primo artista della S.M. Entertainment ad aver partecipato intensivamente alla scrittura, all'organizzazione e alla composizione di un album[57]. Kim Da-hee del Korea Times lo definì uno dei quattro cantanti che si erano distinti dalla massa di idol creati dall'industria k-pop insieme a G-Dragon, Zico and Jung Jin-young, grazie all'"eccezionale talento nella scrittura di canzoni, nella produzione e nella danza, uniti ad altre abilità che li rendono musicisti di successo"[58]. La sua musica viene considerata dotata di uno stile proprio ed unico, e il cantante è stato lodato per aver scritto la maggior parte delle proprie tracce[59]. Insight Korea lo inserì tra i sette membri di gruppi idol che sembravano essere "nati per la musica"[60].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 – She Is (SM Entertainment, KT Music)
  • 2018 – Poet / Artist (SM Entertainment, KT Music)

Raccolte[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Story Op.1 (SM Entertainment, KT Music)
  • 2017 – Story Op.2 (SM Entertainment, KT Music)

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Base (SM Entertainment, KT Music)

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – Déjà-Boo (feat. Zion,T)
  • 2015 – Crazy Guilty Pleasure (feat. Iron)
  • 2015 – End of the Day
  • 2016 – Your Voice
  • 2016 – She Is
  • 2016 – Inspiration
  • 2017 – Lonely (feat. Kim Tae-yeon)
  • 2018 – Shinin'

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 – Wrongly Given Love (Zhang Liyin feat. Jonghyun)
  • 2013 – A Gloomy Clock (IU feat. Jonghyun)
  • 2016 – Oh Yeah (Uhm Jung-hwa feat. Jonghyun)

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

  • MBC Entertainment Awards
    • 2015 – Premio all'eccellenza (categoria radio) per Blue Night[61]
  • Golden Disk Awards
    • 2016 – Disco Bonsang per Base[62]
  • Mnet Asian Music Awards
    • 2016 – Candidatura a Miglior artista maschile[63]

Tournée[modifica | modifica wikitesto]

  • 2015 – The Story by Jonghyun[64]
  • 2016 – Jonghyun – X – Inspiration[65]
  • 2017 – The Agit[66]
  • 2017 – Inspired[26]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mark James Russell, K-POP Now!: The Korean Music Revolution, Tuttle Publishing, 29 aprile 2014.
  2. ^ a b c What Is Jonghyun's Cause Of Death? K-Pop Band SHINee’s Singer Dead, su ibtimes.com, 18 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  3. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Kim" è il cognome.
  4. ^ a b (EN) SM Announces Plans For Release Of Album By SHINee's Jonghyun | Soompi, su www.soompi.com. URL consultato il 19 gennaio 2018.
  5. ^ a b (KO) 푸른 밤 종현이었습니다 - 에스콰이어 코리아 Esquire Korea, in Esquire Korea, 24 aprile 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  6. ^ SM 대형 신인 '샤이니' 25일 '인기가요' 통해 데뷔 | HEI, su hei.hankyung.com, 11 luglio 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2016).
  7. ^ (EN) standing alone, kim jonghyun is unlike any other k-pop idol, in I-d, 21 giugno 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  8. ^ 노래도 자라고 키도 자라고 … 남동생 티 벗은 샤이니, su news.joins.com, 30 settembre 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2016).
  9. ^ 규현·종현·제이, 신예 지노와 프로젝트 SM더발라드 그룹 결성 - 중앙일보 연예, su article.joinsmsn.com, 12 marzo 2012. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2012).
  10. ^ (KO) '컴백' 아이유, 최백호-양희은 등 '초호화 피처링' 눈길, in 아시아경제, 23 settembre 2013. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  11. ^ (EN) NEWS | Get The Latest News on K-pop & Your Star, su mwave.interest.me. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  12. ^ SHINee singer joins MBC radio-INSIDE Korea JoongAng Daily, su koreajoongangdaily.joins.com, 19 luglio 2016. URL consultato il 20 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2016).
  13. ^ (KO) [공식입장] MBC 측 “샤이니 종현, ‘푸른 밤’ DJ 하차...후임 미정”. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  14. ^ (EN) SHINee′s Jonghyun to Collaborate with Younha, Wheesung and Iron in First Solo Album | Mwave, su mwave.interest.me. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  15. ^ SHINee's Jonghyun Rises to No. 1 on World Albums Chart With 'Base' EP, in Billboard. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  16. ^ SHINee’s Jonghyun tops Gaon chart. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  17. ^ 샤이니 종현, SM 콘서트 시리즈 첫 주자 '10월 솔로 콘서트 개최', su 이데일리, 25 agosto 2015. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  18. ^ (EN) NEWS | Get The Latest News on K-pop & Your Star, su mwave.interest.me. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  19. ^ SHINee’s Jonghyun talks about new album and novel. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  20. ^ Jonghyun’s first full album out this month, su Korea JoongAng Daily. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  21. ^ Who are the top five K-pop idol vocalists?. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  22. ^ (EN) SHINee’s Jonghyun Prepares for Solo Album | Mwave, su mwave.interest.me. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  23. ^ (KO) 종현, 24일 두번째 소품집 ‘이야기 Op.2’ 발표…전곡 자작곡 [공식]. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  24. ^ Jonghyun to hold extra concerts. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  25. ^ (KO) | 종현, 솔로 콘서트 ‘유리병편지’ 20회 공연 대장정 마침표텐아시아, in 텐아시아, 03 luglio 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  26. ^ a b (KO) [공식] 샤이니 종현, 12월 솔로 콘서트 개최…15일 예매 오픈. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  27. ^ (KO) 故샤이니 종현, 내년초 솔로 신곡 발표 앞두고 사망…슬픔 더하는 이유. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  28. ^ (KO) 경찰 "샤이니 종현, 사망 이틀전 누나에 우울증 호소". URL consultato il 30 dicembre 2017.
  29. ^ a b (KO) 샤이니 종현,레지던스서 갈탄 자살..침대와 테이블 사이 방바닥..구토 흔적도 (종합). URL consultato il 30 dicembre 2017.
  30. ^ (EN) Breaking: SHINee's Jonghyun Has Passed Away; Police Confirm | Soompi, su www.soompi.com. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  31. ^ a b [Update] SHINee’s Jonghyun dies in hospital, su koreaherald.com, 18 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  32. ^ (KO) CCTV에 담긴 종현의 생전 마지막 모습, in 중앙일보, 20 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  33. ^ SBS 뉴스, 샤이니 종현 사망…서울아산병원 빈소 마련 / SBS, 18 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  34. ^ (KO) "종현은 두 개의 '나' 사이에서 고민했던 것 같다". URL consultato il 30 dicembre 2017.
  35. ^ (KO) 서효정 기자, 샤이니 종현 숨진 채 발견…"힘들었다, 마지막 인사" 문자, 18 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  36. ^ a b (LEAD) SHINee member Jonghyun dies in apparent suicide: police, su english.yonhapnews.co.kr, 18 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  37. ^ (EN) Justin McCurry Rachel Aroesti, Lead singer of South Korean boy band Shinee dies, in The Guardian, 18 dicembre 2017. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  38. ^ (EN) (LEAD) SHINee member Jonghyun dies in apparent suicide: police, in Yonhap News Agency. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  39. ^ (EN) Agence France-Presse, SHINee's Jonghyun joins ill-fated '27 Club', in ABS-CBN News. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  40. ^ (EN) Lucia Binding, 27 Club: K-pop star Jonghyun reveals reason for suicide in heart-breaking farewell note, in International Business Times UK, 19 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  41. ^ (EN) Dead K-pop star 'consumed by depression', in BBC News, 19 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  42. ^ a b (EN) SHINee member's death ruled suicide, no autopsy, The Korea Herald, 19 dicembre 2017. URL consultato il 19 dicembre 2017.
  43. ^ (KO) “작은 한숨 내뱉기도 어려운 하루를 보냈단 걸” 샤이니 종현, 그는…, in 중앙일보, 18 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  44. ^ (KO) [엑's 이슈] 故종현이 1월 컴백을 직접 발표하지 않은 이유, 20 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  45. ^ (KO) [스브스타] 故 종현이 남기고 간 노래 '환상통'…"사랑하는 사람이 사라진 아픔", in SBS NEWS, 21 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  46. ^ (KO) 故종현, 신곡 소개하며 '사라져도 너무 슬퍼하지 마라', in 이데일리, 21 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  47. ^ (KO) 나인 소속사 대표 "나인, 故종현 끝까지 붙잡았지만"(인터뷰). URL consultato il 30 dicembre 2017.
  48. ^ (KO) Nine, Instagram post, su Instagram, 18 dicembre 2017.
  49. ^ (FR) Le suicide de Kim Jong-hyun, star de la K-pop, provoque une onde de choc, in FIGARO, 19 dicembre 2017. URL consultato il 19 dicembre 2017.
  50. ^ (EN) Sonia Kil, Jonghyun Suicide Note Points to K-Pop’s Brutal Pressure, in Variety, 19 dicembre 2017. URL consultato il 19 dicembre 2017.
  51. ^ (KO) [Oh!쎈 초점] 외신취재에 해외팬까지…故종현, 아이돌의 마지막. URL consultato il 21 dicembre 2017.
  52. ^ (EN) Funeral held for K-pop star Jonghyun, in BBC News, 21 dicembre 2017. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  53. ^ (EN) K-pop stars carry SHINee singer Jonghyun's coffin after suicide, in Channel NewsAsia. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  54. ^ SHINee's Jonghyun Laid to Rest In Private Ceremony, in Billboard. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  55. ^ (KO) '밤도깨비' 측 "故 종현, 촬영분 방송 NO…스페셜로 대체"[공식]. URL consultato il 30 dicembre 2017.
  56. ^ SHINee's Jonghyun Featured Posthumously on SM Entertainment Charity Single 'Dear My Family', in Billboard. URL consultato il 22 gennaio 2018.
  57. ^ (EN) SHINee Jonghyun Breaks Loose with Creative Artistry in 2015: A Walk Through Two EPs ‘Base,’ ‘Story Op.1,’ A Lyric Novel, Concert Series, in Venture Capital Post, 17 dicembre 2015. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  58. ^ (EN) Four K-pop musicians defy 'mass-produced' brand, in koreatimes, 12 aprile 2016. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  59. ^ (KO) 지드래곤의 뒤를 이을 ‘차세대’ 아이돌 작곡가 7인, in 인사이트. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  60. ^ (KO) 지드래곤의 뒤를 이을 ‘차세대’ 아이돌 작곡가 7인, in 인사이트. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  61. ^ (KO) 샤이니 종현·이진우, 라디오부문 우수상 [MBC연예대상]. URL consultato il 18 dicembre 2017.
  62. ^ '골든디스크' 엑소·샤이니 종현 3관왕 'SM 쌍끌이 활약' [종합], su tvdaily.asiae.co.kr, 28 gennaio 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 28 gennaio 2016).
  63. ^ 2015 MAMA in HONG KONG | Mnet Asian Music Awards, su mama.mwave.me, 19 luglio 2016. URL consultato il 18 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2016).
  64. ^ [V Report Plus] Jonghyun to go live ahead of first solo concert. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  65. ^ Jonghyun Throws His Solo Concerts in Seoul and Busan, su BNTNews UK. URL consultato il 31 dicembre 2017.
  66. ^ Jonghyun to hold extra concerts. URL consultato il 31 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12151110591537060051