Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

IU (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
IU
IU a Hong Kong il 12 settembre 2015.
IU a Hong Kong il 12 settembre 2015.
Nazionalità Corea del Sud Corea del Sud
Genere K-pop
Rhythm and blues
Dance pop
Periodo di attività 2008 – in attività
Strumento chitarra acustica
Etichetta LOEN Entertainment (KOR)
EMI Records Japan (JPN)
Golden Typhoon (TWN)
Album pubblicati 4
Studio 3
Raccolte 1
Sito web

Lee Ji-eun[1] (hangeul: 이지은; hanja: 李知恩), nota principalmente con il nome d'arte IU (hangeul: 아이유, A-i-yu) (16 maggio 1993) è una cantante, cantautrice e attrice sudcoreana. Firmò nel 2007 con LOEN Entertainment e iniziò la propria carriera di cantante all'età di 15 anni pubblicando l'extended play Lost and Found, raggiungendo il successo a livello nazionale nel 2010 con la canzone "Good Day" (좋은 날)[2], che, insieme a "Gangnam Style" di PSY, detiene il record di brano rimasto più a lungo alla prima posizione (cinque settimane) nella Gaon Digital Chart[3].

Con il successo nel 2011 del singolo Real+ e dell'album Last Fantasy, IU si affermò come una forza formidabile nelle classifiche del proprio paese d'origine e cementò ulteriormente la propria immagine di ragazza della porta accanto come "sorellina" della Corea[4][5], restando ai vertici delle classifiche anche negli anni successivi, pur deviando verso un concetto più maturo[6][7][8]. Il 2011 la vide anche intraprendere la composizione musicale con il brano "Hold My Hand" per la colonna sonora di Choego-ui sarang, strada che proseguì nel corso della propria carriera fino a essere accreditata come sola autrice dei testi e produttrice dell'extended play Chat-Shire nel 2015[9][10].

IU ha pubblicato tre album in studio e nove extended play, aggiudicandosi due album e 14 singoli al primo posto nelle classifiche Gaon. Essendo una dei solisti più venduti dell'industria k-pop, dominata da gruppi maschili e femminili[11], è stata inclusa nella lista delle 40 celebrità più potenti della Corea, stilata dalla rivista Forbes ogni anno, fin dal 2012, quando si classificò terza[12][13][14][15]. Billboard ha invece riconosciuto IU come la leader di tutti i tempi della propria classifica Korea K-Pop Hot 100, avendo il maggior numero di canzoni arrivate al primo posto ed essendo l'artista che ha mantenuto la prima posizione per il maggior numero di settimane[16].

Oltre alla carriera musicale, IU ha anche presentato spettacoli radiofonici e televisivi, e si è dedicata alla recitazione.

Al 2015, ha uno dei fan club ufficiali più grandi per un'artista donna nella Corea del Sud[17]. Il nome del suo fan club è U-aena, nel quale ogni sillaba ha un significato diverso: "U" è l'inglese "you" (tu), "ae" è il sino-coreano per "amore", mentre "na" è il coreano per "io", con il significato finale "tu mi ami"[18].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

IU nacque con il nome Lee Ji-eun il 16 maggio 1993 in Corea del Sud. In giovane età, iniziò a interessarsi a una carriera nello spettacolo e cominciò a frequentare lezioni di recitazione[19]. Finite le elementari, la situazione finanziaria della sua famiglia si deteriorò e si trasferì a Uijeongbu[20]. Lei e il fratello minore vissero separati dai genitori in un monolocale con la nonna e i cugini per più di un anno in condizioni di grande povertà[21][22][23]; in questo periodo, IU ebbe pochi contatti con i genitori[23].

Durante le scuole medie, IU scoprì la passione per il canto e decise di diventare una cantante dopo aver provato piacere nel ricevere gli applausi del pubblico al termine di un'esibizione a una gara scolastica[24]. Iniziò a presentarsi a delle audizioni, ma fu respinta a tutte e venti, e fu anche imbrogliata da finte agenzie di spettacolo[25]; riuscì poi a entrare alla Good Entertainment dove si allenò con G.NA, Uee, Yubin, Ga-yoon e Hyoseong[26][27]. Dopo aver firmato con LOEN Entertainment nel 2007, si trasferì a Bangbae, Seul[28]. Nonostante pensasse che sarebbe forse stata inserita in un gruppo femminile dopo tre o quattro anni di allenamento, debuttò dopo dieci mesi come solista nel 2008[29]. A causa delle sue condizioni di vita allora, IU affermò di "amare stare allo studio", dove poteva mangiare quanto volesse e aveva un posto per dormire[23]. Prima del suo debutto, LOEN coniò il suo nome d’arte "IU", che deriva dall'espressione "I and You" (io e te), a simboleggiare la capacità della musica di unire le persone[29].

La sua carriera in rapida ascesa portò a una maggiore assenza dalle lezioni scolastiche e a un calo dei voti[30]. Dopo essersi diplomata al liceo femminile Dongduk nel 2011, IU decise di non proseguire con l'università, ma di concentrarsi solo sul canto[31].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

2008-2009: Inizi di carriera[modifica | modifica wikitesto]

IU si esibisce con "Boo" il 29 ottobre 2009.

Dopo essersi allenata per 10 mesi, IU pubblicò il brano "Lost Child" (미아), che eseguì live per la prima volta al programma musicale M! Countdown il 18 settembre 2008, segnando così il suo debutto come cantante professionista[32]: pur essendo stata insultata dal pubblico durante la performance ed essersi sentita scoraggiata, in seguito dichiarò che l'esperienza le fu utile[33]. "Lost Child" fu il brano di traino del suo primo extended play, Lost and Found, che fu pubblicato il 24 settembre 2008. Prodotto da Choi Gap-won e Lee Jong-hoon, l'EP e le performance vocali della cantante ricevettero in generale opinioni positive[34][35], e il Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo della Corea del Sud conferì ad IU il premio "Esordiente del mese" a novembre 2008[36]. Tuttavia, l'EP non fu un successo commerciale; durante un'intervista nel 2011, IU disse "Il mio primo album fu un fallimento, ma sono grata per questo. Se avessi avuto successo appena debuttato, non avrei apprezzato i membri del mio staff e la popolarità di cui godo ora"[30].

Il 16 aprile 2009, IU lanciò, con il brano "Boo", il suo primo album in studio Growing Up, iniziando le promozioni il giorno seguente al programma di KBS2 Music Bank[37]. La canzone fu notata per lo stile musicale in netto contrasto rispetto a "Lost Child", che fu descritta come una ballata "oscura" e "pesante" a confronto del "suono retrò" in stile anni Ottanta di "Boo"[38][39]. Considerata una mossa "strategica", la coreografia, gli abiti di scena e la pettinatura furono usati per enfatizzare la giovinezza della cantante e dare un'immagine "tenera e carina"[38][40]. Nonostante la risposta favorevole da parte del pubblico, IU, che allora aveva quindici anni, ammise che quell'immagine la faceva sentire a disagio[40]. Insieme a numerose canzoni di Lost and Found, anche "You Know" (있잖 아) fu inserita in Growing Up; un nuovo arrangiamento rock della canzone fu pubblicato come singolo successivo a "Boo".

Verso la fine del 2009, IU pubblicò un secondo EP, intitolato IU...IM, che iniziò a promuovere con il brano "Marshmallow" (마쉬멜로우) il 13 novembre 2009 durante i principali programmi televisivi musicali del paese. La canzone fu definita "melensa" e con uno stile "ibrido tra il rock'n'roll degli anni Sessanta e il pop francese"[2][41]. Le esibizioni furono ben ricevute e, come già successo per "Boo", definite "tenere e carine"[42]; IU, tuttavia, durante un episodio del 2013 del programma Happy Together, dichiarò che non le piaceva indossare i vestiti da ragazzina e l'acconciatura scelti per le promozioni della canzone[43].

Nel corso del 2009, la cantante prese parte alle colonne sonore di due serial della rete televisiva MBC, 2009 oe-in-gudan (2009 외인구단) e Seondeok yeo-wang (선덕여왕); collaborò anche con artisti come Mighty Mouth e The Three Views per i loro album. Con il crescere della sua popolarità, IU comparve più spesso nei varietà, esibendosi a Star Golden Bell, Kim Jung-eun-ui chocolate e Yoo Hee-yeol-ui sketchbook. Le sue cover acustiche dei brani di altri cantanti, come "Gee" delle Girls' Generation, "Sorry, Sorry" dei Super Junior e "Lies" (거짓말) dei Big Bang, cantate durante questi live, attirarono enorme attenzione online[44]. Alla fine dell'anno, diventò presentatrice televisiva di un programma musicale di classifiche per Gom TV[45], apparendo come ospite fissa in diversi programmi radiofonici quali Kiss the Radio, Volume-eul nop-yeo-yo, Byeor-i binnaneun bam-e di MBC Pyojun FM e Best Friend Radio di MBC FM4U[46][47].

2010-2011: Popolarità crescente e debutto come attrice[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 giugno 2010, IU pubblicò "Nagging" (잔소리), un duetto registrato con Seulong dei 2AM. Il singolo debuttò alla posizione 12 della Gaon Digital Chart e raggiunse la prima posizione la settimana seguente, dove rimase per tre settimane[48]. Scritto da Kim Eana e composto da Lee Min-soo, il duetto di genere pop ballata fu usato come colonna sonora della seconda stagione del varietà Uri gyeolhonhaess-eo-yo[49]. La canzone fu anche popolare nei programmi musicali: vinse il premio Mutizen a Inkigayo e arrivò prima a Music Bank[50]. Poco dopo, IU pubblicò "Because I'm a Woman" (여자라서), una delle canzoni della colonna sonora del serial di MBC Road No. 1 (로드 넘버원), che raggiunse il sesto posto nella Gaon Digital Chart[51]. Una successiva collaborazione di IU con Sung Si-kyung in "It's You" (그대네요) per l'album di lui The First debuttò al primo posto della Gaon Digital Chart[52].

Il terzo EP della cantante, Real, fu pubblicato il 9 dicembre 2010; prodotto da Jo Yeong-cheol e Choi Gap-won, debuttò al quarto posto nella Gaon Album Chart[53]. Il brano di traino, "Good Day" (좋은 날), riunì IU con la paroliera Kim Eana e il compositore Lee Min-soo, con i quali avrebbe lavorato ancora per le canzoni principali dei due album seguenti. La canzone uptempo, come spiegò Kim Eana, parla di "una ragazza timida che si sente nervosa nell'esprimere i propri sentimenti al ragazzo che le piace"[54]. Dopo aver debuttato al primo posto della Gaon Digital Chart, "Good Day" batté il record di canzone rimasta più a lungo al primo posto nella storia della classifica musicale con un traguardo di cinque settimane consecutive[3]; il record fu poi uguagliato nel 2012 da PSY con "Gangnam Style"[55]. Durante il periodo di promozione dell'extended play, IU raggiunse anche la vetta delle classifiche dei programmi M! Countdown, Music Bank e Inkigayo[56][57][58]. Sia Kim Eana, sia Lee Min-soo considerarono come principali fattori del successo della canzone l'uso nel ritornello della parola "oppa", termine affettuoso usato dalle ragazze per rivolgersi a un ragazzo più grande, e le tre note alte che IU canta in incrementi di semitono nel culmine del brano[59]. Oltre a ricevere delle lodi per le sue capacità vocali, la cantante vide anche i propri fan espandersi in un pubblico più vario rispetto a quello di altri gruppi k-pop[60][61].

Per mantenere visibilità pubblica, IU si unì al cast del varietà Yeong-unghogeol (영웅호걸, Heroes), che andò in onda dal 18 luglio 2010 al 1° maggio 2011[26]. Poco dopo, ottenne un ruolo nel teen drama Dream High (드림하이), le cui riprese ebbero luogo da dicembre 2010 a febbraio 2011, periodo durante il quale restò impegnata con Yeong-unghogeol e le promozioni per "Good Day"[62]. Nel suo primo ruolo d'attrice, IU interpretò Kim Pil-sook, una studentessa timida e in sovrappeso che sogna di diventare una cantante professionista. Ammettendo di aver avuto dei dubbi circa il suo grado di preparazione per intraprendere la recitazione, IU sottolineò in un'intervista che acquisì fiducia nell'apprendere che il ruolo avrebbe richiesto di cantare, e descrisse in seguito l'esperienza come incredibilmente piacevole[29][61]. Per la colonna sonora della serie cantò "Someday", che raggiunse la prima posizione nella Gaon Digital Chart nella settimana dal 30 gennaio al 5 febbraio 2011[63]. Per la fine del 2011, il singolo aveva venduto 2.209.924 copie digitali ed è uno dei brani per una colonna sonora più venduti di IU[64].

Un seguito di Real fu pubblicato il 16 febbraio 2011 con il titolo Real+, contenente tre canzoni[65]. Il brano principale, "Only I Didn't Know" (나만 몰랐던 이야기), fu composto dal cantautore Yoon Sang, mentre Kim Eana ne realizzò il testo. Yoon Sang scrisse la canzone per IU dopo aver visto una sua momentanea espressione triste durante una trasmissione televisiva[66]. Il tono della ballata era una deviazione dalle uscita più recenti della cantante, che descrisse il brano con i termini "oscuro", "triste" eppure "nostalgico"[19][61]. La canzone ebbe buoni risultati commerciali e debuttò al primo posto della Gaon Digital Chart[67].

IU all'evento di lancio in Corea del Sud di Disney Channel e Disney Junior il 29 giugno 2011.

IU prese parte a diversi altri progetti dopo la fine di Dream High. Il 10 marzo 2011 aprì il primo concerto a Seul della cantautrice britannica Corinne Bailey Rae e si unì a lei durante "Put Your Records On"[68]. Bailey Rae, che IU indicò come suo modello, dichiarò "è incredibile che la sua voce sia così espressiva nonostante sia giovane"[69]. Lo stesso mese, IU fu scelta come co-presentatrice di Inkigayo, posizione che ricoprì fino a luglio 2013[70], e prese parte ai video di due brani per l'EP di K.Will My Heart Beating insieme a Lee Joon e No Min-woo[71][72]. A maggio 2011, registrò la prima canzone da lei scritta, "Hold My Hand" (내 손을 잡아), per il serial romantico Choego-ui sarang (최고의 사랑)[73]. Essendo la prima volta che scriveva una canzone non per sé, ma su ordine dei produttori, trovò l'esperienza difficile dovendosi adattare al tono allegro del serial[74]. Il brano raggiunse la seconda posizione della Gaon Digital Chart e vendette 2.031.787 copie digitali nel 2011[64][75]. Tra maggio e luglio 2011, la cantante prese parte alla competizione televisiva sul ghiaccio Kim Yu-na-ui Kiss & Cry, dalla quale fu eliminata all'ottavo episodio[76][77]. Nello stesso periodo, partecipò anche a Bulhu-ui myeong-gok - Jeonsar-eul noraehada (불후의 명곡: 전설을 노래하다, Immortal Song: Singing the Legend), ma si ritirò dopo aver registrato un solo episodio a causa dei troppi impegni[78][79]. Parlando delle sue attività ad ampio raggio nell'intrattenimento, IU sottolineò che, pur essendo difficili sia il canto, sia la recitazione, sia i varietà, trovava questi ultimi i più stancanti[74].

Il secondo album in studio della cantante, Last Fantasy, fu pubblicato il 29 novembre 2011 in due edizioni, una regolare e una speciale, della quale furono prodotte solo 15.000 copie[80]. A proposito dell'album nel suo complesso, il giornale Korea JoongAng Daily disse che "soddisfa tutti i tipi di gusti musicali e di fan", mentre Billboard notò la "sensazione cinematografica" impostata già dalla traccia di apertura "Secret" (비밀)[8][81]. Prodotto da Jo Yeong-cheol, con il quale IU aveva già lavorato per Real, Last Fantasy contiene collaborazioni con il cantautore Yoon Sang, Lee Juck e Ra.D. Il numero totale dei download digitali delle tracce dell'album superò i dieci milioni nelle prime due settimane[82]. Otto delle tredici canzoni debuttarono nelle prime dieci posizioni della Gaon Digital Chart, mentre l'album entrò al primo posto nella Gaon Album Chart[83][84]. Il brano principale, "You and I" (너랑 나), si tramutò nel singolo di IU con il maggior successo commerciale, con quasi 5,5 milioni di copie digitali vendute alla fine del 2012[85]. Al momento dell'uscita, si classificò primo nella Gaon Chart e nella Billboard Korea K-Pop Hot 100, che era appena stata istituita[84][86].

Poco dopo l'uscita di Last Fantasy, IU firmò con EMI Music Japan per entrare nel mercato giapponese[87]. Una selezione delle sue canzoni già pubblicate fu raccolta in un extended play dal titolo I□U, che uscì in Giappone il 14 dicembre 2011[88].

2012: debutto in Giappone, primo tour di concerti e Spring of a Twenty Year Old[modifica | modifica wikitesto]

IU si esibisce all'Expo Pop Festival il 3 luglio 2012.

Mentre le promozioni per Last Fantasy e il suo singolo principale "You and I" continuarono in Corea del Sud anche nel 2012, IU iniziò a preparare il proprio debutto in Giappone tenendo, il 24 gennaio, due spettacoli alla Bunkamura Orchard Hall di Shibuya, Tokyo, davanti a un pubblico di circa 4.000 persone[32]. Eseguì sei canzoni, incluse "Lost Child" e la versione giapponese di "Good Day", accompagnata da un'orchestra live o dalla propria chitarra acustica[32][89]. Dopo il concerto, "Good Day" e "You and I" furono tradotte in giapponese e pubblicate come singoli nel paese con un successo moderato. Secondo la classifica giapponese Oricon Singles Chart, l'album singolo Good Day vendette 21.000 copie fisiche nella prima settimana, debuttando in classifica alla sesta posizione[90]; nella Billboard Japan Hot 100, il brano arrivò invece quinto[91]. "You and I" raggiunse la quarta posizione nella Oricon Singles Chart e l'undicesima nella Billboard Japan Hot 100[92][93]. A sostegno della pubblicazione dei due singoli, IU girò cinque città, Tokyo, Sapporo, Nagoya, Osaka e Fukuoka, con una breve serie di concerti intitolata "IU Friendship Showcase - Spring 2012"[94].

IU intraprese il suo primo tour di concerti da solista, dal titolo "Real Fantasy", a giugno 2012, durante il quale si esibì in sei diverse città della Corea del Sud, cominciando con due spettacoli a Seul[95]. I biglietti per le funzioni d'apertura del 2 e 3 giugno, messi in vendita il 17 aprile, furono esauriti in trenta minuti[96]. Ad acquistare il 43,8% dei biglietti furono persone tra i 20 e i 29 anni, e il 71% era composto da uomini, cosa considerata inusuale per un concerto k-pop[96]. Il tour continuò a Ulsan, Jeonju, Suwon, Busan e Daegu, e si concluse a Seul il 23 settembre 2012[97]. Ra.D, Seulong e Lee Seung-gi furono tra gli artisti ospiti[98].

A causa dell'impegno volto a prepararsi per il tour, IU non riuscì a fare apparizioni televisive per promuovere il nuovo extended play coreano Spring of a Twenty Year Old (스무 살의 봄) che era uscito l'11 maggio 2012. La traccia principale "Peach" (복숭아)[99] fu composta da lei stessa e raggiunse il secondo posto nella Gaon Digital Chart e il terzo nella Billboard K-pop Hot 100[100][101]. Il secondo singolo estratto dall'album fu "Every End of the Day" (하루 끝), che rimase alla prima posizione della Gaon Digital Chart per due settimane e al primo della Billboard K-pop Hot 100 per quattro[4][102]. Invece del video musicale da 4-5 minuti che di solito accompagna l'uscita di un singolo, fu girato a Venezia e Burano un film musicale in stile documentario della durata di 26 minuti[99].

IU tornò in Giappone il 17 settembre 2012 per lo spettacolo "IU Friendship Special Concert - Autumn 2012" al Tokyo International Forum, dove si esibì davanti a una folla di 5.000 persone[103]. Con le Sunny Hill come ospiti, IU eseguì sia le sue canzoni, sia delle cover di brani coreani e giapponesi, come "Juliette" degli SHINee, "Friend" di Anzen Chitai e "Aishiteru" dalla serie anime Natsume degli spiriti[104]. Le registrazioni dal vivo di questi ultimi due furono poi pubblicate come singolo digitale promozionale. Verso la fine del tour "Real Fantasy" e delle promozioni in Giappone, IU tornò a presentare Inkigayo dopo una pausa di tre mesi presa per occuparsi del concerto[105]. Diventò anche la presentatrice del quiz televisivo di MBC Choegang-yeonseung quiz Q (최강연승 퀴즈쇼 Q, Quiz Show Q) insieme a Park Myeong-su e Sun Bom-soo[106]. Il 29 dicembre presentò l'edizione del 2012 del programma musicale annuale SBS Gayo Daejeon insieme a Suzy e all'attore Jung Gyu-woon. Fu scelta dal produttore del programma per le sue doti di maestro di cerimonie dimostrate a Inkigayo[107].

Per i suoi successi nel corso dell'anno, IU vinse due premi ai Seoul Music Awards; Last Fantasy fu nominato "Album dell'anno", mentre la cantante fu tra i dieci che ricevettero il premio Bonsang[108]. Ai Korean Music Awards, "Good Day" fu nominata "Canzone dell'anno" e "Miglior canzone pop", mentre IU fu scelta dagli internauti come "Cantante donna dell'anno"[109]. La rivista Billboard la indicò invece tra i musicisti sotto i 21 anni più in voga del 2012 per "il fascino unico e i successi innegabili [che] l'hanno trasformata in un'autentica superstar"[4].

2013: Primi ruoli importanti e Modern Times[modifica | modifica wikitesto]

IU iniziò il 2013 ottenendo il suo primo ruolo televisivo da protagonista nel serial Choegoda Lee Soon-shin (최고다 이순신), che andò in onda nel fine settimana per 50 episodi dal 9 marzo al 25 agosto su KBS2. Il suo personaggio, Lee Soon-shin, fu descritto come "una perdente apparentemente nella media in ogni cosa eccetto la sua personalità audace e brillante, che l'aiuta a superare le difficoltà"[110]. Nonostante la preoccupazione di assegnare la parte a una persona conosciuta più come cantante, il regista Yoon Sung-sik decise di scegliere IU dopo averla vista recitare in Dream High e aver pensato che si adattasse all'immagine che aveva in mente per il personaggio[111]. I colleghi sul set Go Doo-shim e Lee Ji-hoon, come anche la squadra di produzione, lodarono la sua prestazione, soprattutto nelle scene emotive[112][113][114]. Con il progredire della serie, la recitazione di IU ottenne critiche positive nonostante le prime riserve, lo share raggiunse una punta del 30,8%[115][116], e fu nominata per il "premio all'eccellenza nella recitazione - Miglior attrice in un drama seriale" ai KBS Drama Awards del 2013. Per il drama, insieme al protagonista maschile Jo Jung-suk, cantò il brano da lei scritto "Beautiful Song" 예쁘다송, che non fu incluso nella colonna sonora[117].

Nello stesso periodo, IU pubblicò il secondo extended play giapponese, Can You Hear Me?, contenente le sue prime canzoni cantate in giapponese. Le tracce "Beautiful Dancer" e "New World" uscirono come singoli raggiungendo rispettivamente le posizioni 66 e 76 nella Billboard Japan Hot 100, molto più in basso in confronto alle versioni tradotte in giapponese di "Good Day" e" You and I", che erano entrate nella top 10[118]. La cantante compose e scrisse il brano "Voice-mail", che descrisse come "il più infantile" dell'EP[119]. Rolling Stone Japan recensì positivamente il disco, mettendo in luce soprattutto "Beautiful Dancer" e "Truth"[120]. In un'intervista con Oricon, IU ricordò quanto fosse stata commossa e sconvolta nel ricevere quei due brani dai produttori R&B Jimmy Jam e Terry Lewis[121]. Can You Hear Me? contiene anche una traccia bonus in inglese, "The Age of the Cathedrals", cover del brano del musical Notre-Dame de Paris. Meno di 9.000 copie fisiche furono vendute in Giappone nel 2013, inferiori alle vendite del precedente EP giapponese[122]. Il suo successivo singolo giapponese, "Monday Afternoon", fu pubblicato l'11 settembre 2013 e si piazzò meglio in classifica, debuttando alla posizione 27 della Billboard Japan Hot 100 e alla 9 della Oricon Daily Chart[123][124].

IU si esibisce al Korea Cancer Center Hospital il 16 ottobre 2013.

Quasi due anni dopo l'uscita di Last Fantasy, IU pubblicò il terzo album coreano, Modern Times, l'8 ottobre 2013. L'album fu descritto come "un grande cambiamento delle radici k-pop della giovane cantante" che mostrava "un sound e un'immagine più maturi e sofisticati"[125]. Le campagne promozionali antecedenti l'uscita enfatizzarono la trasformazione di IU da "ragazza della porta accanto" a "donna chic e matura"[126][127]. La cantante dichiarò che l'album aveva richiesto nove mesi per essere completato a causa degli impegni come attrice[128]. IU compose e scrisse due delle tredici tracce, che variano dallo swing al jazz, al bossa nova, al pop latino e ai canti popolari[128]. La diversità degli stili di jazz e la mescolanza delle tracce collaborative furono evidenziate nelle recensioni di Billboard, The Korea Herald e Seoul Beats[129][130][131]. Modern Times debuttò primo nella Gaon Album Chart, e sette delle tracce entrarono nella top 10 della Gaon Digital Chart con il brano principale, "The Red Shoes" (분홍신), al primo posto[132][133]. Allo stesso modo, l'album debuttò primo nella Billboard World Albums Chart, con dodici tracce nella Korea K-Pop Hot 100[134][135].

Nella seconda settimana delle attività promozionali di Modern Times, IU ricevette la sinossi della commedia romantica Yeppeun namja (예쁜남자) e decise di unirsi al cast del serial pur sapendo che questo si sarebbe sovrapposto agli impegni legati all'album[136]. Nel serial interpretò l'"eccentrica" e "giocosa" Kim Bo-tong, una ventenne spensierata che ha una cotta non corrisposta per il protagonista maschile dai tempi del liceo[136]. Yeppeun namja andò in onda su KBS2 dal 20 novembre 2013 al 9 gennaio 2014 e registrò ascolti bassi costanti con l'ultimo episodio al 3,8% di share[137]. Per la sua prestazione, IU fu nominata nella categoria "Miglior attrice coreana" ai Seoul International Drama Awards del 2014[138].

A sostegno di Modern Times, tenne la sua seconda serie di concerti con tre spettacoli che ebbero luogo il 23 e 24 novembre 2013 alla Peace Hall della Kyung Hee University di Seul e il 1° dicembre 2013 alla KBS Hall di Busan[139]. Le promozioni dell'album proseguirono anche nel 2014 con il primo concerto a Hong Kong[140].

Una nuova versione di Modern Times, intitolata Modern Times - Epilogue, fu pubblicata il 20 dicembre 2013 con due tracce aggiuntive, "Friday" (금요일에 만나요) e "Pastel Crayon" (크레파스). "Friday", composta da IU, in origine doveva essere inclusa in Modern Times, ma fu poi distribuita come singolo principale di Modern Times - Epilogue[141]. Descritto come "un numero mid-tempo, swing-pop acustico", il brano si mantenne al primo posto nella Billboard Korea K-Pop Hot 100 per due settimane dopo l'uscita[86][142]; anche nella Gaon Digital Chart arrivò primo e diventò il decimo singolo digitale più venduto del 2014[143][144]. La sua popolarità fu inoltre dimostrata dall'essersi classificato primo contemporaneamente in tutti e tre i principali programmi musicali del paese senza nessuna esibizione live[145].

2014: A Flower Bookmark e collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

IU ai Melon Music Awards il 13 novembre 2014.

Il 16 maggio 2014, IU pubblicò un nuovo extended play, A Flower Bookmark (꽃갈피), che contiene le interpretazioni di sette tracce molto acclamate negli anni Ottanta e Novanta, i cui generi spaziano dalla ballata alla dance, dal folk al rock[146]. La raccolta nacque su richiesta dei fan e grazie all'eco positiva ricevuta dalla cantante in passato per le sue cover[147]. Tre tracce debuttarono nella top 10 della Gaon Digital Chart nella settimana della pubblicazione, con il brano principale "My Old Story" (나의 옛날 이야기) giunto infine alla seconda posizione[148][149]. Fu tuttavia la collaborazione con Kim Chang-wan nel rifacimento della traccia del 1984 "The Meaning of You" (너의 의미) a diventare il brano più venduto dell'EP e in generale di IU nel 2014[150]. L'extended play fu ben ricevuto dal The Korea Times per fornire "una pausa piacevole e rilassante dalla musica commerciale di oggi", e la cantante fu lodata per le sue reinterpretazioni: "In ogni traccia, IU conserva un attento equilibrio tra i sentimenti originali della canzone e l'alterazione del brano con i propri colori e accordi"[151]. Billboard evidenziò "Pierrot Smiles at Us" (삐에로는 우릴 보고 웃지) come "la melodia più ambiziosa che abbia affrontato", che mette in luce "la sua diversità come cantante"[8]. Inoltre, A Flower Bookmark fu elencato al terzo posto nella lista dei miglior album k-pop del 2014 secondo Billboard e fu nominato "Album dell'anno" ai MelOn Music Awards[152][153].

Il desiderio di IU di tenere un concerto più intimo e su piccola scala fu realizzato nella sua terza serie di concerti, "Just One Step... That Much More"[154]. Gli spettacoli ebbero luogo per otto serate dal 22 maggio al 1° giugno 2014 alla Mary Hall della Sogang University[155], e tutti i biglietti si esaurirono dopo dieci minuti dalla messa in vendita il 7 maggio 2014[155]. Oltre a suonare la tastiera sul palco per la prima volta, IU si esibì con tutte le sette canzoni di A Flower Bookmark e nuovi arrangiamenti delle proprie canzoni precedenti[154]. I profitti furono donati alle vittime del naufragio del traghetto Sewol[156].

Due mesi dopo la fine dei concerti, IU si esibì per la prima volta negli Stati Uniti al festival musicale KCON di Los Angeles il 9 e 10 agosto[157]. La cantante fu l'unica donna sul palco durante il primo giorno e, per l'evento, cantò "The Red Shoes", "You and I", "Friday" e "You Know"[157]. Nella recensione dell'evento, il Los Angeles Times scrisse che IU aveva "una presenza scenica vivace, e, come cantante solista femminile, sta rompendo gli schemi per le celebrità k-pop"[158]. All'evento parteciparono circa 42.000 persone[159] e IU espresse la sua ansia in un'intervista con Billboard, dicendo: "Divento sempre nervosa quando mi devo esibire a uno spettacolo internazionale... Penso di aver bisogno di studiare l'inglese per la mia prossima visita negli Stati Uniti. È soffocante non essere in grado di comunicare con i fan..."[160].

Durante il 2014, le sue collaborazioni con altri artisti si posizionarono nella top 10 della Gaon Digital Chart: "Not Spring, Love, or Cherry Blossoms" (봄, 사랑, 벚꽃 말고), il singolo di debutto degli High4 che la vide come paroliera e cantante, arrivò primo, anche nella Billboard Korea K-Pop Hot 100[161][16]; "Anxious Heart" (애타는 마음), registrata con Ulala Session nel 2012, ma pubblicata in seguito per rispetto nei confronti della morte del cantante principale del gruppo, fu quarta[162][163]; "Sing for Me" (노래 불러줘요), distribuita come parte dell'ottavo album in studio dei god, arrivò nona[164][165]; "Sogyeokdong" (소격동), scritta da Seo Taiji per il proprio album Quiet Night e cantata da IU nella versione distribuita il 2 ottobre, debuttò alla quarta posizione[166][167]; infine, "When Would It Be" (언제쯤이면), duetto con il compagno di etichetta Yoon Hyun-sang per il suo album di debutto Pianoforte, raggiunse il nono posto[168][169]. Con il raggiungimento del primo posto in classifica nella Billboard Korea K-Pop Hot 100 da parte di "Not Spring, Love, or Cherry Blossoms", IU diventò la leader di tutti i tempi della classifica con cinque canzoni giunte prime, e l'artista rimasta più tempo in quella posizione dalla creazione della classifica a settembre 2011[16].

2015-presente: Producer e Chat-Shire[modifica | modifica wikitesto]

IU durante il concerto di Chat-Shire il 29 novembre 2015.

Nel 2015, due anni dopo il suo ultimo ruolo come attrice, IU comparve insieme a Kim Soo-hyun, Cha Tae-hyun e Gong Hyo-jin in Producer (프로듀사), che fu indicato come uno dei serial televisivi più attesi dell'anno in Corea del Sud[170], dove interpretò Cindy, una cantante con atteggiamenti da diva che decide di partecipare a un varietà per migliorare la propria immagine pubblica. Analizzando il comportamento gelido del suo personaggio, IU commentò di riuscire a relazionarsi al suo "atteggiamento pungente" e di trovarla molto simile a se stessa[170]. Il serial e la rappresentazione che IU diede di Cindy furono accolti da recensioni tiepide al primo episodio, ma sia gli ascolti, sia la risposta della critica migliorarono durante la messa in onda, e lo share toccò una punta del 17,7% con l'ultimo episodio[171][172]. Nel corso del serial, la cantante eseguì due canzoni, "Twenty Three" e "Heart" (마음), che in seguito furono entrambe incluse nel suo extended play del 2015 dal titolo Chat-Shire. IU scrisse il testo di entrambe le canzoni e compose anche la musica di "Heart", che uscì come singolo digitale il 18 maggio, arrivando in vetta alle classifiche appena dopo la pubblicazione e diventando il decimo singolo digitale più venduto in Corea del Sud nel 2015[173][174]. Attraverso Producer, la popolarità della cantante in Cina aumentò vertiginosamente e ricevette offerte per numerosi progetti nel paese[175].

Concluso il serial, IU partecipò al festival musicale biennale ospitato dal varietà Muhan dojeon (무한도전, Infinite Challenge), nel quale ogni cantautore partecipante viene messo in coppia con uno dei sei presentatori allo scopo di creare una canzone per il festival; il processo di preparazione e il festival furono mandati in onda nel corso di sette episodi. IU collaborò con Park Myeong-su, con il quale registrò ed eseguì la canzone "Leon", ispirata al film Léon. L'evento live si tenne il 13 agosto 2015, attirando una folla stimata di 40.000 persone all'Alpensia Ski Jumping Stadium, e fu mandato in onda il 22 agosto 2015 registrando uno share del 21,1%[176]. In seguito alla trasmissione dell'ultimo episodio, "Leon" fu pubblicata, insieme alle altre canzoni del festival, sia come singolo digitale, sia nell'album ufficiale, classificandosi prima in tutte le classifiche digitali del paese appena uscita[177].

Il nuovo extended play coreano della cantante, Chat-Shire, fu pubblicato digitalmente il 23 ottobre 2015 e fisicamente il 27. IU affermò un maggior controllo creativo sul disco, scrivendo il testo di tutte e sette le tracce, come anche dei due brani bonus dell'edizione fisica, e componendo la musica di cinque canzoni, o individualmente, o in collaborazione. Fu anche accreditata come produttrice[178]. Il singolo di traino "Twenty-Three" (스물셋) si piazzò al primo posto delle classifiche appena dopo l'uscita, e diversi altri brani entrarono nella top 10[7], mentre l'album toccò la quarta posizione nella Billboard World Albums Chart[179]. Billboard descrisse il disco come un lavoro "da sentire", contenente "la musica più personale [di IU] finora", e indicò "The Shower" (푸르던) come traccia migliore[8][9]. Anche Seoul Beats mise in luce "la qualità personale" presentata in molte delle tracce, e lodò "la maturità crescente [di IU] come artista" e la sua volontà di sperimentare musicalmente[180][181]. Nonostante le recensioni critiche positive e il successo nelle classifiche musicali, l'EP fu controverso a causa del testo del brano "Zezé" e dei campionamenti audio usati nella traccia bonus "Twenty Three" (da non confondere con il brano di traino omonimo)[182]. Il 4 novembre, l'editore coreano del romanzo Meu pé de laranja lima, dal quale la cantante aveva preso ispirazione per "Zezé", suscitò un dibattito nel mondo dello spettacolo sulla libertà di interpretazione quando rivolse delle critiche ad IU sostenendo che avesse reso il protagonista di cinque anni un "oggetto sessuale"[183][184]; la cantante espresse le proprie scuse per l'ambiguità delle parole da lei scritte[183], e pochi giorni dopo anche l'editore ritirò le proprie affermazioni, scusandosi per non essere stato in grado di riconoscere "la diversità di interpretazione" che il comportamento del personaggio poteva causare[183][184]. Per la traccia bonus "Twenty Three", invece, dei campionamenti vocali del brano "Gimme More" di Britney Spears furono utilizzati presumibilmente senza permesso[185]. Billboard pose Chat-Shire sesto nella lista dei migliori album k-pop del 2015, spiegando che "IU sa come prendere i sound di ieri e aggiornarli a risultati sorprendenti"[186].

Prima della pubblicazione di Chat-Shire, la casa discografica LOEN Entertainment annunciò che IU non avrebbe promosso in televisione l'EP, ma avrebbe invece tenuto un tour nazionale da novembre a dicembre 2015[187]: il tour iniziò a Seul il 21 novembre e continuò a Busan, Daegu e Gwangju, prima di tornare a Seul e lì concludersi il 31 dicembre[188][189]. Nel frattempo, la cantante aumentò anche le attività promozionali a Hong Kong, in Cina e a Taiwan, tenendo incontri con i fan in varie città e pubblicando sul mercato taiwanese un album compilation, Smash Hits, l'11 dicembre 2015[190]. Contenente 16 canzoni già uscite in precedenza in Corea del Sud, Smash Hits fu pubblicato da Warner Music Taiwan e arrivò in testa alla classifica k-pop del principale negozio di musica online di Taiwan, KKBOX, nella prima settimana[191]. I biglietti per il concerto nel paese del 10 gennaio 2016 furono tutti venduti in due minuti[192]. Al termine del 2015, presentò il programma musicale di fine anno SBS Gayo Daejeon insieme a Shin Dong-yup, venendo scelta per "essere stata profondamente riconosciuta per il suo talento musicale, andando oltre l'immagine di 'sorellina della Corea del Sud'"[193]. Per i suoi successi nel 2015, Ize la indicò tra le persone dell'anno, mentre la rivista GQ Korea le diede il titolo di "Donna dell'anno"[194][195].

A gennaio 2016, IU ottenne il ruolo della protagonista Hae-soo nel serial Bobogyeongsim - Ryeo, rifacimento coreano della serie cinese del 2011 Bubujingxin[196], la cui messa in onda è indicativamente prevista per settembre 2016 sul canale SBS[197]. Il 1° aprile, pubblicò sul proprio fan café una canzone senza titolo da lei scritta e composta[198].

Contratti commerciali[modifica | modifica wikitesto]

IU è una degli artisti k-pop che guadagnano di più in Corea del Sud e i contratti commerciali da lei stipulati contribuiscono al suo reddito. Nel corso della propria carriera, ha pubblicizzato numerosi prodotti, dall'elettronica, ai vestiti, ai cosmetici[199]. In seguito a diversi singoli consecutivi di successo e a un aumento delle apparizioni televisive nel 2010, la sua popolarità in crescita la portò a firmare il primo contratto commerciale per le caramelle MyChew di Crown Confectionery, oltre che con Crown Bakery e il marchio di moda y'sb[199][200]. Tra i suoi primi contratti ci furono anche dei videogiochi[201]: fece da VJ per Star for You di MBC Game e da annunciatrice per le introduzioni del giocatore per Global StarCraft II League nel 2010[201], e aiutò anche a promuovere Global StarCraft II League l'anno seguente esibendosi alle finali[202]. Per la sua "immagine semplice e innocente" fu scelta per pubblicizzare il gioco di ruolo in rete multigiocatore di massa Alicia a novembre 2010[201], contribuendo anche alla colonna sonora[203]. Nel 2012-2013, IU fece da testimonial e modella all'interno del gioco per Aion: The Tower of Eternity della casa NCsoft[204][205]. Prese anche parte alle promozioni del gioco della Nexon Dungeon Fighter Online nel 2014[206].

Poco dopo la pubblicazione di Real a dicembre 2010, IU diventò il volto dei cellulari Samsung Anycall e Samsung Galaxy S II per Samsung Electronics[207][208], e la modella per i marchi di moda Unionbay Sportswear e Le Coq Sportif[209][210]. Apparve anche nelle pubblicità di SK Telecom[211], il maggior operatore di telefonia mobile del paese, dello yogurt Bulgaris del caseificio Namyang[212], della compagnia petrolifera S-Oil[213] e della catena di vendita al dettaglio Homeplus[214]. Dal 2011 è il volto della catena di ristoranti fast-food Mexicana Chicken[215]. Nel 2012, fece da modella per G by GUESS con Yoo Seung-ho e per le uniformi Elite insieme agli Infinite[216][217]. Fu anche nominata volto del negozio online di SK Planet, 11st[218], e apparve nelle campagne pubblicitarie dei cosmetici The Saem e dei prodotti Shin Ramyun e Hoo Roo Rook del marchio di noodles Nongshim[219][220][221]. Insieme a Yim Si-wan e Hwang Kwanghee, IU prese parte alla pubblicità in tre parti in stile drama di Samsung Wave 3, intitolata "20, Start of a Wave"[222]; inoltre, fu scelta come ambasciatrice dell'Expo 2012, avente come sede Yeosu[223].

In seguito all'uscita di A Flower Bookmark a maggio 2014, IU comparve nelle pubblicità della linea di cosmetici cinese Qdsuh[224] e alle campagne promozionali delle cuffie MDR di Sony Korea insieme a You Hee-yeol, continuando a rappresentare il marchio anche nel 2015[225][226]. A novembre 2014, la casa produttrice di soju HiteJinro la annunciò come portavoce del proprio marchio Chamisul[227], il cui contratto fu rinnovato a dicembre 2015[228]. Nel 2014-2015, la cantante fece anche da modella per le scarpe Sbenu insieme a Song Jae-rim[229], e nel 2015 tornò a pubblicizzare Unionbay con Lee Hyun-woo, venendo anche scelta per rappresentare i cosmetici ISOI[230][231].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

In Corea del Sud[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

  • 2011I Hoppin U (per Samsung Galaxy S Hoppin)
  • 2011The Bean Sprout Song (per Home Plus)[232]
  • 2011Perianth Marketplace con Jo Young-nam (per il T-Store di SK Telecom)[233]
  • 2011Let's Catch the Bus (per Hyundai)[234]
  • 2012Elite Song (per Elite)[235]
  • 2012Elite Song con gli Infinite (per Elite)[235]
  • 2012Love is Hooroorook (per i noodles Hooroorook di Nongshim)[236]
  • 2013Elite Song 2013 con gli Infinite (per Elite)[237]
  • 2015Candy (per Sbenu)

In Giappone[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

In Taiwan[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che nei videoclip delle sue canzoni, IU è apparsa anche nei seguenti video:

  • 2011My Heart is Beating, videoclip del brano di K.Will
  • 2011Can't Open Up My Lips, videoclip del brano di K.Will
  • 2011 – teaser di Midnight Circus, videoclip del brano delle Sunny Hill

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Premi e riconoscimenti di IU.

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, IU è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nell'onomastica coreana il cognome precede il nome. "Lee" è il cognome.
  2. ^ a b (EN) Side B: The Hidden Depths of IU, su Seoul Beats, 15 dicembre 2012. URL consultato il 7 novembre 2015.
  3. ^ a b Fonti per "Good Day" dalla Gaon Digital Chart:
  4. ^ a b c (EN) Jeff Benjamin, IU: 21 Under 21 (2012), su Billboard, 17 settembre 2012. URL consultato l'8 novembre 2015.
  5. ^ (EN) IU Beats Out Huh Gak for #1 on Music Charts, su Soompi, 10 dicembre 2011. URL consultato l'8 novembre 2015.
  6. ^ (EN) Sohn Ji-young, IU sweeps charts with covers album, in The Korea Herald, 16 maggio 2014. URL consultato il 10 novembre 2015.
  7. ^ a b (EN) IU tops eight domestic charts with new song "Twenty-Three", in The Korea Times, 23 ottobre 2015. URL consultato l'8 novembre 2015.
  8. ^ a b c d Jeff Benjamin, IU's Best Deep Album Cuts: 'The Shower,' '23' & More, su Billboard, 3 novembre 2015. URL consultato il 10 novembre 2015.
  9. ^ a b (EN) Jeff Benjamin, IU Details the Toils of Being 'Twenty-Three' in Most Personal Single Yet, su Billboard, 26 ottobre 2015. URL consultato l'8 novembre 2015.
  10. ^ (EN) IU tunes in with self-composed album, in The Korea Times, 12 ottobre 2015. URL consultato il 7 novembre 2015.
  11. ^ (EN) Ryan Faughnder, Korean pop fans get intimate with the music at KCON, in Los Angeles Times, 24 agosto 2015. URL consultato il 6 febbraio 2016.
  12. ^ (EN) Forbes Korea's Top 'Power Celebrity 40' ranking, su Yahoo, 28 febbraio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  13. ^ (EN) Forbes Korea's Top 10 Celebs, su Forbes, 3 aprile 2013. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  14. ^ (EN) Jeff Benjamin, Girls' Generation & BIGBANG Top, PSY Tumbles Down Forbes Korea's Celebrity List, su Billboard, 3 aprile 2013. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  15. ^ (KO) Choi Eun-kyung, 2015 KOREA POWER CELEBRITY 40 - 엑소, 한국 최고의 파워 셀러브리티, in JoongAng Media Network, 23 febbraio 2015. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  16. ^ a b c (EN) Jeff Benjamin, IU Earns Fifth K-Pop Hot 100 No. 1, Becomes All-Time Chart Leader, su Billboard, 5 maggio 2014. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  17. ^ Official fan cafe numbers for girl groups as of novembre 2015, su Koreaboo, 2 novembre 2015. URL consultato il 7 novembre 2015.
  18. ^ IU practices for her 2nd solo concert later this month, su Allkpop, 15 novembre 2013. URL consultato il 29 marzo 2014.
  19. ^ a b (KO) (Daum 독점) IU 스타인터뷰 전격 공개 (30), su Daum, 15 marzo 2011. URL consultato il 29 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2011).
  20. ^ Kim Seung-woo, Kim Su-geun, Lee Ki-kwang, Tak Jae-hoon, Win Win: Episodio 93, KBS2.
  21. ^ (EN) 7 adorable facts about Producer actress IU, su DramaFever, 6 aprile 2015. URL consultato il 21 giugno 2015.
  22. ^ (KO) 아이유 '어머니 빚보증 잘못서... 바퀴벌레 우글거리는 단칸방 생활', su Newsen, JoongAng Media Network, 14 dicembre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  23. ^ a b c (EN) Sunwoo Carla, K-pop star opens up about childhood, in Korea JoongAng Daily, 13 dicembre 2011. URL consultato il 12 novembre 2015.
  24. ^ (KO) Shin Eun-kyung, [Cover Story] 31호 아이유, in The Big Issue Korea, 29 febbraio 2012. URL consultato il 7 novembre 2015.
  25. ^ (EN) IU Was a Victim of Fraud Just Like Her Character Lee Soon Shin, su Soompi, 3 maggio 2013. URL consultato il 21 giugno 2015.
  26. ^ a b (KO) Lee Eun-joo, 아이유 "국민 여동생은 과분한 사랑... 똑똑한 가수 될게요", Seoul Shinmun, 10 gennaio 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  27. ^ (EN) Which Female Idol Has Changed the Most?, su Soompi, 24 gennaio 2012. URL consultato il 12 novembre 2015.
  28. ^ (KO) 16세 소녀가수 아이유 "god 김태우 오빠, 기다려!", in Korea JoongAng Daily, 5 maggio 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  29. ^ a b c (EN) Teenage Singer IU Is Open to Surprises, in The Chosun Ilbo, 22 gennaio 2011. URL consultato il 7 novembre 2015.
  30. ^ a b (EN) Lee Kyung-ran, Singer IU wins fans by going her own way, in Korea JoongAng Daily, 6 gennaio 2011. URL consultato il 12 novembre 2015.
  31. ^ (EN) Sunwoo Carla, IU graduates from high school, in Korea JoongAng Daily, 11 febbraio 2012. URL consultato il 12 novembre 2015.
  32. ^ a b c (EN) Do Je-hae, IU performs solo in Japan, in The Korea Times, 25 gennaio 2012. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  33. ^ (KO) 아이유 욕설 신고식 '이 돼지같은 게' 야유 비난 속 노래, in The Korea Herald, 28 dicembre 2011. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  34. ^ (EN) Album Review: IU mini-album – Lost and Found, su Soompi, 1 gennaio 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  35. ^ (EN) Artist of the week - IU, su Soompi, 30 agosto 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  36. ^ (KO) 아이유(IU), 'Lost and Found' 로 우수 신인음반 선정!, in The Chosun Ilbo, 31 ottobre 2008. URL consultato l'11 novembre 2015.
  37. ^ (KO) Newsen, 'Boo' 아이유, 소시-카라 잇는 큐티 아이돌 스타탄생 예감, in JoongAng Media Network, 20 aprile 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  38. ^ a b (KO) Lee Seung-han, 21살 아이유 원숙미는 곤란해, in The Hankyoreh, 11 ottobre 2013. URL consultato il 15 novembre 2015.
  39. ^ (KO) Newsen, 아이유 깜찍발랄 'Boo' 컴백 신고식 '슬픈 이미지 벗어던졌다', in JoongAng Media Network, 18 aprile 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  40. ^ a b (KO) Lee Young-hwa, [HD동영상] 아이유(IU), '국민가수요? 무대서 댄스 적응하기도 힘들어', in The Chosun Ilbo, 7 maggio 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  41. ^ (EN) New albums and singles preview – 2009 novembre week 1, su Soompi, 8 novembre 2011. URL consultato il 17 novembre 2015.
  42. ^ (KO) Newsen, 아이유 '마쉬멜로우' 컴백, 깜찍 퍼포먼스 업그레이드, in JoongAng Media Network, 15 novembre 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  43. ^ Happy Together: Overnight Celebrity Special, KBS2.
  44. ^ (KO) [동영상] 소녀디바 아이유, 빅뱅의 '거짓말' 어쿠스틱버전 불러 화제!, in The Chosun Ilbo, 13 luglio 2009. URL consultato il 15 novembre 2015.
  45. ^ (KO) Hwang Ui-kyung, 아이유, 곰TV 뮤직차트 쇼 VJ 변신, su Munhwa Broadcasting Corporation, 28 agosto 2009. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  46. ^ (KO) Newsen, 아이유 '마쉬멜로우' 컴백, 깜찍 퍼포먼스 업그레이드, in Daum, 15 agosto 2009. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  47. ^ (KO) Daily Finance, 가수 아이유,태연이어 MBC FM '친한 친구' DJ로, 20 aprile 2010. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  48. ^ Fonti per "Nagging" dalla Gaon Digital Chart:
  49. ^ (KO) 싱글: 잔소리, su Melon. URL consultato il 23 novembre 2015.
  50. ^ (EN) Weekly K-Pop Music Chart 2010 – July Week 1, su Soompi. URL consultato il 5 luglio 2010.
  51. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2010 settimana 31, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 23 novembre 2015.
  52. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2010 settimana 41, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 23 novembre 2015.
  53. ^ Gaon Chart, South Korean Gaon Album Chart 2010 settimana 52, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 24 novembre 2015.
  54. ^ (EN) Park Jung-ho, Lyricist gives insight into world of K-pop, in Korea JoongAng Daily, 8 aprile 2015. URL consultato il 25 novembre 2015.
  55. ^ (KO) Kang Soo-jin, 가온주간차트: 싸이, 5주연속 1위 독주 태세, Kyunghyang Shinmun, 26 agosto 2012. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  56. ^ M! Countdown: Episodio 221, Mnet.
  57. ^ Music Bank: Episodio 585, KBS2.
  58. ^ Inkigayo: Episodio 602, Seoul Broadcasting System.
  59. ^ (KO) Eun Joo-chung, 아이유 히트송 만든 그 남자 작곡, 그 여자 작사, in The Chosun Ilbo, 11 agosto 2011. URL consultato il 25 novembre 2015.
  60. ^ (KO) '아이유 앓이. 대세' 란 말 신기하고 무섭죠, in Yonhap News Agency, 19 dicembre 2010. URL consultato il 25 novembre 2015.
  61. ^ a b c (KO) Kim Ji-young, '삼촌'팬 몰고 다니는 국민 여동생 아이유, in The Dong-a Ilbo, 22 marzo 2011. URL consultato il 25 novembre 2015.
  62. ^ (KO) Kim Seong-han, (스타 인터뷰) 아이유 '연기? 새롭고 신기해요... 재미있어요', in Naver, Sports Korea, 15 gennaio 2011. URL consultato il 28 novembre 2015.
  63. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2011 settimana 7, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 28 novembre 2015.
  64. ^ a b Gaon Chart, Gaon Download Chart Corea del Sud 2011, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 28 novembre 2015.
  65. ^ (KO) 아이유, '나만 몰랐던 이야기' 벌써부터 히트예감, in The Chosun Ilbo, 16 febbraio 2011. URL consultato il 30 novembre 2015.
  66. ^ (KO) 윤상, 아이유 '나만 몰랐던 이야기' 준 것 후회 "고등학생에 너무 슬픈곡", in Newsen, 27 maggio 2011. URL consultato il 30 novembre 2015.
  67. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2011 settimana 9, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 30 novembre 2015.
  68. ^ (EN) Kim Yoon-mi, Singer Corinne Bailey Rae's soulful voice wows Koreans, in The Korea Herald, 11 marzo 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  69. ^ (EN) Min Ines, IU to perform at Bailey Rae's concert in Korea, in The Korea Times, 7 febbraio 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  70. ^ (KO) Kwon Soo-bin, 아이유 막방소감 '엠씨가요 가장 기억남는 실수' 인기가요 MC 하차, in Newsen, 28 luglio 2013. URL consultato il 28 marzo 2014.
  71. ^ (KO) Starship Entertainment Music Videos, 케이윌(K.will) '가슴이 뛴다(My heart beating)' MV with 아이유(IU), 이준(Mblaq Joon), Starship Entertainment. URL consultato il 29 novembre 2015.
  72. ^ (KO) Starship Entertainment Music Videos, 케이윌(K.will)'입이 떨어지지 않아서(Can't open up my lips) M.V 아이유, 이준, 민우, Starship Entertainment. URL consultato il 29 novembre 2015.
  73. ^ (KO) 아이유, '최고의 사랑' OST 참여, in Yonhap News Agency, 24 maggio 2011. URL consultato il 25 novembre 2015.
  74. ^ a b (KO) (창간26주년) 아이유, 스마트 스타의 대표주자, Sports Seoul, 21 giugno 2011. URL consultato il 29 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 23 giugno 2011).
  75. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2011 settimana 24, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 29 novembre 2015.
  76. ^ (KO) Kim Pyo-hyang, '키스앤크라이' 아이유, 하루 5시간 맹연습으로 명예회복 노린다, in The Chosun Ilbo, 30 maggio 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  77. ^ (KO) Kim Won-kyum, 여고생 아이유 열공!, in The Dong-A Ilbo, 12 luglio 2011. URL consultato il 18 gennaio 2016.
  78. ^ (KO) KBS 불후의 명곡 2 <전설을 노래하다> 제작발표회 개최, Korean Broadcasting System, 9 maggio 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  79. ^ (KO) Han Hyeon-jeong, 아이유 측 "'불후2' 돌연 하차? 사전 협의한 건데... 후회없다", su MK News, 7 giugno 2011. URL consultato il 29 novembre 2015.
  80. ^ (KO) Jang Yeon-ju, 아이유, 정규 2집 'Last Fantasy' 1만5000장 한정판...예약 판매, in The Korea Herald, 18 novembre 2011. URL consultato il 30 novembre 2015.
  81. ^ (EN) IU releases second album 'Last Fantasy', in Korea JoongAng Daily, 29 novembre 2011. URL consultato il 30 novembre 2015.
  82. ^ (KO) Lee Jung-hyuk, 아이유 정규 2집, 발매 2주 만에 1000만 다운로드 돌파, in The Chosun Ilbo, 15 dicembre 2011. URL consultato il 30 novembre 2015.
  83. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2011 settimana 50, in Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 30 novembre 2015.
  84. ^ a b Gaon Chart, Gaon Album Chart Corea del Sud 2011 settimana 50, in Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 30 novembre 2015.
  85. ^ Fonti per "You and I" dalla Gaon Download Chart annuale:
  86. ^ a b (EN) Jeff Benjamin e Jessica Oak, K-Pop Hot 100: IU Hits No. 1 With 'Friday,' Ties Chart Record, in Billboard, 30 dicembre 2013. URL consultato il 30 novembre 2015.
  87. ^ (EN) The Chosun Ilbo, Teen Singer IU Ready for Japan Debut, 17 novembre 2011. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  88. ^ (JA) 韓国の"国民の妹"IU、来春日本デビュー決定, in Oricon, 16 novembre 2011. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  89. ^ (JA) IU JAPAN PREMIUM "SPECIAL LIVE" @ 渋谷Bunkamura オーチャードホール (2012年1月24日 17:00), su Tower Records, 3 febbraio 2012. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  90. ^ (KO) 장근석·아이유 등 오리콘차트 상위권 올라(종합)왕, in Yonhap News Agency, 30 marzo 2012. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  91. ^ (EN) Japan Hot 100 (settimana del 7 aprile 2012), su Billboard, 7 aprile 2012. URL consultato il 4 dicembre 2015.
  92. ^ (EN) Stewart Ho, IU's 'You and I' Makes a 4th Place Debut on Oricon Daily Singles Chart, su CJ E&M enewsWorld, 19 luglio 2012. URL consultato il 5 dicembre 2015.
  93. ^ (EN) Japan Hot 100 (settimana del 4 agosto 2012 ), su Billboard, 4 agosto 2012. URL consultato il 26 gennaio 2015.
  94. ^ (KO) 아이유, 9월 日 단독 콘서트... 6개월만의 '성과', su Seoul Broadcasting System, 25 giugno 2012. URL consultato l'8 gennaio 2016.
  95. ^ (EN) Carla Sunwoo, IU's concert a sellout in half-hour, in Korea JoongAng Daily, 19 aprile 2012. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  96. ^ a b (EN) Carla Sunwoo, IU ticket sales snapped up by 'Uncle Fans', in Korea JoongAng Daily, 3 maggio 2012. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  97. ^ (EN) Carla Sunwoo, IU wraps up concert with a vow to be better TV host, in Korea JoongAng Daily, 25 settembre 2012. URL consultato il 6 dicembre 2015.
  98. ^ (KO) 2012.06.13 - 아이유의 첫 단독 콘서트. 3시간 동안 펼쳐진 동화속 여행 속으로..., su Melon, 13 giugno 2012. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  99. ^ a b (KO) Special: 봄과 함께 팬들 곁으로 돌아온 아이유, su Naver, 11 maggio 2012. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  100. ^ Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2012 settimana 20, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  101. ^ Korea K-Pop Hot 100 (settimana del 19 maggio 2012), su Billboard, 19 maggio 2012. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  102. ^ Fonti per "Every End of the Day" dalla Gaon Digital Chart:
  103. ^ (JA) K-POP期待の19歳が安全地帯カバー 「本当に綺麗な音楽」, su Billboard Japan, 18 settembre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  104. ^ (JA) IU Friendship Special Concert ~Autumn 2012~ @ 東京国際フォーラムホールA, su Tower Records, 23 ottobre 2012. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  105. ^ (KO) '휴식 끝' 아이유, 3개월 만에 '인기가요' MC로 컴백, in The Korea Herald, 22 agosto 2012. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  106. ^ (KO) '최강연승 퀴즈쇼Q', 시청률 5.1% '씁쓸한 퇴장', in The Chosun Ilbo, 29 dicembre 2012. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  107. ^ (KO) 아이유·수지·정겨운, SBS '가요대전' MC로 호흡, in No Cut News, 26 dicembre 2012. URL consultato il 29 novembre 2015.
  108. ^ (KO) [포토엔]서울가요대상 아이유 '수줍은 시스루룩 패션'(서울가요대상), in Newsen, 20 gennaio 2012. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  109. ^ (KO) Kim Min-jung, '장기하와 얼굴들' 한국대중음악상 4관왕, in The Dong-a Ilbo, 29 febbraio 2012. URL consultato il 3 dicembre 2015.
  110. ^ (KO) Yang Jin-young, '최고다 이순신' 아이유 첫 주연 소감 "안예쁜 이순신, 자신있다", in Newspim, 5 marzo 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  111. ^ (KO) Lee Ji-suk, "'최고다 이순신' PD "아이유 캐스팅? 1회 끝나면 우려 없어진다", in Newsen, 4 marzo 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  112. ^ (KO) Lee Ji-suk, '최고다 이순신' 고두심 "아이유 부담없는 외모" 솔직발언 폭소, in Newsen, 4 marzo 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  113. ^ (KO) Lee Ji-suk, '최고다 이순신' 이지훈 "아이유 준비 철저히 했다" 극찬, in Newsen, 4 marzo 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  114. ^ (KO) Baek Ah-reum, '최고다 이순신' 기대이상 아이유 눈물연기 관계자도 놀랐다, in Newsen, 24 marzo 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  115. ^ (KO) KBS 주말극 '최고다 이순신' 시청률 30.1%로 종영, in Yonhap News Agency, 26 agosto 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  116. ^ (KO) Go Seung-hui, 아이유, 2013 최고의 연기돌로 거듭나다... '최고다 이순신' 통해 연기돌로 재평가, in The Korea Herald, 26 agosto 2013. URL consultato il 31 dicembre 2015.
  117. ^ (KO) 아이유 조정석과 듀엣곡 공개, "'예쁘다송'인 이유는...", in The Dong-A Ilbo, 26 agosto 2013. URL consultato il 7 gennaio 2015.
  118. ^ (EN) Japan Hot 100 (settimana del 1 aprile 2013), su Billboard, 1 aprile 2013. URL consultato il 1 gennaio 2016.
  119. ^ (JA) Keisuke Tsuchiya, ミニ・アルバム『Can You Hear Me?』を完成させたIUを直撃!, su CD Journal, 19 marzo 2013. URL consultato il 1 gennaio 2016.
  120. ^ (JA) Can You Hear Me?, su Rolling Stone Japan, 9 marzo 2013. URL consultato il 1 gennaio 2016.
  121. ^ (JA) IU 「自身が手がけた曲も! 大雑把な性格は父親ゆずり... !」, su Oricon, 20 marzo 2013. URL consultato il 1 gennaio 2016.
  122. ^ (JA) オリコンランキング情報サービス「you大樹」, su Oricon. URL consultato il 16 novembre 2013.
  123. ^ (EN) Japan Hot 100 (settimana del 28 settembre 2013), su Billboard. URL consultato il 05 gennaio 2016.
  124. ^ (KO) Park Hyeon-min, 아이유, 일본서 신곡 발표...오리콘 차트 9위, in JoongAng Media Network, 12 settembre 2013. URL consultato il 5 gennaio 2016.
  125. ^ (EN) Julie Jackson, Upcoming K-pop releases to usher in fall season, in The Korea Herald, 25 settembre 2013. URL consultato il 1 gennaio 2016.
  126. ^ (EN) IU Makes A Comeback With 'The Red Shoes', su Seoul Beats, 9 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  127. ^ (EN) IU to release 3rd album in October, in The Korea Times, 17 settembre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  128. ^ a b (EN) Variety Adds Spice to IU's New Album, in The Chosun Ilbo, 12 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  129. ^ Jessica Oak, IU Exudes Maturity on New LP 'Modern Times', su Billboard, 9 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  130. ^ (EN) Cha Yo-rim, IU impresses on 'Modern Times', in The Korea Herald, 18 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  131. ^ (EN) Best Of 2013 Recap: Your Favorite Albums And Mini-Albums, su Seoul Beats, 31 dicembre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  132. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Album Chart Corea del Sud 2013 settimana 42, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  133. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2013 settimana 42, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  134. ^ (EN) Billboard World Albums Chart (settimana del 26 ottobre 2013), su Billboard, 26 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  135. ^ (EN) Jeff Benjamin e Jessica Oak, The K-pop soloist extends her reign for most weeks at No. 1. Plus, chart highlights from Seo In Young, T-ara and more., su Billboard, 18 ottobre 2013. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  136. ^ a b (EN) Jean Oh, IU's star continues to rise, in The Korea Herald, 19 novembre 2013. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  137. ^ (KO) 장근석-아이유 '예쁜남자' 시청률 3.8%로 종영, in Yonhap News Agency, 10 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  138. ^ (KO) Business Wire, 인기투표하세요, 서울드라마어워즈 스타 - 작품 - 노래, in JoongAng Media Network, 16 luglio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  139. ^ (EN) Lee Sun-min, IU announces solo concerts, in JoongAng Ilbo, 16 ottobre 2013. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  140. ^ (EN) Event Details: IU Modern Times Showcase In Hong Kong, su Kowloonbay International Trade & Exhibition Centre. URL consultato l'8 gennaio 2016.
  141. ^ (KO) 아이유 - 금요일에 만나요 뮤직비디오 촬영 비하인드(메이킹), su Naver, 20 dicembre 2013. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  142. ^ (EN) Korea K-Pop Hot 100 - 2014 Archive, su Billboard. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  143. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 1, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  144. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  145. ^ (KO) The DongA Ilbo, 아이유, 자작곡 '금요일에 만나요'로 공중파 음악 방송 석권, su Naver, 5 gennaio 2014. URL consultato il 3 gennaio 2016.
  146. ^ (EN) Hong Grace Danbi, IU Unveils Complete Tracklist for 'Flower Bookmark', su CJ E&M enewsWorld, 14 maggio 2014. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  147. ^ (KO) Kang Hyung-Jun, 이제는 여신이 된 국민여동생, 아이유를 만나다!, su Samsung, 1 luglio 2014. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  148. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 21, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  149. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 22, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  150. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Download Chart Corea del Sud 2014, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  151. ^ (EN) Sohn Ji-young, Eyelike: IU returns with Korean classics, in The Korea Herald, 30 maggio 2014. URL consultato il 9 gennaio 2016.
  152. ^ (EN) Jeff Benjamin e Jessica Oak, The 10 Best K-Pop Albums of 2014, su Billboard, 11 dicembre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  153. ^ (KO) Business Wire, god·아이유·태양, 2014 멜론 뮤직 어워드 주인공, in The Chosun Ilbo, 14 novembre 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  154. ^ a b (KO) [스타캐스트] 아이유 '딱 한발짝... 그 만큼만 더' 준비 현장!, su Naver, 20 maggio 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  155. ^ a b (KO) Kim Eun-gu, 아이유 소극장 콘서트 예매 '딱 10분 만에 끝', in JoongAng Media Network, 8 maggio 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  156. ^ (EN) Hong Grace Danbi, IU to Donate All Profits Made from Concert to Ferry Victims, su CJ E&M enewsWorld, 2 maggio 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  157. ^ a b (EN) Jeff Benjamin, KCON 2014 Day 1: G-Dragon, IU, B1A4 & More Rock Los Angeles, su Billboard, 10 agosto 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  158. ^ (EN) August Brown, Review: G-Dragon, Teen Top and B1A4 make K-pop's next moves at KCON, in Los Angeles Times, 10 agosto 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  159. ^ (EN) Jeff Benjamin, KCON More Than Doubles Attendance in 2014, su Billboard, 12 agosto 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  160. ^ (EN) Jeff Benjamin, IU Talks First US Performance, New Album & 'Modern Family' at KCON 2014: Video Interview, su Billboard, 13 agosto 2014. URL consultato il 10 gennaio 2016.
  161. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 19, Korea Music Content Industry Association. URL consultato l'11 gennaio 2016.
  162. ^ (EN) Sohn Ji-young, Ulala Session song featuring late Lim, IU out next week, in The Korea Herald, 24 giugno 2014. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  163. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 28, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  164. ^ (EN) Sohn Ji-young, god makes grand return with new LP 'Chapter 8', in The Korea Herald, 8 luglio 2014. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  165. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 29, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  166. ^ (EN) Julie Jackson, Seo Taiji reveals personal side on TV, in The Korea Herald, 12 ottobre 2014. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  167. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 41, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  168. ^ (EN) Hong Grace Danbi, (Video) Yoon Hyun Sang Debuts with IU in 'When Would It Be' MV, su CJ E&M enewsWorld, 31 ottobre 2014. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  169. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Digital Chart Corea del Sud 2014 settimana 45, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  170. ^ a b (EN) Rumy Doo, 'The Producers' set to be full of fun and laughs, in The Korea Herald, 11 maggio 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  171. ^ (EN) Kwon Ji-youn, 'The Producers' - great boast, small roast, in The Korea Times, 18 maggio 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  172. ^ (EN) Kwon Ji-youn, 'Producers' ends with success, in The Korea Times, 21 giugno 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  173. ^ (EN) Hong Grace Danbi, IU Tops the Music Charts with Surprise Single Release of 'Heart', su CJ E&M enewsWorld, 18 maggio 2015. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  174. ^ (KO) Gaon Chart, Gaon Download Chart Corea del Sud 2015, Korea Music Content Industry Association. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  175. ^ (KO) Kim Won-gyeom, '프로듀사' 효과...중국, 아이유 러브콜 쇄도, in Naver, 17 giugno 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  176. ^ (EN) Kwon Ji-youn, Infinite Challenge music festival loses true nature, in The Korea Times, 13 settembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.
  177. ^ (EN) Lee Hye-won, 'Infinite Challenge' songs generate W2b in sales, in The Korea Herald, 16 settembre 2015. URL consultato l'11 novembre 2015.
  178. ^ (KO) 컴백! 아이유, 새 미니앨범 '챗셔' 10월 23일 발매..전곡 프로듀싱, in The Chosun Ilbo, 12 ottobre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  179. ^ (EN) World Albums (settimana del 14 novembre 2015), su Billboard, 14 novembre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  180. ^ (EN) IU Creates A Wonderland In 'Twenty-Three', su Seoul Beats, 25 ottobre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  181. ^ (EN) Down The Rabbit Hole With IU's Chat-Shire, su Seoul Beats, 27 ottobre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  182. ^ (EN) IU's 'Chat-Shire' Controversy, Part 1: The Co-Opting Of Zeze, su Seoul Beats, 9 novembre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  183. ^ a b c (EN) Kwon Ji-youn, K-pop star IU's 'Zeze' under fire, in The Korea Times, 11 novembre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  184. ^ a b (EN) Sung So-Young, Publisher backs down in IU debate, in Korea JoongAng Daily, 12 novembre 2015. URL consultato il 12 novembre 2015.
  185. ^ (EN) Lim Jeong-yeo e Ko Ji-seon, IU apologizes amid plagiarism, pedophilia charges, in The Korea Herald, 6 novembre 2015. URL consultato il 10 novembre 2015.
  186. ^ (EN) Jeff Benjamin e Jessica Oak, The 10 Best K-Pop Albums of 2015, su Billboard, 30 dicembre 2015. URL consultato il 2 gennaio 2016.
  187. ^ (EN) Sung So-young, IU planning to avoid TV music programs, in Korea Joongang Daily, 20 ottobre 2015. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  188. ^ (EN) Kim Yu-jin, IU to hold national concert tour 'Chat-Shire', in The Korea Herald, 19 ottobre 2015. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  189. ^ (EN) Kim Yu-jin, IU to hold year-end encore concert, in The Korea Herald, 8 dicembre 2015. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  190. ^ (KO) Lee Eun-ho, 아이유, 대만 홀렸다... 앨범 차트 1위+팬미팅 매진, in Korea Economic Daily, 15 dicembre 2015. URL consultato il 18 dicembre 2015.
  191. ^ (EN) Hwang Hye-jin, IU Tops K-Pop Chart in Taiwan, su CJ E&M enewsWorld, 15 dicembre 2015. URL consultato il 15 dicembre 2015.
  192. ^ (ZH) Hsu Sandy e Kao Annie, 就是明年1月了!終於等到「國民妹妹」IU首次訪台!門票開賣僅2分鐘即售罄, su Vogue Taiwan, 22 dicembre 2015. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  193. ^ (EN) Kim Yu-jin, Shin Dong-yup, IU to host SBS' 'Gayo Daejeon', in The Korea Herald, 17 dicembre 2015. URL consultato il 19 dicembre 2015.
  194. ^ (KO) Hwang Hyo-jin, Lee Ji-hye e Sim Ha-lim, PEOPLE 2015: ② 아이유부터 강동원까지, 올해의 인물 10, su Ize, 1 dicembre 2015. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  195. ^ (KO) Jung Woo-sung, 2015 WOMAN OF THE YEAR - 아이유, gqkorea.co.kr. URL consultato il 27 gennaio 2016.
  196. ^ (EN) IU, Lee Joon-gi to star in new TV drama, in The Korea Times, 4 gennaio 2016. URL consultato il 6 gennaio 2016.
  197. ^ (KO) '달의 연인' 아이유, '보보경심' 한국판 女 주인공 낙점…훈남 9人 사랑 한 몸에, in The Chosun Ilbo, 28 dicembre 2015. URL consultato il 28 dicembre 2015.
  198. ^ (KO) 아이유, 팬 카페에 깜짝 자작곡 공개..신곡 발매할까, 2 aprile 2016. URL consultato il 3 aprile 2016.
  199. ^ a b (KO) Newsen, 아이유 50억+α 2010년 수입도 '대세', in JoongAng Media Network, 29 dicembre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  200. ^ (KO) BNT News, 아이유 CF, 강한 중독성 '앙증맞은 입술, 팬심 녹여', in Korea Economic Daily, 16 ottobre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  201. ^ a b c (KO) 아이유, 온라인 게임 모델 발탁 '게임계의 여왕', in The Chosun Ilbo, 5 novembre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  202. ^ (EN) Blizzard CUP Final Broadcasting Schedule, su Gom TV, 16 dicembre 2011. URL consultato il 6 gennaio 2016 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2012).
  203. ^ (KO) 인기가수 '아이유', 엔트리브 '앨리샤' 모델로 선정, in The Dong-A Ilbo, 5 novembre 2010. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  204. ^ (KO) Baek Myung-gi, 게임 '아이온' 모델 아이유, 혹시 캐릭터?, in The Korea Economic Daily, 3 dicembre 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  205. ^ (KO) Kim Han-jun, 엔씨소프트, 아이온에 아이유 관련 콘텐츠 선보인다, in The Dong-a Ilbo, 16 gennaio 2013. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  206. ^ (KO) 넥슨, 던파 모델 '아이유' 발탁, in CNET, 16 gennaio 2014. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  207. ^ (KO) Kwon Myung-gwan, 국민 여동생 아이유, 삼성전자 애니콜 새 모델로 전격 발탁, in The Dong-a Ilbo, 12 gennaio 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  208. ^ (KO) 아이유-윤상의 'How to live SMART' (삼성전자), su Samsung, 27 maggio 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  209. ^ (KO) Newsen, 서인국 아이유, 자전거 데이트현장 포착 '실제 연인같아', in JoongAng Media Network, 18 gennaio 2011. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  210. ^ (KO) Lee Jung-hyuk, 아이유, 이런 모습 처음이야!, in The Chosun Ilbo, 1 settembre 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  211. ^ (KO) Kwon Myung-gwan, SK텔레콤, 4G LTE 모델로 원빈, 아이유 선정, in The Dong-a Ilbo, 21 luglio 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  212. ^ (KO) 남양유업 '떠먹는 불가리스' 모델에 아이유, in Yonhap News Agency, 21 luglio 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  213. ^ (KO) <마케팅 & 애드>에쓰-오일 '1리터' 시리즈, 작지만 큰 행복 따뜻한 공감 전달, in The Korea Herald, 26 maggio 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  214. ^ (KO) Newsen, [포토엔]아이유 '이승한 회장님 물총 하나만~', in JoongAng Media Network, 6 giugno 2011. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  215. ^ (KO) Kim Si-eun, '닭치는 소녀' 아이유 치킨CF 보조출연 알고보니 '삼촌팬들', in Korea Economic Daily, 29 aprile 2011. URL consultato il 17 gennaio 2016.
  216. ^ (KO) Lee Jung-hyuk, 동갑내기 아이유-유승호, 다정한 화보 눈길, in The Chosun Ilbo, 25 gennaio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  217. ^ (KO) Kim Si-eun, 엘리트, 아이유-인피니트의 '엘리&다빈치 댄스' 따라 추기 이벤트, in Korea Economic Daily, 3 gennaio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  218. ^ (KO) Kim Hee-yeon, 11번가, 국민 여동생 아이유 모델 발탁, su ZDNet, 16 luglio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  219. ^ (KO) Daily Sports, 더샘 '어반에코 하라케케', 출시 45일 만에 5만개 판매, in JoongAng Media Network, 19 ottobre 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  220. ^ (KO) Kang Se-hun, 농심, 후루룩칼국수 모델로 '아이유' 발탁, in Newsis, 7 marzo 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  221. ^ (KO) Im Hyun-woo, 신라면 블랙, 컵라면으로 부활, in Korea Economic Daily, 20 agosto 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  222. ^ (KO) 아이유-제국의 아이들, 스마트폰 테마 드라마 출연, in The Chosun Ilbo, 22 marzo 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  223. ^ (KO) 아이유, '바다를 생각합니다', su Expo 2012, 10 gennaio 2012. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  224. ^ (ZH) Wu Yi-xuan, IU搖身一變甜美單車少女 粉紅洋裝凸顯小蠻腰, su CJ E&M enewsWorld, 13 giugno 2014. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  225. ^ (KO) Kim Da-jeong, 소니, 헤드폰 새 모델에 유희열-아이유 발탁, su ZDNet, 30 settembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  226. ^ (KO) Kang Hyung-suk, '아이유도 들어보고 깜짝!' 소니, 고음질 블루투스 오디오-헤드폰 공개, in The DongA Ilbo, 27 maggio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  227. ^ (EN) Yonhap News Agency, Chamisul selects K-pop's IU as new spokesperson, in The Korea Times US, 21 novembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  228. ^ (KO) 하이트진로, 아이유와 재계약...업계 최고 대우, in Korea Economic Daily, 17 dicembre 2015. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  229. ^ (KO) 대세스타 아이유-송재림, 커플화보 '사랑스러워', in The Chosun Ilbo, 2 dicembre 2014. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  230. ^ (EN) Yoon Sarah, IU, Lee Hyun-woo launch Unionbay's spring fashion campaign, in The Korea Herald, 26 febbraio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  231. ^ (KO) Lee Bo-ram, 아이소이, 가수 아이유 전속모델로 발탁, in Kyunghyang Shinmun, 2 febbraio 2015. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  232. ^ (EN) IU sings about bean sprouts for new 'Homeplus' CF, 21 marzo 2011. URL consultato il 6 novembre 2014.
  233. ^ (EN) IU & Jo Young Nam sing Perianth Marketplace for SK Telecom's T-Store, 2 aprile 2011. URL consultato il 6 novembre 2014.
  234. ^ (EN) Hyundai reveals IU's Let's Catch the Bus, 12 agosto 2011. URL consultato il 6 novembre 2014.
  235. ^ a b (EN) INFINITE & IU's Elite Song for school uniform brand 'Elite' will make you love school, 2 febbraio 2012. URL consultato il 6 novembre 2014.
  236. ^ (EN) IU releases her CF song for Nongshim's Hooroorook Noodles!, 18 marzo 2012. URL consultato il 6 novembre 2014.
  237. ^ (EN) INFINITE and IU release 2013 CF song for 'Elite' uniforms, 3 gennaio 2013. URL consultato il 6 novembre 2014.
  238. ^ (EN) IU's Alicia MV released!, 1 febbraio 2011. URL consultato il 27 agosto 2014.
  239. ^ (EN) Check out the jackets + track list + dance version for the Japanese version of IU's You & I, 14 luglio 2012. URL consultato il 6 novembre 2014.
  240. ^ (EN) Extended version of IU's Beautiful Dancer PV revealed, 9 marzo 2013. URL consultato il 6 novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN313304414