Joseph Magliocco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Joseph Magliocco (Portella di Mare, 29 giugno 1898West Islip, 28 dicembre 1963) è stato un mafioso italiano operativo a New York e capo della famiglia Profaci (più tardi conosciuta come Famiglia Colombo dal 1962 al 1963).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giuseppe Magliocco nacque a Portella di Mare, una frazione di Misilmeri (in provincia di Palermo), il 29 giugno del 1898. Emigrò a New York nel 1914, dove entrò a far parte della cosca di Joseph Profaci diventando il suo braccio destro oltre che cognato. Magliocco viene arrestato assieme a suo cognato Joe e a Vincent Mangano in un summit mafioso il 5 dicembre 1928 all'hotel Statler di Cleveland; tuttavia uscì dopo 2 anni. Subito dopo la sua uscita ci fu la Guerra Castellamarese, in cui Magliocco rimase neutrale.

Trent'anni dopo verrà arrestato alla celebre Riunione di Apalachin il 17 novembre del 1957. Magliocco si occupò principalmente di gioco d'azzardo e sindacati, controllando gran parte di Brooklyn e Staten Island, fino alla sua morte. Il 2 giugno 1962, con la morte di suo cognato Profaci, Magliocco assume la guida della famiglia. In quel periodo, all'interno della famiglia, c'era la faida con i fratelli Gallo: la faida continuerà con rapimenti e attentati per tutto il 1962. Il 28 dicembre 1963 Magliocco muore per un attacco di cuore.[1] Gli successe alla guida della famiglia Joseph Colombo.

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie
  1. ^ Joseph Magliocco (1898 - 1963) - Find A Grave Memorial, su www.findagrave.com. URL consultato il 03 novembre 2017.