Jimmy Grimble

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jimmy Grimble
Titolo originale There's Only One Jimmy Grimble
Lingua originale inglese
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 2000
Durata 106 min
Genere commedia, drammatico, sportivo
Regia John Hay
Soggetto Simon Mayle
Sceneggiatura Simon Mayle
John Hay
Rik Carmichael
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Jimmy Grimble è un film del 2000 diretto da John Hay e girato a Oldham, Greater Manchester, Gran Bretagna.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jimmy Grimble è un ragazzino di 15 anni, follemente innamorato di una ragazza e del gioco del calcio e tifosissimo del Manchester City. Jimmy passa quasi tutto il suo tempo libero giocando a pallone, ma è affetto da "ansia da prestazione", motivo per cui non riesce ad esprimere a pieno il suo talento quando è osservato da qualcuno.

La sua storia cambia quando, un giorno, dopo essere scappato da dei bulli che lo perseguitano (la maggior parte dei suoi compagni di scuola tifa per il Manchester United, quindi Jimmy è spesso oggetto di prese in giro da parte loro), un'anziana donna gli offre rifugio e gli regala degli scarpini piuttosto malandati, a suo dire magici, appartenuti a un giocatore dei Citizens, tale Robby Brewer. All'inizio il ragazzo è scettico al riguardo e getta gli scarpini in un cassonetto, ma si vede costretto, sempre a causa dei bulli che lo tormentano (tra questi c'è un ragazzo che gioca nella stessa squadra di calcio, è figlio di uno dei finanziatori della scuola ed è tifoso dello United), ad andare a recuperare gli scarpini donati dalla donna per utilizzarli, poiché i suoi gli sono stati sottratti e gettati via per impedirgli di giocare. A partire da questo momento, il suo modo di giocare, nonché la sua vita, cambiano radicalmente, e Jimmy inizia a credere che gli scarpini fossero realmente magici e che gli donino un incredibile talento. Parte una ricerca sfrenata su chi fosse questo Robby Brewer senza alcun successo. Jimmy, ormai convinto che la storia della magia fosse vera, conduce la sua squadra sino alla finale del torneo, che si tiene al Maine Road proprio il giorno successivo alla morte della donna che gli ha regalato gli scarpini. Durante la finale il compagno di squadra bullo, attaccante goleador invidioso del talento di Jimmy, gli nasconde e getta via gli scarpini, pur di impedirgli di giocare. L'allenatore Eric Wirral se ne accorge tardi, ma per fortuna riesce a farsi aprire lo store dello stadio e a comprare a Jimmy un altro paio di scarpini pochi minuti prima dell'inizio della partita. Jimmy, sempre più convinto che il talento venisse dagli scarpini di Brewer e triste per la scomparsa dell'anziana donna, gioca un primo tempo disastroso, in cui realizza una prestazione sotto tono e non riesce proprio a segnare. Nell'Intervallo, grazie al compagno della madre, conoscerà finalmente il vero Robby Brewer, possessore degli scarpini e figlio della gentile anziana donna, che ora è cieco e che mai giocò nel City. Fu cosí che Jimmy capí che l'anziana signora gli aveva raccontato quella storiella per distrarlo dalle sue ansie, gli scarpini non avevano nulla di speciale, erano solo comunissimi scarpini molto vecchi, questo gli fa capire che la magia non era negli scarpini, ma nei suoi piedi. Forte di questo, Jimmy rientra in campo e gioca un secondo tempo fantastico, un goal e un assist che consentiranno alla sua squadra di compiere una grande rimonta e di vincere il torneo. Alla fine della partita uno scout del Manchester United gli propone di giocare nelle giovanili dei Red Devils, ma Jimmy rifiuta avendo ricevuto poco prima la proposta del suo amato Manchester City.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]