Isole minori esterne degli Stati Uniti d'America

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
United States Pacific Island Wildlife Refuges-CIA WFB Map.png

Le Isole Minori Esterne degli Stati Uniti (in inglese: "United States Minor Outlying Islands") sono una definizione statistica dell'ISO 3166-1 utilizzata per indicare le 9 isole appartenenti alle aree insulari degli Stati Uniti d'America: isola Baker, l'isola Howland, l'isola Jarvis, l'atollo Johnston, il Kingman Reef, le isole Midway, l'atollo Palmyra e l'isola di Wake.

Localizzazione[modifica | modifica sorgente]

Tranne l'Isola di Navassa, che è situata nel Mar dei Caraibi ed è rivendicata da Haiti, le altre isole sono situate nell'Oceano Pacifico. L'Atollo di Palmyra è l'unica a far parte dei territori incorporati negli Stati Uniti d'America. I territori caraibici di l'isola di Bajo Nuevo e l'isola Serranilla sono tavolta considerate come facenti parte del governo statunitense sebbene siano al centro di dispute con altri stati.
Le isole pacifiche sono circondate da un'ampia zona economica esclusiva.

Atollo/Isola Isola
km²
Laguna
km²
Coordinate Area protetta
dal

Oceano Pacifico settentrionale

Isola di Wake 7,4 6 19°17′N 166°36′W / 19.283333°N 166.6°W19.283333; -166.6 2006?
Atollo Johnston 2,52 130 16°45′N 169°31′W / 16.75°N 169.516667°W16.75; -169.516667 2005?
Isole Midway 5,18 40 28°13′N 177°22′W / 28.216667°N 177.366667°W28.216667; -177.366667 1998

Oceano Pacifico centrale

Kingman Reef 0,03 60 6°24′N 162°24′W / 6.4°N 162.4°W6.4; -162.4 2001-01-18
Atollo di Palmyra 6,56 15 5°52′N 162°06′W / 5.866667°N 162.1°W5.866667; -162.1 2001-01-18
Isola Jarvis 4,45 - 0°22′S 160°03′W / 0.366667°S 160.05°W-0.366667; -160.05 1974
Isola Baker 1,24 - 0°13′N 176°28′W / 0.216667°N 176.466667°W0.216667; -176.466667 1974
Isola Howland 1,62 - 0°48′N 176°38′W / 0.8°N 176.633333°W0.8; -176.633333 1974

Mar dei Caraibi

Isola di Navassa 5,2 - 18°24′N 75°01′W / 18.4°N 75.016667°W18.4; -75.016667 1999-09-30
U.S. Minor Outlying Islands 34,2 251

Popolazione[modifica | modifica sorgente]

Attualmente nessuna delle Isole Minori Esterne degli Stati Uniti è stabilmente abitata. Gli unici residenti delle isole sono i dipendenti delle stazioni meteorologiche scientifiche e il personale militare presente sull'isola. Il censimento del 2000 ha contato 315 persone sull'atollo Johnston e una persona sull'isola di Wake. Non c'è stata nessuna popolazione indigena locale, ad eccezione di quella censita nel 1940. Nel 1936 si avviò la colonizzazione delle isole con lo stabilirsi di cittadini americani sull'isola di Baker, Howland e di Jarvis. Tutte le isole furono però evacuate nel 1942 a causa della Seconda guerra mondiale.

Aeroporti[modifica | modifica sorgente]

Di seguito la lista degli aeroporti secondo il codice ICAO (IATA):

Gli altri aeroporti includono:

Porti[modifica | modifica sorgente]

I porti di tre delle nove isole sono inseriti nella lista dei porti World Port Index,[3] numerati come segue:

  • 56325 ATOLLO JOHNSTON: Atollo di Johnston
  • 56328 MIDWAY ISLAND: Atollo Midway
  • 56330 ISOLA DI WAKE ISLAND: Isola di Wake
  • Non è inserito il porto di LAGOON OVEST: atollo di Palmyra

L'isola di Baker Island, l'isola di Howland e l'isola di Jarvis Island hanno ognuna un piccolo approdo per le barche. Kingman Reef e l'isola di Navassa Island hanno ancoraggi solo offshore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Search results in e-Archives, Purdue University Libraries. URL consultato il 10 giugno 2011.
  2. ^ Kingman Reef in The World Factbook, FAQs.org, 2002. URL consultato il 10 giugno 2011.
  3. ^ NGA.mil, National Geospatial-Intelligence Agency. [collegamento interrotto]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Sito istituzionale di AMOMU

isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole