Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Isola di Sidorov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola di Sidorov
(RU) Остров Сидорова
Slavyanka Gulf.jpg
L'isola di Sidorov è visibile a nord dell'isola di Gerasimov
Geografia fisica
LocalizzazioneMare del Giappone
Coordinate42°55′26″N 131°27′32″E / 42.923889°N 131.458889°E42.923889; 131.458889Coordinate: 42°55′26″N 131°27′32″E / 42.923889°N 131.458889°E42.923889; 131.458889
Dimensioni0,42 × 0,19 km
Altitudine massima40,2 m s.l.m.
Geografia politica
StatoRussia Russia
Circondario federaleDistretto Federale dell'Estremo Oriente
KrajTerritorio del Litorale
RajonChasanskij rajon
Cartografia
Mappa di localizzazione: Distretto Federale dell'Estremo Oriente
Isola di Sidorov
Isola di Sidorov
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

L'isola di Sidorov (in russo: Остров Сидорова?) è una piccola isola russa che si trova nel golfo di Pietro il Grande, nel mar del Giappone, nell'Estremo Oriente russo. È situata all'ingresso del golfo Slavjanskij (залив Славянкий), 41 km a sud-ovest di Vladivostok e 9 km a nord-est della città di Slavjanka. Appartiene amministrativamente al Chasanskij rajon, del Territorio del Litorale. L'isola non ha popolazione residente, tuttavia, nel periodo estivo-autunnale, è visitata da turisti e villeggianti.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola ha una lunghezza di 0,42 km, per una larghezza massima di 0,19 km. Raggiunge l'altezza massima di 40,2 m s.l.m. Le coste sono ripide e rocciose. Si trova a nord dell'isola di Gerasimov, da cui è divisa dallo stretto di Stenin (пролив Стенина), una barriera di scogli sommersi la collega alla penisola di Jankovskij (Полуостров Янковского). Sull'isola sono presenti boschi di latifoglie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è stata descritta nel 1862 dalla spedizione di Vasilij Matveevič Babkin, a bordo della corvetta Kalevala, e ha preso il nome di un componente della spedizione: Ivan Petrovič Sidorov[1][2]. Nel 1886 l'isola è stata descritta in dettaglio nel corso di una spedizione guidata dall'ufficiale di marina Aleksej Semenovič Stenin[1][3], sotto la cui guida fu completato l'inventario delle isole del golfo di Pietro il Grande.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]