Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Isola di Elena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isola di Elena
Остров Елены
Geografia fisica
LocalizzazioneMar del Giappone
Coordinate43°03′45″N 131°49′50″E / 43.0625°N 131.830556°E43.0625; 131.830556Coordinate: 43°03′45″N 131°49′50″E / 43.0625°N 131.830556°E43.0625; 131.830556
ArcipelagoArcipelago dell'imperatrice Eugenia
Superficie1,45 km²
Dimensioni1,7 × 0,95 km
Altitudine massima99 m s.l.m.
Geografia politica
NazioneRussia Russia
Circondario federaleDistretto Federale dell'Estremo Oriente
KrajLitorale Litorale
RajonFrunzenskij
Cartografia
Russky island topographic map-ru.svg
Mappa di localizzazione: Distretto Federale dell'Estremo Oriente
Isola di Elena
Isola di Elena
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Isola di Elena
Isola di Elena
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

L'isola di Elena (in russo Остров Елены, ostrov Eleny) è un'isola russa che fa parte dell'arcipelago dell'imperatrice Eugenia ed è bagnata dal mar del Giappone.

Amministrativamente appartiene al Frunzenskij rajon di Vladivostok, nel Territorio del Litorale, che è parte del Distretto Federale dell'Estremo Oriente.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'isola è situata nella parte settentrionale del golfo di Pietro il Grande a poche centinaia di metri dalla costa meridionale della penisola di Murav'ëv-Amurskij (полуостров Муравьёва-Амурского, poluostrov Murav'ëva-Amurskogo), e 6,5 km circa a sud del centro di Vladivostok. È bagnata a ovest dal golfo dell'Amur, a sud dalle acque della baia Novik, a nord dallo stretto del Bosforo orientale (пролив Босфор Восточный, proliv Bosfor Vostočnyj) che la separa dalla terraferma, e a est dal piccolo canale che la divide dall'isola Russkij.

L'isola di Elena è in realtà un'isola artificiale, creata dall'uomo nel 1898. In precedenza era l'estremità nord-occidentale della penisola Sapërnyj (полуостров Сапёрный), ovvero la parte orientale dell'isola Russkij.[1] Misura poco meno di 1,7 km[2] di lunghezza e 950 m[2] di larghezza nei punti più ampi; ha una superficie di circa 1,45 km² e un'altitudine massima di 99 m s.l.m.
A est, dirimpetto al borgo chiamato Kanal sull'isola Russkij, si trova un piccolo agglomerato di case. Tuttavia l'isola non ha una popolazione residente, sebbene durante l'estate sia regolarmente visitata da turisti e villeggianti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo canale che separa Elena da Russkij.

L'isola è stata creata nel 1898 a seguito dello scavo del canale a scopo commerciale e per facilitare i trasporti tra Vladivostok e Russkij. Fu così chiamata in onore della figlia del proprietario di una fabbrica di laterizi situata sull'isola Russkij, i cui resti sono ancora oggi visibili. Dal 1930 al 1986 sull'isola di Elena erano installate parti per trasmissioni radio e fino al 1996 l'accesso a essa fu limitato.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (RU) Остров Елены как памятник разрухе (L'isola di Elena: monumento alla rovina), su ng.ru. URL consultato il 2 marzo 2012.
  2. ^ a b Dati approssimativi, calcolati utilizzando Google Earth.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]