Isola di Balar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isola di Balar
TipoIsola
Creazione
IdeatoreJohn Ronald Reuel Tolkien
Appare inIl Silmarillion
Caratteristiche immaginarie
PianetaArda
ContinenteTerra di Mezzo
RegioneBeleriand

L'Isola di Balar è un'isola di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Si trovava nell'omonima baia nel Beleriand meridionale.

Le leggende degli Elfi vogliono che l'Isola di Balar fosse un frammento staccatosi da un'isola più grande, quest'ultima utilizzata dal Vala Ulmo per trasportare le genti degli Eldar nel continente di Aman attraverso il Grande Mare. Tale isola, poste le radici a poca distanza dalle terre di Aman, divenne poi nota col nome di Eressëa.

Prima della Dagor Bragollach, Turgon di Gondolin aveva un avamposto sull'Isola di Balar, dal quale inviava messaggeri attraverso l'oceano nella speranza che potessero giungere ad Aman e nel reame di Valinor. Nessuno dei messaggeri però fece mai ritorno, eccetto il solo Voronwë, che pur non aveva raggiunto la meta del suo lungo viaggio.

Dopo la distruzione delle Falas, l'Isola di Balar divenne un rifugio per i sopravvissuti di Brithombar ed Eglarest, e tali genti vi si insediarono sotto la signoria di Círdan il Carpentiere.

Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien