Insidious (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Insidious
Insidious.JPG
Rose Byrne e Patrick Wilson in una scena del film.
Titolo originale Insidious
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2010
Durata 98 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35 : 1
Genere horror, thriller
Regia James Wan
Sceneggiatura Leigh Whannell
Produttore Oren Peli, Steven Schneider, Jason Blum
Produttore esecutivo Brian Kavanaugh-Jones
Casa di produzione FilmDistrict, Stage 6 Films, Alliance Films, IM Global, Haunted Movies
Distribuzione (Italia) Filmauro
Fotografia David M. Brewer
Montaggio Dennis Alaniz, Kirk Morri
Musiche Joseph Bishara
Scenografia Aaaron Sims
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
« Non è la casa ad essere posseduta »
(Tag-line del film)

Insidious è un film del 2010 diretto da James Wan, su una sceneggiatura di Leigh Whannell.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La famiglia Lambert si è trasferita in una nuova casa. Vivono una vita normale, finché non inizia la loro serie di disavventure con la caduta del figlio Dalton mentre esplorava la soffitta, dopo aver visto qualcosa di inquietante. Il dottore riferisce ai coniugi che il bambino è in una specie di coma. Dopo il manifestarsi di inquietanti eventi, la famiglia si trasferirà altre due volte. Per la disperazione, Renai chiama una medium che era stata consigliata dalla suocera. La medium spiega ai Lambert che non è la casa posseduta,ma il ragazzo. Dalton ha una straordinaria dote, cioè essere un viaggiatore. I viaggiatori possono allontanarsi con il loro corpo astrale dal corpo fisico per esplorare universi durante il sonno, ma il ragazzo si è spinto troppo oltre perdendosi nell' 'Altrove', luogo nel quale ci sono le anime di buoni e demoni ed i vivi non possono entrare. Dopo una spiacevole seduta spiritica, i coniugi scoprono che la dote di Dalton è ereditata da suo padre Josh. Infatti da piccolo anche lui era perseguitato da un demone che voleva impossessarsi del suo corpo fisico, ed è per questo che sua madre e la medium si conoscevano. Lui è l'unico che può salvare il bambino entrando nell' Altrove.Il ragazzo è in grave pericolo: il legame tra il suo corpo fisico e astrale si sta spezzando e il corpo fisico, ora vuoto, potrebbe diventare la casa di qualche demone. Anche il corpo astrale è in pericolo, minacciato da il Golem, il demone più vicino a lui. Per il padre inizia la disavventura arrivando nell'Altrove. Dopo aver assistito a scene inquietanti e dopo aver affrontato un demone, Josh trova Dalton e tenta di scappare, ma il Golem inizia a inseguirli. Nel frattempo la casa si abita di fantasmi e demoni, a causa del collegamento creato tra i due mondi; se Josh non arriverà in tempo gli verrà rubato il corpo fisico. Il padre affaticato a causa della lunga corsa dice al figlio di andare avanti. Il piccolo Dalton corre per raggiungere il suo corpo, ma per sua sfortuna, appena aprirà una porta vedrà il Golem che tenterà di ucciderlo. Intanto Josh, rimasto indietro incontrerà lo spettro che lo inseguiva da bambino. Nel frattempo Renai,la suocera,la medium e i suoi aiutanti sono in difficoltà. Gli spettri stanno per attaccarli ma Josh riesce finalmente a svegliarsi. Tutto ritorna alla normalità. Anche Dalton finalmente si sveglia; aveva battuto il suo demone. Il piccolo Dalton va insieme alla mamma e alla nonna a mangiare, gli aiutanti vanno a mettere nel furgone l'attrezzatura, mentre la medium e Josh rimangono in salotto a darsi i saluti. Stringendogli la mano la donna nota qualcosa di strano e insospettita di nascosto gli scatta una foto. L'uomo furioso la uccide strangolandola. Renai va in salotto e nota il corpo senza vita della donna e inizia a chiamare disperatamente il marito. Renai vede a terra una macchina fotografica, e nel vedere la foto le si gela il sangue. In un flash-back, la medium stringe la mano a Josh e si vede fredda e cadaverica e appena scatta la foto non vede Josh ma lo spettro che si era impossessato di lui. Il film termina con Renai che vedendo la foto viene sorpresa alle spalle dal marito che le mette una mano sulla spalla.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La pellicola è stata interamente girata a Los Angeles nei primi mesi del 2010. Inizialmente il film era intitolato The Further, poi cambiato in The Astral, prima di essere intitolato definitivamente Insidious.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato presentato in anteprima al Toronto International Film Festival il 14 settembre 2010. L'uscita nelle sale cinematografiche statunitensi è avvenuta il 1º aprile 2011. In Italia il film è uscito nelle sale il 28 ottobre 2011, a cura della Filmauro.

Incassi[modifica | modifica sorgente]

In Italia il film ha incassato circa 2.000.000 di euro, mentre a livello globale 97.009.150 di dollari, di cui 13.271.464 solo nel weekend d'apertura.

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Oltre i confini del male - Insidious 2.

Nel 2013 è stato realizzato un sequel intitolato Oltre i confini del male - Insidious 2 diretto da James Wan ed interpretato nuovamente da Patrick Wilson e Rose Byrne.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Dopo i titoli di coda c'è una brevissima scena aggiuntiva, in cui si vede lo spirito della donna velata spegnere una candela.
  • Nella scena in cui Josh si trattiene a scuola e avvisa Renai per telefono che farà tardi, sulla lavagna alle sue spalle è possibile vedere disegnato il volto del bambolotto usato da Jigsaw nella saga di film Saw. Sotto di esso è visibile anche un otto, forse segno che potrebbe essere in uscita un ottavo capitolo della saga.
  • Lo sceneggiatore Leigh Whannell e il regista James Wan hanno dichiarato di essersi ispirati ai film di Dario Argento per l'utilizzo e la predominanza nelle varie scene del colore rosso.[senza fonte]
  • L'attore che interpreta il demone, Joseph Bishara, è anche il compositore delle musiche del film.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema