Insidious 3 - L'inizio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Insidious 3 - L'inizio
Screenshot dal trailer ufficiale.png
Lin Shaye in una scena del film.
Titolo originaleInsidious: Chapter 3
Paese di produzioneStati Uniti d'America, Canada
Anno2015
Durata97 min
Rapporto2,35 : 1
Genereorrore, thriller
RegiaLeigh Whannell
SoggettoLeigh Whannell
SceneggiaturaLeigh Whannell
ProduttoreOren Peli, Jason Blum, James Wan
Produttore esecutivoSteven Schneider, Brian Kavanaugh-Jones, Charles Layton, Jeanette Brill
Casa di produzioneAutomatik Entertainment, Entertainment One, Blumhouse Productions
FotografiaBrian Pearson
MontaggioTimothy Alverson
MusicheJoseph Bishara
ScenografiaJennifer Spence
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

«This is how you die»

(Tagline inglese del film)

Insidious 3 - L'inizio (Insidious: Chapter 3) è un film del 2015 diretto da Leigh Whannell.

Si tratta del terzo capitolo della saga iniziata con Insidious (2010) e proseguita con Oltre i confini del male: Insidious 2 (2013). Cronologicamente rappresenta il primo capitolo della serie di film.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima dell'infestazione della famiglia Lambert, il talento psichico Elise Rainier accetta con riluttanza di usare la sua capacità di contattare i morti per aiutare Quinn Brenner, un'adolescente che è stata presa di mira da una pericolosa entità soprannaturale. La ragazza va da Elise nella speranza che quest'ultima l'aiuti a metterla in contatto con la madre, morta di cancro l'anno precedente. All'inizio Elise rifiuta, per paura di essere uccisa da un'entità che la tormenta, che ha giurato che sarà la causa della sua morte. Tuttavia Elise fa entrare la ragazza e tenta di evocare la madre, Lilith Brenner, finendo però tra le grinfie della Sposa in Nero che tenta di strangolarla. A questo punto Elise interrompe la seduta e dice alla ragazza che non può aiutarla. Nei giorni successivi, Quinn inizia a notare una presenza, che si finge sua madre. Per via di un'apparizione, la ragazza viene investita da un'automobile, che le causa fratture multiple alle gambe, la costringe ad essere ingessata, alla sedia a rotelle ed alla completa assistenza del padre.

Ben presto, grazie anche all'aiuto di Elise, si verrà a scoprire che la presenza è un demone che si è messo in contatto con lei al momento della prima seduta spiritica, "L'uomo che non respira". Questo demone ha già mietuto altre vittime del palazzo dove Quinn vive, sospingendole al suicidio, ed ora ha già "conquistato" più della metà dell'anima della ragazza. Quando Elise entra nuovamente nell'Altrove per aiutare la ragazza, grazie anche all'aiuto degli appena conosciuti Specs e Tucker, viene nuovamente assalita da Parker Crane, ma ricordandosi dei suggerimenti del suo amico Carl, riesce a scacciarlo. Una volta condotta la ragazza davanti al suo corpo reale, Elise si risveglia dalla trance, ma Quinn è stata ripresa dal demone. Qui viene in aiuto l'anima di Lilith che aiuta la figlia a capire che l'Altrove non è il suo posto e perciò deve tornare nella realtà. Quindi la ragazza leva la maschera del respiratore al demone uccidendolo e si risveglia. Elise a questo punto non ha più paura dell'Altrove perché ha capito che lei è più forte di qualsiasi fantasma o demone, perché lei ha qualcosa che i morti non hanno: lei ha la vita. Decide quindi di mettersi in affari con Specs e Tucker.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale cinematografiche statunitensi il 5 giugno 2015, mentre in Italia è uscito il 3 giugno dello stesso anno.[1]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato fino adesso (maggio 2016) 113 milioni di dollari in tutto il mondo superando di gran lunga il budget di 10 milioni, rendendolo il secondo film del franchise che ha incassato di più, davanti a Insidious (97 milioni) ma dietro a Oltre i confini del male: Insidious 2 (160 milioni).[senza fonte]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto in maniera positiva dalla critica e dal pubblico. Il sito Rotten Tomatoes segna un indice di gradimento del 60%, su 92 recensioni con una valutazione media di 5,5 su 10. Anche su Metacritic il film è stato ben accolto aggiudicandosi un 52 su 100.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Il sequel è Insidious - L'ultima chiave, ed è uscito nelle sale statunitensi il 5 gennaio 2018, mentre in quelle italiane il 18 gennaio dello stesso anno. Il primo trailer è stato diffuso il 6 settembre 2017 in lingua originale e in lingua italiana.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • James Wan non è potuto tornare come regista in questo capitolo a causa del conflitto di programmazione con Fast & Furious 7 (2015). Infatti ha partecipato come produttore.
  • Un trailer per il film è uscito nel marzo del 2015, caratterizzato dalla canzone "Afraid of Nothing" di Sharon Van Etten. I realizzatori hanno utilizzato la canzone senza acquisire i diritti necessari. Quando Van Etten è stata notificata da un fan su Twitter, i realizzatori sono stati costretti a pagarla per aver utilizzato illegalmente la sua musica.
  • Il film rappresenta l'esordio come regista di Leigh Whannell.
  • Questo film è un prequel di entrambi i precedenti capitoli.
  • È il primo capitolo della serie di Insidious a non essere diretto da James Wan.
  • James Wan fa un cameo nel film nel ruolo del giudice nella scena quando Quinn stava facendo l'audizione al teatro.
  • È stato il primo film horror di Stefanie Scott.
  • Il produttore Jason Blum ha detto che stavano già preparando le prime fasi per Insidious 3 mentre promuovevano il secondo film, Oltre i confini del male - Insidious 2.
  • Gli attori Dermot Mulroney e Ele Keats avevano lavorato insieme nel film I ribelli (1994), che è stato girato nel 1991.
  • La star di YouTube Joey Graceffa ha girato un ruolo per questa funzione nella quale è descritto come il fantasma di un "veterano del Vietnam psicotico" dal regista e attore Leigh Whannell.[2]
  • Dave Lombardo, ex batterista degli Slayer, ha collaborato alla realizzazione della colonna sonora.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ MYmovies.it 2015, Film uscita 3 Giugno 2015, su www.mymovies.it. URL consultato il 3 giugno 2015.
  2. ^ IMDb.com 2015, Trivia: 10 items, su www.imdb.com. URL consultato il 5 giugno 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema