Il coraggio di parlare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il coraggio di parlare
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1987
Durata 99 min
Genere drammatico
Regia Leandro Castellani
Soggetto Gina Basso
Sceneggiatura Vittorio Schiraldi
Produttore Ettore Segneri
Casa di produzione Italnoleggio Cinematografico, Centro Culturale Salesiano, Istituto Luce, Rai 1
Distribuzione (Italia) Istituto Luce
Fotografia Elio Bisignani
Montaggio Leandro Castellani
Effetti speciali Enrico Vagniluca
Musiche Paolo Zavallone
Scenografia Enzo De Camillis
Costumi Laura Casalini
Interpreti e personaggi

Il coraggio di parlare è un film del 1987 diretto da Leandro Castellani, tratto dall'omonimo romanzo di Gina Basso.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Calabria: un ragazzino quattordicenne di nome Vincenzino, viene arruolato senza saperlo dalla 'ndrangheta, che lo sfrutta come corriere di droga. Ben presto, accortosi del suo reale lavoro per la seconda volta, decide di lasciare tutto e di trasferirsi a Milano per lavorare in fabbrica. Venuto a conoscenza dell'uccisione di un suo amico, Fortunato, Vincenzino torna in paese e denuncia i colpevoli, i carabinieri arrestano il boss(Don Carmelo) riuscendo a sventare l'omicidio del giovane coraggioso, che diventa un eroe.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]