Ian McDonald (scrittore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ian McDonald

Ian McDonald (Manchester, 31 marzo 1960) è uno scrittore inglese di romanzi e racconti di fantascienza.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Manchester nel 1960 da padre scozzese e madre irlandese si è trasferito molto piccolo con la famiglia a Belfast, dove ha vissuto fino ad ora.

Ha venduto il suo primo racconto ad una rivista di Belfast a 22 anni e dal 1987 è uno scrittore a tempo pieno.

Ha vinto alcuni dei più prestigiosi premi del settore oltre ad innumerevoli candidature. Si segnala il premio Philip K. Dick nel 1991 per King of Morning, Queen of Day e il premio Hugo per il racconto La moglie del djinn (The Djinn's Wife).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Desolation Road series[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Chaga[modifica | modifica wikitesto]

India nel 2047[modifica | modifica wikitesto]

Serie della Everness[modifica | modifica wikitesto]

Serie della Luna[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi singoli[modifica | modifica wikitesto]

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

(elenco parziale)

  • Empire Dreams, 1988 (antologia di racconti).
  • Speaking in Tongues, 1992 (antologia di racconti).
  • Kling Klang Klatch, 1992 (romanzo a fumetti, illustrato da David Lyttleton).
  • Forbici vince carta vince pietra (Scissors Cut Paper Wrap Stone, 1994), romanzo breve.
  • The Days of Solomon Gursky, 1998 (romanzo breve).
  • Tendeléo's Story, 2000.
  • The Old Cosmonaut and the Construction Worker Dream of Mars, 2002 (racconto)
  • La moglie del djinn (The Djinn's Wife, 2006), vincitore del premio Hugo per il miglior racconto
  • Il circo dei gatti di Vishnu (Vishnu at the Cat Circus, 2009), romanzo breve.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cory Doctorow, Ian McDonald's brilliant Mars book, DESOLATION ROAD, finally back in print, in Boing Boing, 2 luglio 2009. URL consultato il 7 settembre 2015.
  2. ^ Chris Braak, Far-Future Martian Charm and Railway Adventure In Ares Express, io9, 10 maggio 2010. URL consultato il 7 settembre 2015.
  3. ^ Children's Book Review: Planesrunner by Ian McDonald, su Publishers Weekly, 2011. URL consultato il 25 settembre 2018.
  4. ^ Planesrunner by Ian McDonald, su Kirkus Reviews, 12 ottobre 2011. URL consultato il 28 settembre 2018.
  5. ^ Be My Enemy by Ian McDonald, su Kirkus Reviews, 18 luglio 2012. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  6. ^ Ian McDonald – Be My Enemy (Everness Book Two) cover art and synopsis reveal, su upcoming4.me, 25 agosto 2012. URL consultato il 3 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2014). Ospitato su Upcoming4.me.
  7. ^ Ian McDonald – Empress of the Sun announced! Cover art and synopsis revealed, su upcoming4.me, 23 aprile 2013. URL consultato il 3 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2013). Ospitato su Upcoming4.me.
  8. ^ Ian McDonald: On Xenoforming, in Locus, 24 agosto 2014. URL consultato il 7 gennaio 2016.
  9. ^ Niall Alexander, The Long Run: Luna: New Moon by Ian McDonald, su tor.com, 21 settembre 2015. URL consultato il 12 dicembre 2015.
  10. ^ Cory Doctorow, Ian McDonald's Luna: New Moon - the moon is a much, much harsher mistress, in Boing Boing, 22 settembre 2015. URL consultato il 26 settembre 2015.
  11. ^ Cover Reveal for Ian McDonald's Luna: Wolf Moon, in Tor.com, 19 gennaio 2016. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  12. ^ Andrew Liptak, The best science fiction, fantasy, and horror novels of 2017, su The Verge, 29 dicembre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2018.
  13. ^ Luna: Moon Rising – Ian McDonald, Macmillan. URL consultato il 2 aprile 2018.
  14. ^ Revealing The Menace from Farside, a New Novella from Ian McDonald, su Tor.com, 29 maggio 2019. URL consultato il 26 agosto 2019.
  15. ^ Science Fiction & Fantasy Books by Award: 2007 Award Winners & Nominees, in Worlds Without End. URL consultato il 3 maggio 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100337159 · ISNI (EN0000 0001 0921 6260 · LCCN (ENnr88005935 · GND (DE128354607 · BNF (FRcb12172998k (data) · BNE (ESXX4889292 (data) · NDL (ENJA00514918 · WorldCat Identities (ENlccn-nr88005935