I cattivi dormono in pace

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
I cattivi dormono in pace
I cattivi dormono in pace.jpg
Una scena del film
Titolo originale悪い奴ほどよく眠る, Warui yatsu hodo yoku nemuru
Paese di produzioneGiappone
Anno1960
Durata151 min / 135 (Stati Uniti) / 132 (Gran Bretagna)
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, thriller
RegiaAkira Kurosawa
SceneggiaturaAkira Kurosawa, Hideo Oguni, Eijirô Hisaita, Ryûzô Kikushima, Shinobu Hashimoto
ProduttoreAkira Kurosawa, Tomoyuki Tanaka
FotografiaYuzuru Aizawa
MontaggioAkira Kurosawa
MusicheMasaru Satô
Interpreti e personaggi

I cattivi dormono in pace (悪い奴ほどよく眠る Warui yatsu hodo yoku nemuru?) è un film giapponese del 1960, scritto, diretto e prodotto da Akira Kurosawa. È stato il primo film del regista ad essere finanziato dalla sua casa di produzione.

La pellicola è un atto di denuncia da parte di Kurosawa verso la corruzione che affliggeva la finanza giapponese di quel tempo.[1]

Presentato al Festival internazionale del cinema di Berlino nel 1961, il film è stato nominato per l'Orso d'oro.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tokyo, 1960: Kôichi Nishi, figlio di un finanziere costretto al suicidio per non perdere l'onore, architetta un piano diabolico per portare alla rovina il responsabile della morte del padre, il corrotto vice presidente della Public Corporation Iwabuchi. Per smascherarlo e trovare le prove della sua corruzione, Nishi si insinua nella sua vita privata e lavorativa, divenendone prima il fidato segretario, poi il genero, dopo averne sposato la figlia Yoshiko. Nishi appare disposto a tutto pur di vendicare il padre, ma finirà per trovarsi impelagato in un affare troppo grande anche per lui.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film, anni dopo la sua uscita, venne definito da molti critici inferiore al successivo Anatomia di un rapimento. Lo stesso Kurosawa infatti ebbe a dire:[2]

« Ne è uscito fuori un film diverso da come me l'aspettavo, questo perché non sono stato capace di dire o mostrare ciò che realmente volevo. (...) Non sono stato abbastanza esplicito...ma in Giappone, spingersi troppo oltre può causare seri problemi. »

  • Vigoroso melodramma che (...) dopo un'ottima prima parte, diventa un po' schematico e didattico verso la fine. Commento del dizionario Morandini che assegna al film tre stelle su cinque di giudizio.[1]
  • Un buon film del grande regista giapponese. Commento del dizionario Farinotti che assegna al film tre stelle su cinque di giudizio.[3]
  • Rotten Tomatoes assegna al film un punteggio di 7.7/10.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Commento de Il Morandini su Mymovies.it
  2. ^ I cattivi dormono in pace su Turner Classic Movies (www.tcm.com); articolo in inglese [1]
  3. ^ Pino Farinotti, Il Farinotti 2009, Newton Compton Editori 2008 - pag.388
  4. ^ I cattivi dormono in pace su Rotten Tomatoes

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) I cattivi dormono in pace, su Internet Movie Database, IMDb.com. Modifica su Wikidata

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema