I 4 dell'Oca selvaggia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I 4 dell'Oca selvaggia
I quattro dell'oca selvaggia.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Wild Geese
Paese di produzioneRegno Unito, Svizzera
Anno1978
Durata134 min
Genereazione
RegiaAndrew V. McLaglen
SoggettoDaniel Carney (novella)
SceneggiaturaReginald Rose
FotografiaJack Hildyard
MontaggioJohn Glen
MusicheRoy Budd
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I 4 dell'Oca selvaggia (The Wild Geese) è un film d'azione diretto nel 1978 da Andrew V. McLaglen con Richard Burton e Roger Moore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sir Edward Matherson convoca in segreto il colonnello Allen Faulkner al quale chiede, dietro compenso, di liberare Julius Limbani, ex presidente democratico di un paese africano, prigioniero del dittatore Endova, salito al potere dopo un colpo di Stato.

Faulkner accetta e si mette alla ricerca dei collaboratori migliori per questa missione, primi tra tutti i due più stretti amici, Rafer Janders abile stratega ed organizzatore e Shawn Fynn scaltro pilota di aerei. Recluta anche Sandy Young, il migliore addestratore che lui conosca. Si ritrova a mettere insieme una truppa di 50 mercenari e li porta in un campo di addestramento nello Swaziland in Africa. Qui, dopo aver pianificato nei minimi particolari la missione di liberazione, il gruppo si mette in marcia.

Lanciatisi in paracadute da un aereo, i mercenari raggiungono facilmente la caserma in cui è detenuto Julius Limbani, ne uccidono le sentinelle e qualche guardia che non si arrende, liberano il prigioniero e si accingono di corsa a riprendere l'aereo che li porterà in salvo, il tutto con minime perdite. Purtroppo per loro, nel frattempo Matherson si è accordato con il dittatore in cambio di vantaggiose concessioni minerarie e richiama indietro l'aereo lasciando i mercenari a terra in balìa delle forze africane.

Limbani, liberato dalla prigione, è malato e viene anche colpito durante l'evacuazione. In una fuga disperata dagli spietati "Simba", trasportandolo a spalle, i mercenari lottano per la salvezza e riescono a recuperare un aereo, indicatogli da un missionario che spera di allontanare la battaglia dal villaggio che assiste, ma a costo di innumerevoli vite.

Durante le peripezie Limbani conquista le simpatie dei mercenari, anche dell'afrikaner Pieter Coetzee colpito dalla visione di un'Africa pacificata.

Sull'aereo Limbani, dopo aver dato la prova della sua presenza ottenendo per l'aereo l'autorizzazione ad atterrare in Rhodesia, muore.

D'obbligo la vendetta finale.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Molti attori del cast hanno prestato servizio nelle forze armate britanniche, e alcuni erano perfino veterani di guerra, quindi si resero molto utili per l'addestramento militare.
  • Roger Moore festeggiò il suo cinquantesimo compleanno sul set.
  • Il personaggio del colonnello Faulkner è chiaramente ispirato a Mike Hoare, ufficiale britannico durante la Seconda Guerra Mondiale poi mercenario molto attivo in Africa negli anni Sessanta e Settanta. Il suo reparto, il 5th Commando Group, era soprannominato "Wild Geese" in onore delle origini irlandesi del colonnello "Mad Mike". Mike Hoare fu inoltre consulente militare per il film.
  • I Simba, che nel film sono il reggimento d'élite del dittatore africano Envoda, erano in realtà un gruppo di ribelli comunisti congolesi attivi negli anni Sessanta. Furono affrontati e sconfitti da Mike Hoare quando questi combatteva al servizio del governo congolese.
  • Il film presenta molte similitudini con film western, difatti il regista realizzò molti film del genere. Tali considerazioni si riferiscono alle cariche dei Simba (che ricordano gli assalti dei nativi americani alle carovane dei cowboy) e la decisione di sopprimere compagni feriti pur di non farli cadere vivi nelle mani del nemico.

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

"I 4 dell'Oca Selvaggia II".

L'oca selvaggia colpisce ancora non è un seguito ufficiale, fu semplicemente la distribuzione italiana a far credere che fosse il sequel, vista la presenza di Roger Moore.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema