Harold e Maude

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Harold e Maude
Harold and Maude (Ruth Gordon, Hal Ashby, Bud Cort) - 1971.png
Ruth Gordon e Bud Cort insieme al regista Hal Ashby in un cameo
Titolo originaleHarold and Maude
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1971
Durata90 min
Generecommedia, drammatico, sentimentale
RegiaHal Ashby
SceneggiaturaColin Higgins
ProduttoreColin Higgins, Charles Mulvehill
FotografiaJohn Alonzo
MusicheCat Stevens
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Harold e Maude (Harold and Maude) è un film del 1971 diretto da Hal Ashby.

Nel 1997 è stato scelto per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Harold è un agiato diciottenne, stanco della vita, che passa le sue giornate a recarsi a funerali di persone che non conosce e ad inscenare finti suicidi per terrorizzare (con scarso successo) la madre. Ad un funerale conosce Maude, un'anziana donna prossima al compimento dell'ottantesimo compleanno. Maude, che ha alle spalle un avventuroso passato in Europa e probabilmente anche l'internamento in un lager (come si nota da un numero tatuato sull'avambraccio), vive nell'amore incondizionato del "grande ciclo della vita"; tutto il contrario di Harold, costretto dalla figura pressante della madre ad una vita da incompreso. Insieme vivono piccole avventure, che suscitano in Harold un nuovo entusiasmo e che lo arricchiscono interiormente. Nasce tra i due un tenero e intenso rapporto d'amicizia, che presto si tramuta in amore, quando i due passano una notte insieme.

Profondamente innamorato, Harold è deciso a convolare a nozze con l'anziana donna, e il giorno del suo ottantesimo compleanno, le organizza una festa a sorpresa. Maude, però, ha preso dei barbiturici per porre fine alla sua vita poiché, come già aveva velatamente dichiarato a Harold, le sembra un'età appropriata per morire. La corsa in ospedale è vana. Harold rimane così solo e finge il suo ultimo suicidio, scagliando la propria automobile da un'alta scogliera. Egli ha ormai fatto sua la lezione di vita di Maude, e si allontana dal precipizio ballando e suonando il banjo regalatogli dall'amata.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora è composta da canzoni già edite nei primi tre album di Cat Stevens e da due brani inediti che per molti anni non saranno pubblicati su disco: Don't Be Shy, canzone che apre il film, e If You Want To Sing Out, Sing Out, cantata anche da Maude durante il film.

I brani appariranno per la prima volta nel disco Footsteps in the Dark: Greatest Hits, Vol. 2 del 1984 e in tutte le successive raccolte dedicate all'artista.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La madre di Harold regala al figlio una Jaguar E-Type seconda serie, che il protagonista trasforma subito in carro funebre.
  • Nel film Tutti pazzi per Mary la protagonista Cameron Diaz lo cita come il suo film preferito.
  • Nella serie televisiva Six Feet Under, nell'ultimo episodio della prima stagione, una delle protagoniste femminili lo definisce un "film bellissimo".
  • Nel film Charlie Bartlett vi sono vari riferimenti più o meno espliciti, come ad esempio nella scena finale, in cui una dei protagonisti intona If You Want to Sing Out, Sing Out.
  • Nel video del brano Don't Cry dei Guns N' Roses c'è la citazione del finale del film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Librarian of Congress Names 25 New Films to National Film Registry, Library of Congress, 18 novembre 1997. URL consultato il 19 febbraio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema