Gran Premio d'Olanda 1952

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Paesi Bassi Gran Premio d'Olanda 1952
22º GP del Mondiale di Formula 1
Gara 7 di 8 del Campionato 1952
Circuit Park Zandvoort-1948.svg
Data 17 agosto 1952
Nome ufficiale III Grote Prijs van Nederland
Luogo Circuito di Zandvoort
Percorso 4,193 km / 2,605 US mi
Circuito permanente
Distanza 90 giri, 377,370 km/ 234,487 US mi
Clima Piovoso
Risultati
Pole position Giro più veloce
Italia Alberto Ascari Italia Alberto Ascari
Ferrari in 1'46"5 Ferrari in 1'49"8
(nel giro 89)
Podio
1. Italia Alberto Ascari
Ferrari
2. Italia Nino Farina
Ferrari
3. Italia Luigi Villoresi
Ferrari

Il Gran Premio d'Olanda 1952 è stata la settima prova della stagione 1952 del campionato mondiale di Formula 1. La gara si è tenuta domenica 17 agosto sul circuito di Zandvoort ed è stata vinta dall'italiano Alberto Ascari su Ferrari, al settimo successo in carriera; Ascari ha preceduto all'arrivo i suoi compagni di squadra, i connazionali Nino Farina e Luigi Villoresi.

Grazie alla vittoria del Gran Premio, Ascari ha stabilito il nuovo record di vittorie (7) nella storia della Formula 1, staccando il pilota argentino campione del mondo Juan Manuel Fangio, a quota 6 successi.[1] Per il pilota italiano è inoltre il terzo Grand Chelem (pole position, giro veloce e vittoria del Gran Premio conducendo tutti i giri in testa) e il secondo consecutivo in carriera in Formula 1.[2]

Vigilia[modifica | modifica wikitesto]

Aspetti tecnici[modifica | modifica wikitesto]

Il circuito utilizzato per questo Gran Premio è quello di Zandvoort, una pista permanente ubicata nell'omonimo comune nederlandese la cui gara inaugurale si è tenuta nell'agosto 1948. Il tracciato, lungo 4 193 m, si snoda attraverso 14 curve, 9 a destra e 5 a sinistra, e si percorre in senso orario.[3]

Aspetti sportivi[modifica | modifica wikitesto]

Alcune delle Ferrari e delle Gordini partecipanti alla gara

Il Gran Premio rappresenta il settimo appuntamento stagionale a distanza di due settimane dalla disputa del Gran Premio di Germania, sesta gara del campionato. La tappa nederlandese si corre dopo il Gran Premio del Comminges, una gara extra calendario di Formula 2 corsa domenica 10 agosto sul circuito di Saint-Gaudens, in Francia.[4] Il Gran Premio d'Olanda risulta essere l'unica gara debuttante nella stagione 1952 e la decima denominazione utilizzata in totale nel campionato mondiale,[5] mentre il circuito sulla quale si disputa, quello di Zandvoort, diventa il secondo tracciato debuttante nel corso di questa stagione dopo il circuito di Rouen-Les Essarts e l'undicesimo in totale a ospitare una gara valida per il campionato mondiale di Formula 1.[6] Questa pista è stata tuttavia già teatro di alcuni Gran Premi extra calendario, ovvero quelli di Zandvoort del 1948 e del 1949 e quelli d'Olanda del 1950 e del 1951.

Tra le squadre ufficiali alla gara prendono parte la Scuderia Ferrari, con tre 500 guidate da Alberto Ascari, Nino Farina e Luigi Villoresi, il quale sostituisce per questa gara Piero Taruffi, l'Equipe Gordini, con tre T16 guidate da Robert Manzon, Maurice Trintignant e Jean Behra, la HW Motors, con i piloti Duncan Hamilton, Lance Macklin e Dries van der Lof, e la English Racing Automobiles, con Stirling Moss al volante di una ERA G.

Tra le squadre privare sono presenti la Scuderia Franera, con Ken Wharton a bordo di una Frazer-Nash FN48, la Écurie Belge, con Paul Frère su una Simca-Gordini T15, la Écurie Francorchamps, con Charles de Tornaco al volante di una Ferrari 500, e la Escuderia Bandeirantes, con tre Maserati A6GCM guidate da Gino Bianco, Chico Landi e Jan Flinterman.

Tra i piloti privati sono presenti Ken Downing su una Connaught A e Mike Hawthorn su una Cooper T20.[7]

Qualifiche[modifica | modifica wikitesto]

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Nella sessione di qualifica[8][9] si è avuta questa situazione:

Pos Pilota Costruttore Tempo Griglia
1 2 Italia Alberto Ascari Italia Ferrari 1'46"5 1
2 4 Italia Nino Farina Italia Ferrari 1'48"6 2
3 32 Regno Unito Mike Hawthorn Regno Unito Cooper-Bristol 1'51"6 3
4 6 Italia Luigi Villoresi Italia Ferrari 1'51"8 4
5 12 Francia Maurice Trintignant Francia Gordini 1'53"0 5
6 8 Francia Jean Behra Francia Gordini 1'54"5 6
7 34 Regno Unito Ken Wharton Regno Unito Frazer-Nash-Bristol 1'54"7 7
8 10 Francia Robert Manzon Francia Gordini 1'54"8 8
9 26 Regno Unito Lance Macklin Regno Unito HWM-Alta 1'55"2 9
10 28 Regno Unito Duncan Hamilton Regno Unito HWM-Alta 1'55"8 10
11 14 Belgio Paul Frère Francia Simca-Gordini-Gordini 1'58"2 11
12 18 Brasile Gino Bianco Italia Maserati 1'58"2 12
13 22 Regno Unito Ken Downing Regno Unito Connaught-Francis 1'58"6 13
14 30 Paesi Bassi Dries van der Lof Regno Unito HWM-Alta 1'59"4 14
15 20 Paesi Bassi Jan Flinterman Italia Maserati 2'01"8 15
16 16 Brasile Chico Landi Italia Maserati 2'02"1 16
17 24 Belgio Charles de Tornaco Italia Ferrari 2'03"7 17
18 36 Regno Unito Stirling Moss Regno Unito ERA-Bristol 18

Gara[modifica | modifica wikitesto]

Resoconto[modifica | modifica wikitesto]

Alberto Ascari al termine della gara, la quinta vinta consecutivamente

Mike Hawthorn ha combattuto per i primi cinque giri con le Ferrari, fino a quando queste ultime si sono fissate stabilmente nelle prime posizioni: Alberto Ascari ha condotto i compagni di squadra Nino Farina e Luigi Villoresi fino al termine della gara, lasciando al britannico solo il quarto posto. L'ultimo pilota a conquistare i punti è il francese Robert Manzon su Gordini, un giro indietro rispetto a Hawthorn. Stirling Moss, partito diciottesimo, aveva recuperato fino alla settima posizione; tuttavia ha dovuto ritirarsi per un problema al motore.[10]

Il terzo posto di Farina gli ha permesso di scavalcare l'assente Piero Taruffi nel mondiale piloti, mentre Mike Hawthorn si è portato in quinta posizione a pari punti con l'elvetico Rudi Fischer, anch'egli assente al Gran Premio d'Olanda.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

I risultati del Gran Premio[11] sono i seguenti:

Pos Pilota Costruttore Giri Tempo/Ritiro Griglia Punti
1 2 Italia Alberto Ascari Italia Ferrari 90 2h53'28"5 1 9
2 4 Italia Nino Farina Italia Ferrari 90 +40"1 2 6
3 6 Italia Luigi Villoresi Italia Ferrari 90 +1'34"4 4 4
4 32 Regno Unito Mike Hawthorn Regno Unito Cooper-Bristol 88 +2 giri 3 3
5 10 Francia Robert Manzon Francia Gordini 87 +3 giri 8 2
6 12 Francia Maurice Trintignant Francia Gordini 87 +3 giri 5
7 28 Regno Unito Duncan Hamilton Regno Unito HWM-Alta 85 +5 giri 10
8 26 Regno Unito Lance Macklin Regno Unito HWM-Alta 84 +6 giri 9
9 16 Brasile Chico Landi
Paesi Bassi Jan Flinterman
Italia Maserati 83 +7 giri 16
Rit 34 Regno Unito Ken Wharton Regno Unito Frazer-Nash-Bristol 76 Cuscinetto della ruota 7
Rit 36 Regno Unito Stirling Moss Regno Unito ERA-Bristol 73 Motore 18
NC 30 Paesi Bassi Dries van der Lof Regno Unito HWM-Alta 70 +20 giri 14
Rit 22 Regno Unito Ken Downing Regno Unito Connaught-Francis 27 Pressione dell'olio 13
Rit 24 Belgio Charles de Tornaco Italia Ferrari 19 Motore 17
Rit 14 Belgio Paul Frère Francia Simca-Gordini-Gordini 15 Cambio 11
Rit 8 Francia Jean Behra Francia Gordini 10 Impianto elettrico 6
Rit 20 Paesi Bassi Jan Flinterman Italia Maserati 7 Differenziale 15
Rit 18 Brasile Gino Bianco Italia Maserati 4 Trasmissione 12

Alberto Ascari riceve un punto addizionale per aver segnato il giro più veloce della gara.

Classifica mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Pos Pilota Punti
1 Italia Alberto Ascari 36 (45)
2 Italia Nino Farina 24
3 Italia Piero Taruffi 22
4 Svizzera Rudi Fischer 10
= Regno Unito Mike Hawthorn 10
6 Francia Robert Manzon 9
7 Stati Uniti Troy Ruttman 8
8 Stati Uniti Jim Rathmann 6
= Francia Jean Behra 6
10 Stati Uniti Sam Hanks 4
= Italia Luigi Villoresi 4
12 Stati Uniti Duane Carter 3
= Regno Unito Ken Wharton 3
= Regno Unito Dennis Poore 3
15 Regno Unito Alan Brown 2
= Francia Maurice Trintignant 2
= Regno Unito Eric Thompson 2
= Stati Uniti Art Cross 2
= Belgio Paul Frère 2
20 Stati Uniti Bill Vukovich 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Statistiques Pilotes-Victoires-Chronologie du record, su statsf1.com. URL consultato il 17 luglio 2022.
  2. ^ (FR) Statistiques Pilotes-Divers-Grand chelem-ASCARI Alberto, su statsf1.com. URL consultato il 17 luglio 2022.
  3. ^ (EN) Zandvoort, su racingcircuits.info. URL consultato il 17 luglio 2022.
  4. ^ (FR) Grands Prix hors Championnat du Monde-1952, su statsf1.com. URL consultato il 17 luglio 2022.
  5. ^ (FR) Grands Prix, su statsf1.com. URL consultato il 22 luglio 2022.
  6. ^ (FR) Circuits, su statsf1.com. URL consultato il 22 luglio 2022.
  7. ^ (EN) Formula One 1952 Dutch Grand Prix Information, su motorsportstats.com. URL consultato il 17 luglio 2022.
  8. ^ Sessione di qualifica
  9. ^ (EN) Formula One 1952 Dutch Grand Prix Classification - Qualifying, su motorsportstats.com. URL consultato il 17 luglio 2022.
  10. ^ (EN) Martin Williamson, New venue ... but Ascari remains unbeatable, su en.espn.co.uk. URL consultato il 17 luglio 2022.
  11. ^ Risultati del Gran Premio

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Campionato mondiale di Formula 1 - Stagione 1952
Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the United States (1912-1959).svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom (3-5).svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg
  Fairytale up blue-vector.svg

Edizione precedente:
1951
Gran Premio d'Olanda Edizione successiva:
1953
  Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1