Mike Hawthorn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mike Hawthorn
Mike Hawthorn , autocoureur verongelukt, Bestanddeelnr 910-1117.jpg
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, 24 Ore di Le Mans, Campionato mondiale vetture sport
Termine carriera 22 gennaio 1959
Carriera
Carriera in Formula 1
Esordio 22 giugno 1952
Stagioni 1952-1958
Scuderie Regno Unito LD Hawthorn 1952
Regno Unito A.H.M. Bryde 1952
Ferrari 1953-1954
Vanwall 1955
Ferrari 1955
BRM 1956
Vanwall 1956
Ferrari 1957-1958
Mondiali vinti 1 (1958)
GP disputati 47 (45 partenze)
GP vinti 3
Podi 18
Punti ottenuti 112 (127 [1])
Pole position 4
Giri veloci 6
Carriera nella 24 Ore di Le Mans
Esordio 13 giugno 1953
Stagioni 1953, 1955-1958
Scuderie Ferrari 1953
Regno Unito Jaguar 1955-1956
Ferrari 1957-1958
GP disputati 5
Podi 3[2]
Vittorie 1 (1955)
Carriera nella Mille Miglia
Esordio 26 aprile 1953
Stagioni 1953
Scuderie Ferrari 1953
GP disputati 1
 

John Michael Hawthorn (Mexborough, 10 aprile 1929Guildford, 22 gennaio 1959) è stato un pilota automobilistico britannico di Formula 1.

Mike Hawthorn, al volante di una Ferrari D246, durante il Gran Premio d'Argentina 1958

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il casco di Mike Hawthorn, con visiera da pioggia, conservato al Museo Ferrari

Vinse in carriera tre Gran Premi, e fu Campione del Mondo nel 1958. È stato il primo pilota inglese a vincere il titolo mondiale. Vinse l'edizione della 24 Ore di Le Mans del 1955, dopo esser stato coinvolto nel famoso incidente che causò la morte di Pierre Levegh e di 83 spettatori. In realtà l'incidente fu causato da lui stesso, che prima superò la macchina di Macklin, poi frenò subitaneamente ed estremamente forte, quasi inchiodando di fronte al sorpassato, per riuscire a rientrare nei box. Questo fece sì che Macklin tentando di evitare l'impatto, perse il controllo della vettura, e la macchina che lo seguiva, quella di Pierre Levegh, salendoci sopra, venne catapultata sulle barriere.

Viene ricordato anche per la vittoria al Gran Premio di Francia del 1953, durante il quale fu capace di tenere testa a Fangio. Si ritirò dalle corse alla fine del 1958. Il 22 gennaio 1959, nei pressi del Guildford Bypass, perse il controllo della sua Jaguar Mk1 3.4 e uscì di strada, morendo sul colpo. Uno dei testimoni fu Rob Walker, proprietario di una scuderia privata di Formula 1.

Ben presto circolarono sospetti sul fatto che, al momento dell'incidente, Hawthorn fosse impegnato in una gara illegale contro lo stesso Walker, fatto che troverebbe conferma in una testimonianza di un ex-meccanico di Hawthorn riportata dal quotidiano britannico Daily Mail.[3] Rob Walker, deceduto nel 2003, ha però sempre negato questa versione dei fatti, sostenendo che stava guidando normalmente quando vide la Jaguar di Hawthorn superarlo a tutta velocità.[4] La salma di Hawthorn venne inumata nel cimitero di West Street di Farnham, nel Surrey.

A suo nome è dedicato l'Hawthorn Memorial Trophy.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

1952 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
LD Hawthorn e AHM Bryde Cooper T20 4 Rit 3 4 NC 10
1953 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Scuderia Ferrari Ferrari 500 4 4 6 1 5 3 3 4 19 (27)[1]
1954 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
Scuderia Ferrari Ferrari 625 e 553[5] SQ 4 Rit 2 2 Rit 2 1 24 914[6]
1955 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Vandervell Products Ltd
Scuderia Ferrari
Vanwall VW55
Ferrari 555 e 625[7]
Rit Rit 7 6 10 0
1956 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Owen Racing Organisation
Vandervell Products Ltd
Maserati 250F e BRM P25
Vanwall VW 2[8]
3 NP NP 10[9] Rit 4 12º
1957 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Pescara-Stemma.png Flag of Italy.svg Punti Pos.
Scuderia Ferrari Ferrari 801 Rit Rit 4 3 2 6 13
1958 Scuderia Vettura Flag of Argentina.svg Flag of Monaco.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Morocco.svg Punti Pos.
Scuderia Ferrari Ferrari D246 3 Rit 5 2 1 2 Rit 2 2 2 42 (49)[1]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti/Non class. Grassetto – Pole position
Corsivo – Giro più veloce
Squalificato Ritirato Non partito Non qualificato Solo prove/Terzo pilota

24 Ore di Le Mans[modifica | modifica wikitesto]

Anno Classe Gomme Vettura Squadra Co-piloti Giri Pos.
Assol.
Pos. di
Classe
1953 S
5.0
14 P Ferrari 340 MM Coupé
Ferrari 4.1L V12
Ferrari Italia Giuseppe (Nino) Farina 12 DNF DNF
1955 S
5.0
6 D Jaguar D-Type
Jaguar 3.4L I6
Regno Unito Jaguar Regno Unito Ivor Bueb 307
1956 S
5.0
1 D Jaguar D-Type
Jaguar 3.4L I6
Regno Unito Jaguar Regno Unito Ivor Bueb 280
1957 S
5.0
7 E Ferrari 335 S
Ferrari 4.0L V12
Ferrari Italia Luigi Musso 56 DNF DNF
1958 S
3.0
12 E Ferrari 250 TR 58
Ferrari 3.0L V12
Ferrari Regno Unito Peter Collins 112 DNF DNF

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti come da regolamento in vigore quegli anni.
  2. ^ Due li ha ottenuti per la posizione in classifica della Classe S 5.0.
  3. ^ (EN) Thorny claim over racing champ, in Daily Mail. URL consultato il 22 giugno 2013.
  4. ^ (EN) New theory emerges 50 years after Mike Hawthorn's death, in The Daily Telegraph. URL consultato il 22 giugno 2013.
  5. ^ Su Ferrari 553 nei Gran Premi di Francia e Spagna.
  6. ^ Nei Gran Premi di Belgio e Germania punteggio dimezzato per condivisione della vettura con José Froilán González; nel Gran Premio di Gran Bretagna il giro più veloce fu ottenuto da sette piloti, pertanto a ciascuno spettò 17 di punto.
  7. ^ Su Vanwall nei Gran Premi di Monaco e Belgio; su Ferrari 555 nei Gran Premi di Olanda e Italia, su Ferrari 625 nel Gran Premio di Gran Bretagna.
  8. ^ Su Maserati nei Gran Premi di Argentina e Belgio; su BRM nei Gran Premi di Monaco e Gran Bretagna; su Vanwall nel Gran Premio di Francia.
  9. ^ Vettura condivisa con Harry Schell

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN299949092 · LCCN (ENnb2013008558 · GND (DE1208169564 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2013008558