Giovanna d'Inghilterra (1335-1348)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanna

Giovanna di Woodstock, o Giovanna Plantageneta (Joan in inglese, Johanna in tedesco e in fiammingo, Jeanne in francese, Juana in spagnolo e asturiano, Joana in galiziano, in portoghese, catalano e basco e Chuana in aragonese) (Palazzo reale di Woodstock, febbraio 1335Loremo, 2 settembre 1348), principessa della casa reale inglese, fu promessa come sposa all'erede al trono di Castiglia, Pietro, ma mori durante il viaggio per raggiungere la penisola iberica.

Origine[1][2][3][modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia terzogenita (seconda femmina) del re d'Inghilterra e duca d'Aquitania Edoardo III e di Filippa di Hainaut, figlia di Guglielmo I, conte di Hainaut e di Giovanna di Valois, pronipote di Luigi IX, il Santo, nipote di Filippo IV, il Bello e sorella del re di Francia Filippo VI di Valois.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 1346 ed il 1348, suo padre, il re Edoardo III d'Inghilterra, si accordò col re di Castiglia e León, Alfonso XI il Giustiziere, affinché Giovanna si unisse in matrimonio con l'erede al trono di Castiglia e León, Pietro[1], figlio del già citato Alfonso XI e di Maria del Portogallo, figlia primogenita del re del Portogallo Alfonso IV e della principessa Beatrice di Castiglia.[4].

Nell'estate di quello stesso anno, Giovanna si mise in viaggio per raggiungere la penisola iberica[1], onde poter conoscere e quindi sposare il futuro re di Castiglia.

La principessa si imbarcò, in agosto, su una nave nel porto di Portsmouth, da dove raggiunse Bordeaux[5], la capitale della Guienna[6], da dove partì, adeguatamente scortata, per raggiungere, via terra, il regno di Castiglia e León. Ma, mentre era sulla strada che da Bordeaux conduce a Bayonne, alcuni dei suoi accompagnatori furono colpiti dalla peste e Giovanna, temendo per la propria vita, decise di fermarsi nel paesino di Loremo, dove però anche lei si ammalò e, in breve tempo, morì il 2 settembre 1348[1], all'età di circa tredici anni. La principessa fu tumulata nella cattedrale di Bayonne[1][7].

Venuto a conoscenza della sua morte, nel mese di ottobre suo padre, Edoardo III, organizzò una spedizione per riportare il corpo in Inghilterra e poterlo seppellire nell'Abbazia di Westminster. Ma il corpo non fu ritrovato ed a Westminster fu eretta una statua in suo onore.

La Guienna verso il 1360

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) Casa reale inglese
  2. ^ (EN) Casa d'Angiò- genealogy Archiviato il 22 agosto 2017 in Internet Archive.
  3. ^ (DE) Edoardo III d'Inghilterra genealogie mittelalter Archiviato il 25 marzo 2010 in Internet Archive.
  4. ^ Beatrice di Castiglia era figlia del re di Castiglia e León, Sancho IV l'Ardito, e di [[Maria di Molina, figlia di Alfonso di Molina (figlio del re del León, Alfonso IX e della regina di Castiglia, Berenguela) e della sua terza moglie, Mayor Téllez di Meneses.]].
  5. ^ Quando la principessa e la sua corte erano partiti dall'Inghilterra non si avevano ancora notizie della peste, mentre quando arrivarono nel porto di Bordeaux in città si erano già manifestati i primi casi dell'epidemia.
  6. ^ La Guienna, con capitale Bordeaux, era una regione della Francia sud-occidentale, feudo dei re d'Inghilterra, dal 1188.
  7. ^ Secondo i recenti studi del medioevalista, Norman Cantor, pubblicati nel suo libro, The Last Knight: The Twilight of the Middle Ages and the Birth of the Modern Era (2004), Giovanna morì a Bordeaux, dove fu tumulata.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Edgar Prestage, Il Portogallo nel medioevo, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, pp. 576–610, Garzanti, 1999

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]