Plantageneti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il blasone di Goffredo V d'Angiò, considerato il capostipite della casa dei Plantageneti.

I Plantageneti, detti anche seconda casa d'Angiò, o Angiò-Plantageneti, furono un'importante casata comitale medievale. Divenne una casata di rango regale con Enrico II d'Inghilterra, figlio di Goffredo V d'Angiò il Bello. Suo padre Goffredo, nato nel 1113, sposò giovanissimo Matilde, figlia di Enrico I d'Inghilterra, e prese come simbolo araldico il fiore di ginestra, ricevendo così il soprannome di "Plantageneto" dal termine latino planta-genistae, che significa appunto pianta di ginestra.

Le origini della casata vengono fatte risalire nel Gâtinais ed in seguito nell'Angiò, di cui divenne la prima casa comitale sin dal IX secolo. In seguito assunse, oltre che il governo dell'Inghilterra (1154-1485), quello della Normandia (11441204, 13461360 e 14151450), della Guascogna e dell'Aquitania (11531453), ma nel 1206 perdette la stessa contea di Angiò, passata alla corona francese con Filippo Augusto. La dinastia plantageneta, includendo anche i rami cadetti di Lancaster e di York, conta quindici Re d'Inghilterra e regnò ininterrottamente dal 1154 al 1485.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Significato etimologico e uso del nome[modifica | modifica wikitesto]

Come sopra anticipato, il nome "Plantageneto" deriva dal nome latino del fiore di ginestra (planta genistea) ed ebbe origine con Goffredo V il Bello, che lo prese come suo simbolo, e da cui passò al figlio Enrico II d'Inghilterra. In seguito Il soprannome "Plantageneto" fu nuovamente assunto dalla dinastia dei re d'Inghilterra a partire dal XV secolo: il primo ad usare l'appellativo fu Riccardo Plantageneto, duca di York, padre dei re di Inghilterra Edoardo IV e Riccardo III, il quale apparentemente lo assunse nel 1448. Questo soprannome venne poi tradizionalmente associato anche ai re precedenti ed è ormai tradizionale per tutti i discendenti di Goffredo.

La contea d'Angiò[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Angiò e Conti e Duchi d'Angiò.

I Plantageneti sono più o meno impropriamente chiamati anche Angioini per il fatto che i loro progenitori furono i Conti di Angiò (anche se precedentemente originarono dai conti di Gâtinais, di cui un discendente sposò l'erede della contea di Angiò), ma per distinzione degli storici, il termine Angioino viene solitamente attribuito solo ai membri delle successive casate Capetinge che governarono l'Angiò. La linea degli Angiò-Plantageneti viene poi fatta risalire ad un oscuro nobile, Ingelger[1].

Il regno d'Inghilterra[modifica | modifica wikitesto]

Goffredo V Plantageneto in una raffigurazione conservata alla Bibliothèque nationale de France

Furono re di Inghilterra, duchi di Normandia ed Aquitania e conti di Angiò:

Ramo principale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1246 con la donazione del feudo d'Angiò da parte di Luigi IX il Santo al fratello Carlo nacque la prima dinastia angioina-capetingia.

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Angioini.

Gli altri Plantageneti Re di Inghilterra furono in seguito:

Dopo Riccardo II la dinastia si divise nei due rami cadetti concorrenti degli York e dei Lancaster che diedero vita alla guerra delle due rose per disputarsi il trono.

Il Casato dei Plantageneti - Lancaster[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Casato dei Lancaster.

Il Casato dei Plantageneti - York[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Casato di York.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vauchez, Encyclopedia of the Middle Ages, 65.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]