Plantageneti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Plantageneti
Royal Arms of England.svg
Di rosso, a tre leoni passanti d'oro in palo, armati e lampassati d'azzurro
Stato Ducato di Normandia
Regno d'Inghilterra
Conte del Maine
Casata di derivazione Angioini
Titoli duchi di Normandia
re d'Inghilterra
conti e duchi d'Angiò
Fondatore Goffredo V il Bello
Ultimo sovrano Riccardo III
Data di fondazione XII secolo
Data di deposizione 1485
Etnia inglese
Rami cadetti York
Lancaster

I Plantageneti furono una casata comitale medievale, anche chiamati seconda casa d'Angiò o Angiò-Plantageneti. Divenne una casata di rango regale con Enrico II d'Inghilterra, figlio di Goffredo V d'Angiò il Bello. Goffredo, nato nel 1113, sposò Matilde, figlia di Enrico I d'Inghilterra. Il nome della casata prende origine dal latino planta genistae, ovvero «pianta di ginestra», dal momento che il suo simbolo fu il fiore di detta fabacea.

Le origini dei Plantageneti sono individuabili nel Gâtinais (odierna Centro-Valle della Loira) e successivamente nell'Angiò (Paesi della Loira), di cui divenne la prima casa comitale sin dal IX secolo. In seguito assunse, oltre al governo dell'Inghilterra (1154-1485), quello di Normandia (1144–1204, 1346–60 e 1415-50), di Guascogna e Aquitania (1153–1453), ma nel 1206 perdette la stessa contea di Angiò, passata alla corona francese con Filippo Augusto. La dinastia plantageneta, includendo anche i rami cadetti di Lancaster e di York, conta quindici sovrani d'Inghilterra e regnò ininterrottamente dal 1154 al 1485.

La ramificazione occorse quando nella seconda metà del XIV secolo due figli di Edoardo III non eredi al trono, Giovanni di Gand ed Edmondo di Langley, divennero duchi rispettivamente di Lancaster e di York, dando origine così ai due sottorami familiari; il ramo principale finì quando Riccardo II fu deposto dal suo cugino Enrico IV, figlio del duca di Lancaster.

L'ultimo Lancaster fu Enrico VI che si alternò sul trono con il primo degli York, Edoardo IV. L'ultimo York, e in assoluto l'ultimo della discendenza dei Plantageneti, fu Riccardo III, che fu ucciso in battaglia nel 1485 da Enrico VII, che quindi portò al trono la propria dinastia, i Tudor.

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Significato etimologico e uso del nome[modifica | modifica wikitesto]

Come detto in epigrafe, il nome della casata deriva dal nome latino della ginestra, planta genistae, il cui fiore fu adottato come simbolo araldico da Goffredo V il Bello. In seguito il nome Plantageneto fu nuovamente assunto dalla dinastia dei re d'Inghilterra a partire dal XV secolo: il primo a usarlo fu Riccardo, terzo duca di York, padre di Edoardo IV e Riccardo III, il quale apparentemente lo assunse nel 1448. Nel tardo XVII secolo divenne consuetudinario per gli storici chiamare Plantageneti gli appartenenti alla casa.

La contea d'Angiò[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Angiò e Conti e duchi d'Angiò.

I Plantageneti sono più o meno impropriamente chiamati anche Angioini per il fatto che i loro progenitori furono i Conti di Angiò (anche se precedentemente originarono dai conti di Gâtinais, di cui un discendente sposò l'erede della contea di Angiò), ma per distinzione degli storici, il termine Angioino viene solitamente attribuito solo ai membri delle successive casate Capetinge che governarono l'Angiò. La linea degli Angiò-Plantageneti viene poi fatta risalire ad un oscuro nobile, Ingelger[1].

Regno d'Inghilterra[modifica | modifica wikitesto]

Ramo principale[modifica | modifica wikitesto]

  • Goffredo V il Bello (1113-1151). Duca di Normandia dal 1144 al 1150. A lui si deve l'adozione del fiore di ginestra come simbolo della casata
    • Enrico II (1133-1189). Re d'Inghilterra dal 1154 alla morte
      • Enrico il Giovane (1155-1183). Co-sovrano non governante d'Inghilterra dal 1170 alla morte
      • Riccardo I cuor di leone (1157-1199). Re d'Inghilterra dal 1189 al 1199
      • Goffredo (1158-1186). Duca di Bretagna
        • Arturo (1187-1203). Duca di Bretagna e pretendente al trono d'Inghilterra
      • Giovanni Senzaterra (1167-1216). Re d'Inghilterra dal 1199 al 1216, perse la contea d'Angiò e in seguito tutte le terre a nord della Loira
        • Enrico III (1207-1272). Re d'Inghilterra a 9 anni anni nel 1216, tenne il trono fino alla morte
          • Edoardo I (1239-1307). Re d'Inghilterra dal 1272 al 1307
            • Edoardo II (1284-1327). Re d'Inghilterra dal 1307 al 1327
              • Edoardo III (1312-1377). Re d'Inghilterra dal 1327 al 1377
                • Edoardo il Principe Nero (1330-1376). Principe del Galles dal 1343 al 1376, fu l'erede al trono designato, ma morì un anno prima della morte di suo padre
                • Giovanni di Gand, conte di Richmond (1340-1399). Figlio di Edoardo III, fu duca di Lancaster dal 1362 al 1376 e capostipite del ramo dei Lancaster
                • Edmondo di Langley (1341-1402), primo duca di York dal 1385 alla sua morte, e capostipite del ramo degli York
                  • Riccardo II (1367-1400). Re d'Inghilterra, successe al suo avo nel 1377 e fu deposto nel 1399

Nel 1246, con la donazione del feudo d'Angiò da parte del re di Francia Luigi il Santo a suo fratello Carlo nacque la prima dinastia angioina-capetingia.

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Angioini.

Dopo Riccardo II il casato dei Plantageneti si divise nei due rami cadetti concorrenti degli York e dei Lancaster che diedero vita alla guerra delle due rose per la disputa del trono.

Casa di Lancaster[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Casa di Lancaster.
  • Giovanni di Gand, conte di Richmond (1340-1399). Figlio di Edoardo III, fu duca di Lancaster dal 1362 al 1376 e capostipite del ramo dei Lancaster
    • Enrico IV (1367-1413). Re d'Inghilterra dal 1399 al 1413
      • Enrico V (1387-1422). Re d'Inghilterra dal 1413 fino alla sua morte
        • Enrico VI (1421-1471). Re d'Inghilterra sotto reggenza dal 1422 al 1437 e successivamente da tale data fino al 1461, quando viene deposto da Edoardo IV. Re di Francia dal 1422 al 1453. Ancora re d'Inghilterra dal 1470 fino alla morte.

Casa di York[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Casa di York.
  • Edmondo di Langley (1341-1402), primo duca di York dal 1385 alla sua morte, e capostipite del ramo degli York
    • Edoardo di Norwich (1373-1415), secondo duca di York dal 1402 alla sua morte
    • Riccardo di Conisburgh (1375-1415). Conte di Cambridge dal 1414 alla sua morte
      • Riccardo Plantageneto (1411-1460). Ereditò nel 1415 il titolo di terzo duca di York dallo zio morto senza figli; pretendente al trono d'Inghilterra, fu designato erede al trono dal parlamento inglese
        • Edoardo IV (1442–1483). Quarto duca di York dal 1460, depose Enrico VI e divenne re d'Inghilterra nel 1461; perse a sua volta il trono nel 1470 di nuovo a favore di Enrico VI che però detenne la corona soltanto per circa sei mesi; Edoardo IV riprese quindi il trono e lo mantenne fino alla morte
          • Edoardo V (1470-1483?). Re d'Inghilterra sotto la reggenza di suo zio Riccardo dal 9 aprile al 26 giugno 1483 quando fu dichiarato decaduto. Non si hanno notizie certe su di lui dopo la deposizione
        • Riccardo III (1452-1485). Fratello di Edoardo IV e re d'Inghilterra dal 1483 alla morte, fu l'ultimo sovrano appartenente alla casa di York. Morì in battaglia contro Enrico VII che fu il primo re della dinastia Tudor

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vauchez, Encyclopedia of the Middle Ages, 65.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]