Isabella di Coucy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Isabella di Coucy (16 giugno 1332aprile 1379, o fra il giugno e l'ottobre 1382) figlia maggiore di Edoardo III d'Inghilterra e Filippa di Hainaut venne data in sposa a Enguerrand VII di Coucy. Nel 1376 venne creata Dama dell'ordine della giarrettiera.

La principessa[modifica | modifica wikitesto]

Isabella di Coucy, nacque il 16 giugno 1332[1] da Edoardo III d'Inghilterra e Filippa di Hainaut, secondogenita della coppia, ma prima figlia femmina derivante dal loro matrimonio. Isabella, che dovette il suo nome alla nonna paterna Isabella di Francia nacque al palazzo di Woodstock nell'Oxfordshire, e come i fratelli e le sorelle, crebbe in un ambiente assai protetto. Il suo status di principessa le dava il diritto ad avere vesti di seta ricamate con gioielli e sia lei che i fratelli ebbero un nutrito seguito formato da servitori, cappellani, musici, governanti, dame di compagnia, oltre a scudieri, staffieri, maggiordomi, cuochi e molto altro ancora[2]. L'infanzia di Isabella fu condivisa con due dei suoi fratelli, Edoardo e Giovanna. Ad appena tre anni di età Edoardo provò a fidanzare la figlia con Pietro I di Castiglia, erede al trono di Castiglia, anche se alla fine fu la sorella minore Giovanna a divenirne la sposa predestinata.

Crescendo Isabella divenne una donna estremamente stravagante ed ostinata, almeno per i parametri dell'epoca e rimase, cosa altrettanto strana per quei tempi, nubile fino all'età di trentatré anni. Diverse proposte di fidanzamento vennero ricevute e scartate prima che arrivassero a compimento, il 15 novembre 1351 erano state approntate diverse navi perché scortassero Isabella in Guascogna dove doveva sposarsi con Bernard d'Albret, tuttavia poco prima della partenza ella cambiò idea e il matrimonio venne annullato[1]. Edoardo non parve arrabbiarsi con la figlia giacché le donò una pensione annua di 1.000£[1]. Isabella viene descritta come una donna di carnagione olivastra con i capelli neri e quando ebbe oltrepassato la trentina venne data in sposa a Enguerrand VII di Coucy di sette anni minore di lei, i due si sposarono il 27 luglio 1365.

Il matrimonio e la morte incerta[modifica | modifica wikitesto]

Enguerrand era giunto in Inghilterra nel 1360 quale ostaggio ceduto agli inglesi in cambio della liberazione di Giovanni II di Francia. Dopo il matrimonio, celebrato al Castello di Windsor, Isabella ricevette dal padre un ingente vitalizio annuale insieme a diverse terre. I Coucy per altro riebbero le loro terre di famiglia nello Yorkshire, Lancashire, Westmorland e Cumberland e venne anche liberato dalla propria condizione di ostaggio.

Nel novembre 1365 i due andarono in Francia e la loro primogenita nacque nelle terre di famiglia francesi, quando nella primavera seguente i due tornarono in Inghilterra Enguerrand venne creato conte di Bedford e nel 1367 per volere di Edoardo vennero creati conte e contessa di Soissons. Poiché suo marito combatteva per il re di Francia era spesso lontano da casa e per questo motivo Isabella passò molto tempo alla corte del padre.

Dal matrimonio di Isabella ed Enguerrand nacquero:

Quando Edoardo morì il 21 giugno 1377 Isabella era al suo fianco essendo stata convocata urgentemente a corte nel mese di aprile[2]. Dopo la morte di Edoardo al trono salì Riccardo II d'Inghilterra, nipote di Isabella, ed Enguerrand lasciò ogni possedimento o titolo che deteneva in Inghilterra. Da questo momento in poi la sorte di Isabella è ignota, separata dal marito e dalla figlia maggiore, morì in data imprecisata, o nel 1379 o fra il 17 giugno e il 5 ottobre 1382. Isabella venne sepolta nella Greyfriars Church di Londra. Sette anni circa dopo la sua morte Enguerrand si risposò con Isabella di Lorena, figlia di Giovanni I di Lorena.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine della Giarrettiera - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Giarrettiera
— 1376

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Richardson, Douglas, Everingham, Kimball G. (2004) Plantagenet Ancestry: a study in Colonial and Medieval Families. Baltimore: Genealogical Publishing Company Inc
  2. ^ a b Barbara W. Tuchman "A Distant Mirror" ed. Alfred A. Knopf, New York,1978
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie