Get Up, Stand Up

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Get Up, Stand Up
ArtistaThe Wailers
Tipo albumSingolo
Pubblicazione1973
Durata3:15
GenereReggae
EtichettaTuff Gong/Island
Bob Marley - cronologia
Singolo precedente
Concrete Jungle
(1973)
Singolo successivo
(1973)

Get Up, Stand Up è una canzone reggae composta da Bob Marley e da Peter Tosh e pubblicata nel 1973 nell'album dei The Wailers Burnin'. Esistono numerosissime versioni del brano, registrate sia da Marley (con e senza i The Wailers) sia da Peter Tosh e Bunny Wailer.

Venne successivamente inclusa nelle compilation Legend e Rebel Music, ed è presente in quasi tutti gli album dal vivo del gruppo, come Live at the Roxy.

Nel 1973, Get Up, Stand Up arrivò al numero 33 nella "Dutch Top 40 chart"[1] mentre alla posizione 49 nella classifica della Nuova Zelanda.[2]

Si trova alla posizione 302 della lista delle 500 migliori canzoni di sempre redatta dalla rivista Rolling Stone.[3]

La composizione è l'inno dell'Amnesty International.

Premesse e usi nei concerti[modifica | modifica wikitesto]

Marley scrisse la canzone durante un tour ad Haiti in Do minore, ispirato e mosso dalla povertà di quest'ultima e dalle condizioni disumane di vita degli abitanti, secondo la sua futura fidanzata Esther Anderson.[4] Il brano venne spesso eseguito dal cantante nei suoi concerti, usandolo specialmente come pezzo di chiusura. Inoltre Get Up, Stand Up fu l'ultimo brano che Marley eseguì dal vivo, il 23 settembre del 1980 allo Stanley Theater, ora Benedum Center a Pittsburgh, Pennsylvania.

Nel DVD Live at the Hollywood Bowl, Ben Harper racconta la sua esperienza in gioventù quando, durante un concerto di Bob allo Starlight Amphitheater nel 1978, Peter Tosh, che in quel periodo era in tour con i Rolling Stones, si presentò senza preavviso mentre la canzone veniva eseguita, prendendo il microfono da Marley e cantando l'ultima strofa sotto uno scrosciare di applausi.

Registrazione dei Wailers[modifica | modifica wikitesto]

La canzone venne registrata e pubblicata di nuovo da tre dei rappresentanti dei Wailers nel loro rispettivi album solisti, ognuno aggiungendo vari arrangiamenti e modifiche, specialmente nel terzo verso che recita "Almighty God is a living man" ("L'onnipotente Dio è una persona vivente"). Bob Marley e the Wailers pubblicarono l'unica versione con Bob Marley in Live! del 1975, che si distingue per il "Wo-YO" alla fine del terzo verso. Tosh incluse successivamente la sua versione solista in Equal Rights del 1977. Bunny Wailer fu l'ultimo a pubblicare una propria versione in Protest.

Cover, remix, parodie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Get up stand up in New Zealand Chart, Hung Medien. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  2. ^ Get up stand up in Dutch Top 40, Nederlandse Top 40. URL consultato il 4 luglio 2013.
  3. ^ rollingstone.com, http://www.rollingstone.com/music/lists/the-500-greatest-songs-of-all-time-20110407/bob-marley-and-the-wailers-get-up-stand-up-20110527.
  4. ^ HIFF Review: ‘Bob Marley: Making of a Legend' Archiviato il 21 ottobre 2011 in Internet Archive.
Reggae Portale Reggae: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di reggae