Gedenkdienst

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Gedenkdienst Austriaco (Servizio civile Austriaco per la Memoria della Deportazione e della Shoah) è un'alternativa al servizio militare in Austria. I membri attivi del Gedenkdienst prestano il loro servizio presso le maggiori istituzioni che si occupano della Shoah.

Istituzione e caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Il Gedenkdienst è stato fondato dal Dott. Andreas Maislinger, un politologo di Innsbruck (Tirolo, Austria) che ha preso l'idea base dalla tedesca "Aktion Söhnezeichen" (azione segno d'espiazione). Maislinger stesso ha lavorato come volontario con la prospettiva di questa iniziativa presso il museo di Auschwitz-Birkenau.

Nel 1991 la legge necessaria è stata emanata dal governo austriaco e Andreas Maislinger iniziò a organizzare ciò che divenne nota come Gedenkdienst, una fondazione indipendente, ma in gran parte fondata dal governo. L'intenzione del Gedenkdienst era di promuovere una presa di coscienza da parte dell'Austria della responsabilità collettiva per la Shoah, e della responsabilità di ognuno di ricordare e lottare per un mai più (citato dal discorso dell'ex cancelliere austriaco Franz Vranitzky, Gerusalemme, giugno 1993).

Dal 1992 circa 100 persone hanno scelto il Gedenkdienst, la gran parte tra i 20 e 30 anni, lavorando, studiando e preservando la storia della Shoah invece di svolgere il servizio militare.

L'Österreichischer Auslandsdienst (Servizio austriaco all'estero) è la parte principale dell'organizzazione ed è autorizzata dal governo austriaco a mandare membri attivi del Gedenkdienst presso istituzioni partner in tutto il mondo.

Sedi d'impiego del Servizio austriaco all'estero[modifica | modifica wikitesto]

Al 2004, vi erano 69 impieghi in 32 località diverse del mondo, in 22 stati di quattro continenti

Argentina Argentina

Belgio Belgio

Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina

Brasile Brasile

Bulgaria Bulgaria

Cina Cina

Costa Rica Costa Rica

Germania Germania

Inghilterra Inghilterra

Francia Francia

Gabon Gabon

Guatemala Guatemala

India India

Israele Israele

Italia Italia

La Fondazione Museo della Shoah Onlus nasce nel 2008. La mission del progetto è quella di iniziare la costruzione del Museo Nazionale della Shoah a Roma: Il Museo della Shoah sarà un luogo dove gli allestimenti e la raccolta di documentazione, curati dai maggiori storici contemporanei, permetteranno a visitatori, docenti e studenti di conoscere in profondità cosa è stata la Shoah. I Gedenkdiener austriaci possono aiutare a organizzare mostre, promuovere attività didattiche, compresa la realizzazione di materiali didattici, e partecipare a eventi e convegni sui predetti temi.

Giappone Giappone

Canada Canada

Kenya Kenya

  • Nairobi - Kenya Water for Health Organisation

Nicaragua Nicaragua

Paesi Bassi Paesi Bassi

Norvegia Norvegia

  • Oslo - Jodisk Aldersbolig

Pakistan Pakistan

Perù Perù

Polonia Polonia

Romania Romania

Russia Russia

Rep. Ceca Repubblica Ceca

Uganda Uganda

Ungheria Ungheria

Stati Uniti Stati Uniti d'America

Bielorussia Bielorussia

  • Minsk - Belarussian Children's Hospice
  • Minsk - 'Dietski dom no. 6' - Kinderheim no.6
  • Minsk - Kindergarten for Children with Special Needs

Istituti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione lavora con i seguenti istituti in Italia: la Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea a Milano, il Museo della Deportazione a Prato e la Fondazione Museo della Shoah a Roma.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]