Galassia Nana del Boote

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Galassia Nana del Boote
Galassia sferoidale
Dati osservativi
(epoca J2000)
Costellazione Boote
Ascensione retta 14h 00m 06s
Declinazione +14° 30′ 00″
Distanza 197 mila ± 18 mila a.l.
(60 mila ± 6 mila pc)
Magnitudine apparente (V) 13.1
Dimensione apparente (V) 26,0 minuti d'arco
Caratteristiche fisiche
Tipo Galassia sferoidale
Classe dSph
Categoria di galassie sferoidali

La Galassia Nana del Boote è la galassia intrinsecamente più debole scoperta fino al 2006, con una luminosità totale di appena 100.000 volte la luminosità solare ed una magnitudine assoluta di -5,8. Si trova a 197.000 anni luce, in direzione della costellazione del Boote. Questa galassia nana sferoidale appare disgregata[1] a causa delle elevate forze mareali della Via Lattea e possiede due correnti stellari che si congiungono a formare una croce. Di solito le galassie disgregate dalle forze mareali possiedono solo una "coda".

La galassia appare ancora più debole della già debolissima Galassia Nana Ursa Major I, nonché della singola stella Rigel (magnitudine assoluta -6.8).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Belokurov, V.; Zucker, D. B.; Evans, N. W.; Wilkinson, M. I.; Irwin, M. J.; Hodgkin, S.; Bramich, D. M.; Irwin, J. M.; Gilmore, G.; Willman, B.; Vidrih, S.; Newberg, H. J.; Wyse, R. F. G.; Fellhauer, M.; Hewett, P. C.; Cole, N.; Bell, E. F.; Beers, T. C.; Rockosi, C. M.; Yanny, B.; Grebel, E. K.; Schneider, D. P.; Lupton, R.; Barentine, J. C.; Brewington, H.; Brinkmann, J.; Harvanek, M.; Kleinman, S. J.; Krzesinski, J.; Long, D.; Nitta, A.; Smith, J. A.; Snedden, S. A., A Faint New Milky Way Satellite in Bootes in The Astrophysical Journal, vol. 647, nº 2, 2006, pp. L111–L114, DOI:10.1086/507324.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari