Galassia Nana dei Cani da Caccia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Galassia Nana dei Cani da Caccia
Galassia sferoidale
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneCani da Caccia
Ascensione retta13h 28m 03.5s
Declinazione+33° 33′ 21″
Distanza720 mila ± 130 mila a.l.
(220 mila ± 41 mila pc)
Magnitudine apparente (V)13.9
Dimensione apparente (V)31,0 x 17,0 minuti d'arco
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia sferoidale
ClassedSph
Altre designazioni
CVn dSph
Mappa di localizzazione
Galassia Nana dei Cani da Caccia
Canes Venatici IAU.svg
Categoria di galassie sferoidali

Coordinate: Carta celeste 13h 28m 03.5s, +33° 33′ 21″

La Galassia Nana dei Cani da Caccia o Galassia Nana dei Cani da Caccia I è una delle galassie satelliti della Via Lattea più distanti conosciute, assieme alla coppia di galassie Leo I e Leo II. [1] Si tratta di una galassia nana sferoidale visibile nella costellazione dei Cani da Caccia, ad una distanza di circa 720.000 anni luce; la galassia ha un diametro di circa 6.500 anni luce [1] lungo il suo asse maggiore, ed è molto debole. Contiene una popolazione di stelle vecchie povere in metalli. [1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Zucker, D. B.; Belokurov, V.; Evans, N. W.; Wilkinson, M. I.; Irwin, M. J.; Sivarani, T.; Hodgkin, S.; Bramich, D. M.; Irwin, J. M.; Gilmore, G.; Willman, B.; Vidrih, S.; Fellhauer, M.; Hewett, P. C.; Beers, T. C.; Bell, E. F.; Grebel, E. K.; Schneider, D. P.; Newberg, H. J.; Wyse, R. F. G.; Rockosi, C. M.; Yanny, B.; Lupton, R.; Smith, J. A.; Barentine, J. C.; Brewington, H.; Brinkmann, J.; Harvanek, M.; Kleinman, S. J.; Krzesinski, J.; Long, D.; Nitta, A.; Snedden, S. A., A New Milky Way Dwarf Satellite in Canes Venatici, in The Astrophysical Journal, vol. 643, nº 2, 2006, pp. L103–L106, DOI:10.1086/505216.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari