Galassia Nana dello Scultore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Galassia Nana dello Scultore
Galassia nana ellittica
SclDf.jpg
La Galassia Nana dello Scultore
Scoperta
ScopritoreHarlow Shapley
Data1938
Dati osservativi
(epoca J2000)
CostellazioneScultore
Ascensione retta01h 00m 09,4s
Declinazione-33° 42′ 32″
Distanza290 000 a.l.
(90 000 pc)
Magnitudine apparente (V)10,1
Dimensione apparente (V)39,8' x 30,9'
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia nana ellittica
ClasseE
Altre designazioni
PGC 3589
Mappa di localizzazione
Galassia Nana dello Scultore
Sculptor IAU.svg
Categoria di galassie nane ellittiche

Coordinate: Carta celeste 01h 00m 09.4s, -33° 42′ 32″

La Galassia Nana dello Scultore è una galassia satellite della Via Lattea, visibile in direzione della costellazione dello Scultore.

Anche se la scoperta, nel 1976, di una seconda Galassia Nana dello Scultore farebbe preferire l'uso del nome Galassia Nana Sferoidale dello scultore (in base alla morfologia), il nome più diffuso resta quello generico; la seconda galassia nana viene invece chiamata Galassia Nana Irregolare dello Scultore. Si tratta di un oggetto sfuggente, invisibile con piccoli telescopi, nonostante la sua magnitudine, a causa della sua scarsa densità. Per questo motivo, oltre che per la sua vicinanza (è una delle galassie più vicine a noi), è interamente risolvibile con grandi telescopi. La sua distanza dalla Via Lattea è stimata sui 290 000 anni luce.

La galassia è stata oggetto di un approfondito studio[1] concernente i moti propri di alcune sue stelle, ed ha consentito per la prima volta di produrre in 3D il movimento nel tempo di stelle esterne alla Via Lattea, utilizzando i dati dei telescopi spaziali Hubble e Gaia ottenuti dal 2002 al 2015. Lo studio ha permesso di acuire la validità del modello materia oscura fredda in base al quale le galassie si sarebbero formate entro aloni di materia oscura.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D. Massari, M. A. Breddels et al., Three-dimensional motions in the Sculptor dwarf galaxy as a glimpse of a new era, in Nature Astronomy, 27 novembre 2017, DOI:10.1038/s41550-017-0322-y.
  2. ^ Marco Malaspina, Così danzano le stelle dello Scultore, su media.inaf.it (a cura di), media.inaf.it, 27 novembre 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari