Frassinelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Frassinelli
StatoItalia Italia
Fondazione1931
Fondata daCarlo Frassinelli
Sede principaleSegrate
GruppoArnoldo Mondadori Editore
SettoreEditoria
Sito web

Frassinelli è una casa editrice italiana, fondata nel 1931 da Carlo Frassinelli, tipografo alessandrino trasferitosi a Torino nel 1913.

Dopo aver aperto la tipografia nel 1924, incontra un gruppo di intellettuali dell'epoca, tra cui Giulio Einaudi, Franco Antonicelli (primo direttore editoriale della casa editrice), Leone Ginzburg e Cesare Pavese e si decide al passo successivo.

La prima collana è "Biblioteca europea" che si apre con L'armata a cavallo di Babel', al quale seguono le traduzioni pavesiane del Moby Dick di Melville e di Riso nero di Anderson, quindi La luna dei Caraibi e altri drammi marini di Eugene O'Neill (tradotto da Ada Gobetti), Dedalus di Joyce (anche tradotto da Pavese), Il processo di Kafka, Le avventure di Huck Finn di Mark Twain, Il messaggio dell'imperatore e altri racconti ancora di Kafka, Il principe Otto di Stevenson e tre traduzioni di Massimo Mila (Ognuno di Ernst Wiechert, Il seme sulla speranza di Paul Ernst e Siddharta di Hesse). Dopo la guerra le difficoltà economiche fanno avanzare la casa editrice a fatica, tanto che nel 1965 si decide di cedere parte un centinaio di titoli del catalogo storico all'Adelphi che fonda la collana "Numeri rossi" per ospitarne una parte.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1931 dal tipografo piemontese Carlo Frassinelli, nel 1982 il marchio viene acquistato dalla Sperling & Kupfer, a sua volta entrata nel 1995 nel Gruppo Mondadori[1]. Dal 1984 gode di particolare attenzione (e per qualche titolo di successo) la collana "Narrativa", che ospita autori come Alice Walker, Tom Wolfe, Thomas Keneally, Toni Morrison, Nikos Kazantzakis, Manuel Vázquez Montalbán, Orhan Pamuk, Boris Akunin, Alda Merini, Nicholas Sparks (con il cui Le pagine della nostra vita, 1996, debutta nel genere rosa[2]), Aldo Busi, Sergio Grea e scrittori nuovi di aree emergenti come Nuruddin Farah, Wole Soyinka, Ljudmila Evgen'evna Ulickaja o Meir Shalev. Il romanzo Storia di una ladra di libri di Markus Zusak, pubblicato dalla casa editrice, è risultato il libro più venduto in Italia nel 2014.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gruppo Mondadori, Frassinelli, su mondadori.it. URL consultato l'11-09-2008 (archiviato dall'url originale il 30 ottobre 2007).
  2. ^ Paolo Di Stefano, Potresti anche dirmi grazie, Rizzoli, 2010, p. 369.
  3. ^ ‘Storia di una ladra di libri’ è il libro più venduto del 2014, su newnotizie.it. URL consultato il 14 gennaio 2018.