Ernst Wiechert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ernst Wiechert

Ernst Wiechert (Forsthaus Kleinort, 18 maggio 1887Uerikon, 24 agosto 1950) è stato uno scrittore tedesco.

Ernst Wiechert in un'emissione filatelica commemorativa a 110 anni dalla sua nascita, nel 1997

Nei suoi primi scritti, Wiechert già rivela una forte coscienza religiosa associata a una natura introversa. Nei romanzi Der Wald (Il bosco) e Der Totenwolf (Il lupo dei morti), rivelò un attaccamento alla natura nella sua purezza e un acuto lirismo nello svolgersi della trama, componenti fondamentali della sua arte narrativa, come risulta palese anche in Die Flöte des Pan (Il flauto di Pan).

Nel 1938 fu internato per quattro mesi a Buchenwald, da dove uscì vivo ma minato e fortemente provato nel corpo e nell'animo e rimase sotto sorveglianza stretta fino alla fine della guerra. Dal 1948 si trasferì in Svizzera dove raccontò questa parte della sua vita in Der Totenwald (La selva dei morti) e Missa sine nomine, raccontando della sua volontà di ritirarsi dal mondo. Enzo Biagi raccontò la sua storia nel libro "crepuscolo degli dei" del 1961, dopo aver intervistato sua moglie.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Die Flucht, romanzo, (pseudonimo: Ernst Barany Bjell), 1916
  • Der Wald - Il bosco, romanzo, 1922
  • Der Totenwolf - Il lupo dei morti, romanzo, 1924
  • Die blauen Schwingen, romanzo, 1925
  • Der Knecht Gottes Andreas Nyland, romanzo, 1926
  • Der silberne Wagen, racconti, 1928, su "Die Geschichte eines Knaben", tradotto in Steno,
  • Die kleine Passion. Geschichte eines Kindes, 1929
  • Die Flöte des Pan - Il flauto di Pan, 7 racconti con "Der Hauptmann von Kapernaum", 1930 (premio letterario)
  • Jedermann, romanzo, 1931 (premio letterario)
  • Die Magd des Jürgen Doskocil, 1932 (premio letterario), tradotto in braille
  • Das Spiel vom deutschen Bettelmann, dramma radiofonico, 1933
  • Die Majorin - La signora, romanzo, 1934
  • Der Todeskandidat, racconti, 1934, tradotto in braille
  • Der tote Marschall, dramma radiofonico 1934
  • Ein deutsches Weihnachtsspiel, dramma radiofonico 1934,
  • Der verlorene Sohn, dramma, 1935
  • Die goldene Stadt, dramma, 1935
  • Hirtennovelle - Novella pastorale, racconto, 1935
  • Wälder und Menschen - Boschi e uomini, ricordi della gioventù, 1936
  • Das heilige Jahr, raccolta di novelle, 1936, su "Regina Amstetten", filmato del 1954
  • Eine Mauer um uns baue, dramma, 1937
  • Von den treuen Begleitern, interpretazione poetica, 1938
  • Atli, der Bestmann, racconti, 1938
  • Das einfache Leben - La vita semplice, romanzo, 1939,
  • Die Jeromin-Kinder, romanzo, 1945/7, tradotto in braille
  • Die Totenmesse, racconto, 1945/7
  • Der brennende Dornbusch, racconto, 1945
  • Demetrius, racconto, 1945
  • Rede an die deutsche Jugend 1945, trattazione dell'11 novembre 1945
  • Der Totenwald - La selva dei morti, biografia del lager di Buchenwald, scritto nel 1939, pubblicato nel 1946,
  • Märchen 1946/7, tradotto in braille
  • Der weiße Büffel oder Von der großen Gerechtigkeit, scritto nel 1937, pubblicato nel 1946
  • Der armen Kinder Weihnachten, dramma, 1946
  • Okay oder die Unsterblichen, dramma, 1946
  • Die Gebärde, racconti, 1947
  • Der Richter, racconto, 1948
  • Jahre und Zeiten, commemorazione, 1949,
  • Die Mutter, racconto, 1948
  • Missa sine Nomine, romanzo, 1950, tradotto in braille
  • Der Exote, romanzo, 1951, tradotto in braille
  • Die letzten Lieder, poesie, 1951
  • Es geht ein Pflüger übers Land, racconti selezionati da Lilje Wiechert, 1951

Discorsi e memorandum[modifica | modifica wikitesto]

  • Weihnachtsansprache an die deutsche Jugend - senza data né luogo,
  • Rede an die junge Mannschaft - senza data né luogo,
  • Abschiedsrede an die Abiturienten - discorso tenuto il 16 marzo 1929 a Königsberg
  • Der Dichter und die Jugend - discorso per l'Università di Monaco 1933,
  • Der Dichter und die Zeit, discorso per l'Università di Monaco, 1935
  • Rede an die deutsche Jugend, discorso tenuto l'11 novembre 1945 nel teatro di Monaco
  • Über Kunst und Künstler - discorso non pronunciato, Hamburg 1946,
  • Gedenken der Toten - discorso tenuto il 17 maggio 1947
  • An die Schweizer Freunde - lezione del 4 giugno 1947
  • Das zerstörte Menschengesicht - discorso tenuto il 22 settembre 1947

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN61553823 · ISNI (EN0000 0003 6865 3393 · LCCN (ENn50016229 · GND (DE118632361 · BNF (FRcb11929159c (data) · CERL cnp02033673 · NDL (ENJA00527320 · WorldCat Identities (ENlccn-n50016229