Francesco Motta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motta
Motta - La fine dei vent'anni tour (Pisa) 15.jpg
Motta in concerto nel 2017
Nazionalità Italia Italia
Genere Alternative rock
Indie rock
Pop rock
Periodo di attività 2006 – in attività
Strumento voce, chitarra, batteria, percussioni, basso, tastiera
Etichetta Sugar Music, Woodworm
Album pubblicati 1
Studio 1
Gruppi e artisti correlati Criminal Jokers

Francesco Motta, noto anche solo come Motta (Pisa, 10 ottobre 1986), è un cantautore e polistrumentista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Pisa da famiglia livornese,[1] nel 2006 è tra i fondatori del gruppo Criminal Jokers, band nata inizialmente con una matrice busker-punk, ma poi improntata su una musicalità più vicina alla new wave,[2] per i quali è paroliere, cantante e batterista.[3]

Il gruppo ha esordito nel 2010 con This Was Supposed to Be the Future, album prodotto da Andrea Appino, frontman degli Zen Circus.[2] Il secondo album dei Criminal Jokers, ossia Bestie, il primo in italiano, è uscito due anni dopo.[4] Nel frattempo Motta suona come polistrumentista nei concerti di Nada, Zen Circus, Il Pan del Diavolo e Giovanni Truppi.

Trasferitosi a Roma,[1] nel 2013 inizia gli studi in composizione per film presso il Centro sperimentale di cinematografia di Roma, sotto la direzione artistica di Ludovic Bource. A partire da quell'anno ha composto le colonne sonore di diversi film e documentari.[5]

Il 18 marzo 2016 è uscito il suo primo album da solista, intitolato La fine dei vent'anni. Il disco è stato prodotto da Riccardo Sinigallia, che è anche coautore di alcuni brani. Oltre a Motta e Sinigallia, nel disco hanno suonato Cesare Petulicchio (Bud Spencer Blues Explosion), Giorgio Canali, Andrea Ruggiero, Alessandro Alosi (Il Pan del Diavolo) e altri.[6] Nel tour che ha seguito l'uscita dell'album Motta è stato accompagnato alla batteria da Petulicchio, al basso da Laura Arzilli, poi sostituita da Federico Camici, alle tastiere Leonardo Milani e alla chitarra Giorgio Maria Condemi.

Nel settembre seguente viene candidato alla Targa Tenco 2016 nella categoria "Opera prima".[7] Il 20 settembre 2016 riceve il premio vincendo con enorme vantaggio sulla concorrenza, rappresentata da Chiara dello Iacovo, Patrizia Cirulli, Andrea Tarquini e Giorgieness.[8] Inoltre si è aggiudicato anche il premio PIMI Speciale 2016 del MEI come artista indipendente italiano.[9]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Solista[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio

Criminal Jokers[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Criminal_Jokers § Discografia.

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Prima o poi ci passerà (regia di dandaddy, 2016)
  • La fine dei vent'anni (regia di Francesco Lettieri, 2016)
  • Sei bella davvero (regia di Stefano Poletti, 2016)
  • Del tempo che passa la felicità (regia di Francesco Lettieri, 2017)

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]