Stefano Poletti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Poletti
Stefano Poletti.jpeg
Stefano Poletti
NazionalitàItalia Italia
GenereIndie pop
Indie rock
Lo-fi
Folk
Rock alternativo
Strumentovoce, chitarra, basso
EtichettaBlack Candy Records
GruppiPecksniff, L'Officina della Camomilla
Album pubblicati5
Studio4
Live1

Stefano Poletti (Parma, 21 agosto 1978) è un regista e musicista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Pecksniff e L'Officina della Camomilla.

Tra il 1998 e il 2008 è stato membro fondatore dei Pecksniff, gruppo musicale indie pop di cui Stefano Poletti, era bassista, leader e voce.[1] L'apice del successo per la band arriva nel 2004, quando pubblicano The Book Of Stanley Creep, album prodotto dalla Black Candy Records che varca i confini nazionali, distribuito in diversi paesi come Spagna, Portogallo, Gran Bretagna, Hong Kong, Canada e Giappone.[2] Nei dieci anni di attività del gruppo pubblicheranno quattro album.

Dal 2006, contemporaneamente al progetto Pecksniff, inizia a collaborare come videomaker e assistente alla Run Multimedia di Gaetano Morbioli, collaborando a numerosi progetti.

Nel 2008, sciolta la band e terminata l'esperienza alla Run Multimedia, comincia a lavorare come free lance nel campo dei videoclip musicali. Approda a Milano dove apre il suo studio, diventando, in pochi anni, tra i registi più noti del settore collaborando con artisti importanti.[3] [4][5]

Nel corso degli anni ha diretto video per Baustelle, Nek, Sick Tamburo, Numero6, Tricarico, Appino, Tre Allegri Ragazzi Morti, Punkreas, The Zen Circus e Brian Ritchie, Il Pan del Diavolo, Moltheni, Denise, Eva Mon Amour, Cavour, Edipo, Marta sui tubi e molti altri.[6][7][8]

Tra il 2009 e 2010, come chitarrista, è fondatore con Francesco De Leo della band di L'Officina della Camomilla, progetto nato nel 2008 inizialmente come strumentale da un'idea dello stesso De Leo.[9]

Nel 2010 incontra Stefano Guindani con cui inizia a collaborare su vari progetti nell’ambito della moda, firmando molti video per prestigiosi marchi tra i quali si ricordano: Armani, Valentino, D&G, Trussardi, Diesel e Benetton. Ha realizzato in'oltre reportage a sfondo sociale ad Haiti, Etiopia e Guatemala.

Ha vinto diversi premi e riconoscimenti tra cui si ricorda nel 2010, il premio al PIVI di Faenza come Miglior Videomaker 2010.[10]

Nel 2013 firma il film cortometraggio “Giuseppina” con Sylvia De Fanti, che viene selezionato tra i 12 finalisti su 37 progetti presentati al Let's All Be Free Film Festival di Londra.[11] [12]

Discografia (con i Pecksniff)[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 - Pecksniff (autoprodotto · CD)
  • 2003 - Elementary Watson, Merendina Records (CD) [13][14]
  • 2004 - The Book Of Stanley Creep, Black Candy Records, Audioglobe - (BC004 · CD) [15][16]
  • 2006 - Honey You're Murdering Me, Black Candy Records, Audioglobe - (BC019 · CD) [17]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip musicali[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip pubblicitari[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ mtv.it - Pecksniff: La biografia, su mtv.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  2. ^ pecksniff.it - un po' di novità sparse qua e là... Il nostro cd vienne distribuito in: (GIF), su pecksniff.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  3. ^ rollingstonemagazine.it- Quel che resta del regista di videoclip (GIF) [collegamento interrotto], su rollingstonemagazine.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  4. ^ «Ho bisogno di Dio e credo nell’amore», su milano.corriere.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  5. ^ Registi e film maker ultima scuola genovese, su ricerca.repubblica.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  6. ^ Poletti è il "videomaker" del 2010, su gazzettadiparma.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  7. ^ Tre Allegri Ragazzi Morti: nuovo album [collegamento interrotto], su gazzettadiparma.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  8. ^ Roipnol Witch, Stone Lizards, Emm3: avanti tutta, su gazzettadimodena.gelocal.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  9. ^ L’OFFICINA DELLA CAMOMILLA LIVE AT KAREMASKI MULTI ART LAB, su girodisco.it. URL consultato l'8 gennaio 2017.
  10. ^ archivio.meiweb.it - VIDEOMEIKER: IL MEI A BOLOGNA INCONTRA I REGISTI DI VIDEOCLIP [collegamento interrotto], su archivio.meiweb.it. URL consultato il 30 aprile 2013.
  11. ^ "Giuseppina", da Forza d'Agrò per sedurre Londra, su sikilynews.it. URL consultato l'8 gennaio 2017.
  12. ^ Dai videoclip ai «corti»: Stefano Poletti allunga il passo, su gazzettadiparma.it. URL consultato l'8 gennaio 2017.
  13. ^ rockit.it / Pecksniff - Elementary Watson, su rockit.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  14. ^ rockol.it - Pecksniff, su rockol.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  15. ^ rockit.it / Pecksniff - The Book of Stanley Creep, su rockit.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  16. ^ rockol.it / Pecksniff - The Book of Stanley Creep, su rockol.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  17. ^ rockit.it / Pecksniff - Honey You're Murdering Me, su rockit.it. URL consultato il 29 aprile 2013.
  18. ^ Filmato audio Baustelle - Charlie fa surf, su YouTube, 2008. URL consultato il 29 aprile 2013.
  19. ^ Filmato audio Nek - Se non ami, su YouTube, 2009. URL consultato il 6 maggio 2013.
  20. ^ Filmato audio Tre allegri ragazzi morti - La faccia della luna, su YouTube, 2010. URL consultato il 6 maggio 2013.
  21. ^ Filmato audio Sick Tamburo - E so che sai che un giorno, su YouTube, 2011. URL consultato il 6 maggio 2013.
  22. ^ Filmato audio Punkreas - Polenta e kebab, su YouTube, 2012. URL consultato il 29 aprile 2013.
  23. ^ Filmato audio Tricarico - L'America, su YouTube, 2013. URL consultato il 6 maggio 2013.
  24. ^ Filmato audio Appino - Che il lupo cattivo vegli su di te, su YouTube, 2013. URL consultato il 24 febbraio 2013.
  25. ^ Filmato audio Stefano Poletti - Armani Casa 2011, 2011. URL consultato il 6 maggio 2013.
  26. ^ Filmato audio Alberta Ferretti Sposa collezione Forever 2001, su YouTube, 2011. URL consultato il 6 maggio 2013.
  27. ^ Filmato audio Armani/Casa - A World of Luxury Interiors, 2012. URL consultato il 6 maggio 2013.
  28. ^ Filmato audio Ypsigrock festival 2012, su YouTube, 2012. URL consultato il 6 maggio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]