Criminal Jokers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Criminal Jokers
Criminal Jokers.jpg
Paese d'origineItalia Italia
GenereIndie rock
Punk rock
New wave
Periodo di attività musicale2006 – 2014
Etichetta42Records/Iceforeveryone
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

I Criminal Jokers sono stati un gruppo musicale italiano formatosi a Pisa a metà degli anni 2000.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Criminal Jokers si formano a metà degli anni 2000 a Pisa come gruppo busker di matrice punk. Dopo l'ingresso in formazione di Francesco Pellegrini (The Walrus), che si aggiunge a Francesco Motta e Simone Bettin, l'impronta della band si fa più elettrica e vicina alla new wave.[1] Il disco d'esordio This Was Supposed to Be the Future viene pubblicato nel novembre 2010 da Iceforeveryone/Infecta/Audioglobe e prodotto artisticamente da Andrea Appino, leader degli Zen Circus, nonché compaesano della band. L'album viene mixato da Manuele "Max Stirner" Fusaroli, già al lavoro con Le luci della centrale elettrica, Giorgio Canali, Tre Allegri Ragazzi Morti, Zen Circus e Sikitikis.

Dopo aver pubblicato il disco d'esordio in inglese, la band decide di avvicinarsi alla lingua madre, l'italiano, e nel settembre 2012 viene pubblicato l'album Bestie. Anticipato dal singolo Fango, il disco è stato pubblicato dalla 42Records (con distribuzione Audioglobe), prodotto da Francesco Motta e registrato da Manuele Fusaroli al NHQ di Ferrara.[2]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 – This Was Supposed to Be the Future (Iceforeveryone/Infecta/Audioglobe)
  • 2012 – Bestie (42Records/Audioglobe)[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Criminal Jokers Su Mtv.It
  2. ^ Copia archiviata, su 42records.it. URL consultato il 15 marzo 2013 (archiviato dall'url originale l'8 maggio 2013).
  3. ^ La canzone "Bestie" è stata inserita nel cortometraggio "Ira Funesta" di Gianluca Viti vincitore al Gold Elephant World 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La Repubblica, XL, gennaio - febbraio 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rock