Foglie d'autunno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Foglie d'autunno
Foglie d'autunnо.png
Joan Crawford in una scena del film
Titolo originaleAutumn Leaves
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneUSA
Anno1956
Durata107 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,85:1
Generedrammatico
RegiaRobert Aldrich
SceneggiaturaJean Rouverol, Hugo Butler, Lewis Meltzer, Robert Blees
ProduttoreWilliam Goetz
Casa di produzioneWilliam Goetz Productions
Distribuzione (Italia)Columbia Pictures
FotografiaCharles Lang
MontaggioMichael Luciano
MusicheHans J. Salter
ScenografiaWilliam Glasgow,
Eli Benneche
CostumiJean Louis
TruccoClay Campbell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Foglie d'autunno (Autumn Leaves) è un film del 1956 diretto da Robert Aldrich e interpretato da Joan Crawford e Cliff Robertson.

È stato presentato in concorso alla 6ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, dove Robert Aldrich ha vinto l'Orso d'argento per il miglior regista.[1]

Nel 1997 la Writers Guild of America ha "restituito" i crediti ai co-sceneggiatori Jean Rouverol e Hugo Butler, all'epoca nella lista nera di Hollywood e i cui nomi erano stati sostituiti nei titoli di testa da quello di Jack Jevne.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Milly Wetherby è un'affascinante dattilografa di mezza età che vive da sola. Una sera conosce Burt Hanson, un giovane orfano reduce dalla seconda guerra mondiale che inizia a corteggiarla e del quale finisce per innamorarsi. Pur esitante a causa della differenza d'età, la donna accetta la proposta di matrimonio e i primi mesi scorrono felici, nonostante il marito mantenga un certo riserbo circa il proprio passato.

Quando Milly scopre che Burt non è orfano ed è già stato sposato, comincia a svolgere delle indagini che la portano ad affrontare l'amara verità: l'uomo che ha sposato ha iniziato a soffrire di disturbi nervosi dopo aver scoperto che l'ex moglie Virginia era l'amante di suo padre. Consapevole che il suo amore non può bastare a guarirlo, si rassegna a farlo ricoverare in una clinica psichiatrica pur sapendo che una volta guarito non vorrà sapere più nulla di lei. Ma il suo altruismo verrà premiato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese iniziarono il 31 agosto 1955 e proseguirono fino al 21 ottobre. Il titolo di lavorazione era The Way We Are, ma secondo un articolo pubblicato nel 1956 venne cambiato in Autumn Leaves per sfruttare la popolarità dell'omonima canzone eseguita da Nat King Cole sui titoli di testa e di coda.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu presentato in anteprima nel giugno 1956 al Festival di Berlino e debuttò a New York il 1º agosto.[2]

In anni più recenti è stato proiettato al Festival international du film d'Amiens (1994) e al Torino Film Festival (2006).[3]

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

  • Stati Uniti (Autumn Leaves) – 1º agosto 1956
  • Finlandia (Syyslehtiä) – 19 ottobre 1956
  • Francia (Feuilles d'automne) – 16 novembre 1956
  • Portogallo (Folhas de Outono) – 28 novembre 1956
  • Svezia (När skymningen faller) – 25 febbraio 1957
  • Taiwan (怨婦悲秋) – 14 gennaio 1958

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Realizzato con un budget di circa 765.000 dollari, il film incassò negli Stati Uniti 1,1 milioni di dollari.[4][5]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il sito Rotten Tomatoes riporta l'88% di recensioni con un giudizio positivo, con un voto medio di 7,1 su 10.[6]

Il film fu un modesto successo al botteghino, anche se l'attrice lo ha giudicato in seguito «il miglior film donna matura/uomo più giovane mai realizzato» e aggiunse: «Tutto ha funzionato in Foglie d'autunno. Il cast era perfetto, la sceneggiatura era buona, e penso che Bob abbia gestito tutto bene. Penso davvero che Cliff abbia fatto un lavoro stupendo... Penso che nel suo insieme sia stato migliore di alcuni film romantici che ho fatto in passato, ma per qualche ragione non è molto conosciuto ed è stato eclissato dal film che ho fatto con Bette Davis».[7][8]

Bosley Crowther criticò duramente il film sul New York Times del 2 agosto 1956, definendolo «una farsa assoluta» e un «tetro racconto strappato via dai quaderni del dottor Freud» e giudicando molto negativamente le performance di Joan Crawford («spesso sfiora l'assurdità») e Cliff Robertson («un guazzabuglio di intensa goffaggine e imbarazzanti idiozie»).[9]

Meno critica fu la rivista Segnalazioni Cinematografiche, che lo giudicò «un film a sfondo psicologico e sentimentale, realizzato e diretto dignitosamente. Il peso maggiore del lavoro, condotto con notevole impegno, viene sostenuto dalla Crawford, alla quale la parte s'attaglia perfettamente; meno a posto il protagonista maschile. Si nota, nel corso del lavoro, qualche lungaggine e qualche situazione convenzionale».[10]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il musicista e direttore d'orchestra David Rose.

La colonna sonora, eseguita dall'orchestra di David Rose, è stata pubblicata nel 1957 dalla MGM Records.[11] Oltre a brani composti dallo stesso Rose e alla title track, versione inglese di Les feuilles mortes di Joseph Kosma e Jacques Prévert, include altri standard jazz (Indian Summer, 'Tis Autumn, Autumn in New York) e canzoni popolari come The Autumn Waltz, September in the Rain e Shine On, Harvest Moon.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Autumn Leaves (Kosma, Mercer, Parsons, Prevert) – 03:15
  2. The Autumn Waltz (Coleman, Hilliard) – 02:49
  3. September in the Rain (Warren, Dubin) – 03:40
  4. Indian Summer (Herbert, Dubin) – 02:14
  5. Blue Autumn (Rose) – 03:14
  6. Shine On, Harvest Moon (Bayes, Norworth) – 02:13
  7. 'Tis Autumn (Nemo) – 02:33
  8. Autumn Serenade (DeRose, Gallop) – 03:20
  9. Autumn Nocturne (Myrow, Gannon) – 02:29
  10. October Mist (Fiorito, Webster) – 02:12
  11. Autumn in New York (Duke) – 03:54
  12. Autumn holiday (Rose) – 01:47

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Prizes & Honours 1956, www.berlinale.de. URL consultato il 31 marzo 2017.
  2. ^ a b c Autumn Leaves (1956) - Details, www.catalog.afi.com. URL consultato il 26 agosto 2018.
  3. ^ Foglie d'autunno - Release Info, www.imdb.com. URL consultato il 26 agosto 2018.
  4. ^ Silver & Ursini (1995), p. 244
  5. ^ (EN) The Top Box-Office Hits of 1956, in Variety Weekly, 2 gennaio 1957.
  6. ^ Autumn Leaves (1956), www.rottentomatoes.com. URL consultato il 26 agosto 2018.
  7. ^ Il riferimento è al film Che fine ha fatto Baby Jane?, diretto sempre da Aldrich nel 1962.
  8. ^ Foglie d'autunno - Trivia, www.imdb.com. URL consultato il 26 agosto 2018.
  9. ^ Screen: A New Agonizer; Joan Crawford Stars in 'Autumn Leaves', www.nytimes.com. URL consultato il 26 agosto 2018.
  10. ^ Foglie d'autunno - Critica, www.cinematografo.it. URL consultato il 26 agosto 2018.
  11. ^ David Rose and His Orchestra ‎– Autumn Leaves, www.discogs.com. URL consultato il 26 agosto 2018.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema