Filippo Cremonesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filippo Cremonesi
Filippo Cremonesi.jpg

Senatore del Regno d'Italia
Legislature XXVI
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione di finanze

Sindaco di Roma
Durata mandato 26 giugno 1922 –
2 marzo 1923
Predecessore Giannetto Valli
Successore Filippo Cremonesi

Commissario straordinario di Roma
Durata mandato 2 marzo 1923 –
ottobre 1925
Predecessore Filippo Cremonesi
Successore Filippo Cremonesi

Governatore di Roma
Durata mandato ottobre 1925 –
6 dicembre 1926
Predecessore Filippo Cremonesi
Successore Ludovico Spada Veralli Potenziani

Dati generali
Partito politico Nazionale Fascista
Professione banchiere

Filippo Cremonesi (Roma, 22 agosto 1872Roma, 19 maggio 1942) è stato un banchiere e politico italiano. Fu senatore del Regno d'Italia nella XXVI legislatura.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu Sindaco di Roma (26 giugno 1922-2 marzo 1923), Commissario straordinario della città (2 marzo 1923-ottobre 1925), Senatore del Regno dal 19 aprile del 1923, e Governatore di Roma (ottobre 1925-9 dicembre 1926).

Nel 1927 divenne Presidente dell'Istituto nazionale Luce, e fu Presidente generale della Croce Rossa Italiana dal 20 agosto 1928 al 1º maggio 1940.

Venne nominato Ministro di Stato il 20 aprile 1933.

Fondazione "Istituto Filippo Cremonesi"[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1950, per volontà testamentarie del senatore Cremonesi, venne istituita una fondazione che porta il suo nome, grazie all'amico dom Agostino Zanoni priore dell'Abbazia di Farfa.[1] Dal 13 luglio 1993 l'Istituto è divenuto una ente di diritto privato.[2]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Corona d'Italia
— 10 novembre 1907
Cavaliere ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 5 agosto 1912
Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine della Corona d'Italia
— 5 dicembre 1915
Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine della Corona d'Italia
— 6 novembre 1919
Cavaliere dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 16 novembre 1918
Cavaliere ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 27 maggio 1920
Commendatore dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 7 giugno 1921
Grande ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grande ufficiale dell'Ordine dei S.S. Maurizio e Lazzaro
— 11 giugno 1922
Caporale d'onore della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale - nastrino per uniforme ordinaria Caporale d'onore della Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale
Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Gregorio Magno
«Senatore del Regno d'Italia»
— 4 marzo 1932
Cavaliere dell’Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell’Ordine del Leone Bianco (Cecoslovacchia)
— 20.7.1926

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fondazione "Istituto Filippo Cremonesi", su fondazionecremonesi.it, Istituto Filippo Cremonesi. URL consultato il 28 febbraio 2019.
  2. ^ La Fondazione Cremonesi, su borgodifarfa.it, Associazione Onlus 'BORGO DI FARFA'. URL consultato il 28 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie